EPA/FULLY HANDOKO
News

Aereo disperso in Indonesia

È un volo Air Asia diretto da Subaraya a Singapore. A bordo c'erano 162 persone. È il terzo incidente in un anno per l'aviazione malese

Il 2014 resterà un anno nero per 
l'aviazione malese, con la perdita di due aerei della compagnia 
nazionale Malaysia Airlines. A questi si dovrà aggiungere l'aereo QZ8501 della Air Asia, compagnia malese, scomparso oggi fra 
l'Indonesia e Singapore con 162 persone a bordo.
 Il volo, partito da Subaraya in Indonesia era diretto a Singapore.

Prima ancora, l'8 marzo, il volo MH370 di Malaysia Airlines scomparve poco 
dopo il decollo da Kuala Lumpur (Malaysia). Il Boeing 777 era
 diretto a Pechino con 239 persone a bordo. La sua sparizione
 resta ancora oggi un mistero. Il velivolo dovrebbe essersi 
inabissato nel sud dell'Oceano Indiano, finito il carburante. 
L'aereo non e' mai stato trovato e non ci sono spiegazioni sul
 perchè sia finito lì. Le ricerche sono ancora in corso.


A bordo c'erano 155 passeggeri più 7 persone d'equipaggio. Si tratta di un cittadino singaporeano, un malaysiano, un francese, 3 sudcoreani e 156 indonesiani. Nessun italiano.

Il volo Air Asia QZ8501 è sparito dai radar indonesiani, 40 minuti dopo il decollo, mentre era in fase di ascesa per evitare una nuvola minacciosa, in un tratto sopra l'oceano tra Borneo e Sumatra. Lo ha detto Ignatius Bambang Tiahjono, presidente dell'Airnav, l'agenzia che monitora le rotte aeree nel Paese, spiegando che è sparito dai radar 6 minuti dopo l'ultima comunicazione con il pilota. L'aereo - ha aggiunto - aveva comunicato di voler puntare a quota 11.500 metri, quasi 2 mila metri più in alto della normale altitudine di crociera. "Le comunicazioni con l'aereo si sono interrotte quando era ancora sotto il controllo delle autorità indonesiane del traffico aereo", ha spiegato Air Asia.

Le storie

In attesa di notizie sulla sorte dei loro congiunti i familiari sono stati accolti in una saletta a loro riservata nello scalo di Changi a Singapore. Tra le lacrime e la disperazione tante le storie. Come quella - riferisce la stampa locale - di una signora che si dispera aspettando di sapere qualcosa sulla sorte della sua famiglia, tutta a bordo, compresi due ragazzi di 12 e 17 anni. Oltre l'equipaggio, ci sarebbero 138 adulti, 16 bambini e anche un neonato. E mentre sui social si moltiplicano i tweet di familiari che invitano a pregare per i congiunti - "a bordo c'e' mio fratello grande, sua moglie e i loro meravigliosi 3 bambini", è l'appello di un indonesiano - c'è anche qualcuno che tira un sospiro di sollievo. È il caso di una ragazza che in un tweet racconta come suo fratello e la sua famiglia abbiano perso quel volo all'ultimo momento. Ma il suo nome - racconta - È ancora tra la lista dei passeggeri resa nota dall'Air Asia.

Il terzo incidente in un anno

È il terzo incidente per l'aviazione malese in un solo anno. Già il 17 luglio un Boeing 777 della Malaysia Airlines, il volo
MH17 da Amsterdam a Kuala Lumpur, era esploso in volo sopra 
l'Ucraina dell'est, dove è in corso la guerra civile fra 
separatisti filorussi e l'esercito di Kiev. Le vittime sono state 298 e secondo indagini internazionali, l'aereo è stato abbattuto per
 sbaglio da un missile lanciato dai ribelli.
 

I fiori in Olanda in ricordo delle vittime del volo MH17

Ti potrebbe piacere anche