Un festival di grande musica all'insegna del Comfort
Kizzy O’Neal
Musica

Un festival di grande musica all'insegna del Comfort

Niente code, ressa e folle oceaniche: a Ferrara il 2 luglio va in scena un festival boutique per godersi performance di qualità e vivere un'esