I 20 cibi più strani del mondo (solo per stomaci forti)
Getty Images
I 20 cibi più strani del mondo (solo per stomaci forti)
News

I 20 cibi più strani del mondo (solo per stomaci forti)

Dallo squalo putrefatto alle viscere dei calamari, passando per il sangue di mucca: ecco i piatti tradizionali più strani

Sono molti i piatti tipici di diverse zone del mondo, che possono risultare non solo strani, ma a volte disgustosi per chi non è abituato a mangiarli Getty Images

Quando si decide di viaggiare e conoscere un Paese nuovo, uno dei primi aspetti con cui si viene in contatto è la cucina: ma non sempre i cibi tradizionali del posto incontrano i gusti "occidentali". L'idea di mangiare le viscere dei calamari, i tentacoli di un polpo ancora vivo o i cracker con le vespe può risultare non solo bizzarro, ma in alcuni casi richiede una certa dose di "coraggio". Skyscanner ha elencato una serie di cibi strani e tipici della tradizione di molti paesi asiatici e non solo. Molti sono altamente proteici e non si tratta solo di insetti. Ecco quali sono i piatti per chi ha voglia di cimentarsi con una cucina diversa (e con uno stomaco forte).

Occhi di tonno - Giappone

Occhi di tonno Getty Images

In alcune regioni d'Italia si ritiene (o si riteneva) che fossero la parte più buona del pesce: in Giappone gli occhi di tonno sono considerati una vera prelibatezza. Si possono gustare cucinati in umido o leggermente scottati, spesso in molti locali dove viene servito anche il sushi. Il gusto ricorda quello dei calamari o dei polpi...Se si riesce a vincere l'idea di mangiarli.

Huitlacoche - Messico

L' Huitlacoche arriva dal Messico ed è considerato molto prelibato Getty Images

Dal mare alla terra, ecco l'Huitlacoche o "tartufo del mais": non è altro che un fungo parassita delle pannocchie di mais, che vi cresce all'interno e le trasforma, dandole anche una colorazione violacea. L'aspetto non è invitante, ma il suo prezzo è molto elevato, perchè è considerato un piatto molto prelibato.

Shiokara - Giappone

Tra i cibi più strani da mangiare c'è la zuppa fatta con viscere di calamari, diffusa in Oriente Getty Images

Un altro piatto per stomaci forti è lo Shiokara, ovvero le viscere dei calamari, che vengono marinate e lasciate "riposare" per un mese in contenitori ermetici.

Ragni fritti - Cambogia

I ragni fritti sono diffusi in Cambogia Getti Images

Se gli insetti fritti sono molto diffusi in Oriente, i ragni fritti rappresentano un piatto tipico della Cambogia. Pare che gli abitanti di questo paese abbiano iniziato a mangiarli (in particolare grosse tarantole nere) durante la dittatura dei Khmer rossi, quando la fame non lasciava grandi alternative.

Muktuk - Canada (e Chukotka in Russia)

Il Muktuk, in Canada, è il grasso sottocutaneo di balene, mangiato anche col nome di Chukotka in Russia Getty Images

Dall'Asia tropicale alle fredde temperature di Canada e nord della Russia, ecco il Muktuk, ovvero il grasso sottocutaneo di balene, narvalo o beluga: si tratta di un alimento tipico degli Inuit e degli Eschimesi, che usano congelare questo cibo, altamente calorico, per affrontare le rigide temperature del loro habitat. E' diffuso col nome di Chukotka anche in Russia.

Hakarl - Irlanda

La carne di squalo viene mangiata in diverse parti nel mondo, ma l'Hakarl è tipico dell'Irlanda Getty Images

Il nome Hakarl indica la carne di squalo imputridito, che veniva mangiata in passato in passato dai vichinghi, dopo averla tenuta appena per un paio di mesi sotto una collinetta di pietre. Per altri due-quattro mesi veniva invece lasciata all'aria aperta. Un lung procedimento che permetteva di far perdere alla carne gli acidi urici che altrimenti non l'avrebbero resa buona da mangiare.

Uovo centenario - Cina

L'uovo centenario è una specialità cinese Getty Images

Si tratta di uova che vengono prima passate in una soluzione alcalina, composta solitamente da calce, cenere e sale; poi vengono lasciate "riposare" per un periodo che varia da 15 giorni a 4 mesi, prima di essere semplicemente sbucciate e mangiate. Il loro colore diventa grigio-verde scurso e la consistenza è gelatinosa: sono vendute anche in strada, come street food e pare abbiamo un retrogusto di ammoiaca.

Biscotti con le vespe - Giappone

In Giappone si mangiano i biscotti con le vespe Getty Images

Si presentano sotto forma di cracker, ma al posto dei cereali, vi sono inserite vespe selvatiche, precedentemtente "scottate". Hanno un elevato apporto proteico, ma...Occorre vincere l'idea di mangarse gli odiati insetti!

Beondegi - Corea del Sud

I Beondegi rappresentano un piatto tipico della Corea del Sud, venduto anche come street food Getty Images

Non sono altro che crisalidi dei bachi da seta, prima che questi compiano la trasformazione in farfalle: vengono cucinati in umido o bolliti, e spesso venduti su banchetti da venditori ambulanti, oltre che in negozi e bar. Pare che il sapore ricordi quello del legno o della resina.

Zuppa di nidi di uccello - Sud Est asiatico

La zuppa di nidi di uccello, che si mangia nel Sud Est asiatico, viene anche venduta confezionata e pronta da cuocere Getty Images

Si tratta esattamente di una zuppa realizzata con i nidi di uccelli che si trovano solo nella regione del Sud Est asiatico, ovvero le rondini-salangana. Sono realizzati con la saliva stessa degli uccelli, ma vengono commercializzati anche già confezionati e pronti da cuocere. Il loro costo, però, può raggiungere i 2000 dollari al chilo.

Escamoles - Messico

L'Escamoles è una pietanza tipica del Messico, che consiste in uova di formiche nere giganti Getty Images

In Messico le uova di formiche nere giganti, le escalomes appunto, sono molto diffuse. Si possono mangiare crude, fritte, in umido con cipolla e peperoncino o come farcitura per tacos con guacamole. Il loro costo non è economico, anche perchè non è facile estrarrre le uova dai formicai delle formiche nere, molto aggressive e che lasciano fastidiose punture urticanti.

Sannakji - Corea

Per Sannakji si intende un piatto a base di tentacoli di polipo ancora vivo. Si mangia in Corea Getty Images

Si tratta di tentacoli di polipo appena tagliati e che ancora si muovono nel piatto, conditi con olio di sesamo. Oltre ad essere un piatto diffuso nel paese, viene apprezzato anche dai turisti.

Gamberi ubriachi - Cina

I gamberi ubriachi si mangiano in Cina e vengono serviti vivi, dopo una marinatura nell'alcol Getty Images

Il concetto è lo stesso: anche in questo caso i gamberi vengono serviti ancora vivi, anche se "ubriacati" perchè precedentemente marinati nell'alcol.

Cuy - Perù, Equador e Colombia

Il Cuy è un maialino d'India, allevato e poi cucinato in Perù, Equador e Colombia Getty Images

Gli animalisti avranno da ridire: il Cuy è un piatto tipico di alcuni paesi del sud America come Perù, Equador e Colombia, a base di maialino d'India, fritto o stufato con le verdure. Il sapore ricorda quello dei conigli e proprio come questi ultimi i maialini vengono allevati in casa o in fattoria, prima di essere destinati alla tavola.

Tepa - Alaska

Tepa, che significa "teste puzzolenti", sono teste di salmone che gli Eschimesi mangiano in Alaska Getty Images

Le tepa non sono altro che le teste dei salmoni (letteralmente significa "teste puzzolenti"), che vengono chiuse in una botte e sepolte sotto la terra per una settimana o più. Si mangiano crude, spesso con le interiora non eviscerate, e sono considerate una prelibatezza dagli Eschimesi in Alaska.

Sangue e latte - Africa

Le tribù Masai (e non solo) bevono sangue e latte, considerato molto energetico Getty Images

Questa particolare "bevanda" è molto diffusa tra i Masai ed è costituita da un vero e proprio cocktail tra il sangue della mucca, uccisa per mangiarne anche la carne, e il latte. Viene considerato altamente nutriente.

Frittelle di sangue - Finlandia

Le frittelle di sangue assomigliano molto al sanguinaccio, servito anche in alcune regioni d'Italia Getty Images

Non sono altro che frittelle realizzate con sangue fresco. Sono un accompagnamento diffuso in Finlandia per la carne di maiale o di renna. In realtà assomigliano molto al sanguinaccio, molto diffuso anche in Toscana e altre regioni d'Italia.

Tofu di sangue - Cina

Tofu di sangue viene preparato in Cina, facendo bollire lentamente il sangue fino a che non diventa una gelatina, tagliata a panetti e poi servita come zuppa Getty Images

L'ingrediente principale è ancora una volta il sangue, di maiale o anatra, che viene cotto molto lentamente fino a che non assume la consistena di una gelatina. Viene quindi tagliato in piccoli panetti e consumato in zuppe o stufati di verdure.

Mopane - Africa

I bruchi Mopane sono diffusi in Africa Getty Images

I Mopane non sono altro che bruchi delle farfalle Saturnidi, che vengono mangiati dopo essere stati bolliti o essicati al sole. Sono molto diffusi nell' Africa del Sud, dove si trovano sugli alberi (e vengono per questo allevati) e sono considerati un cibo prelibato servito anche nei ristoranti.

Zuppa di pipistrello - Indonesia, Palau

La zuppa di pipistrello è tipicaindonesiana, ma con la caratteristica che vengono mangiate tutte le parti del pipistrello Getty Images

E' una classica zuppa asiatica, con la particolarità che però è fatta con la carne di pipistrello, molto usata anche in Asia. In questo caso, però, vengono utilizzate tutte le parti del pipistrello, compresi denti, ali, peli e artigli.

...E per finire...

Il Royal Baby Gaga è invece un dessert a base di gelato fatto con latte materno Getty Images

Dopo una carrellata di piatti così particolari, un dolce. In questo caso arriva dalla Gran Bretagna e precisamente dalla fabbrica londinese The Licktators, che ha realizzato un dessert a base di latte materno. Si tratta di un gelato ideato in occasione della nascita del principino George e che è stato chiamato Royal Baby Gaga.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti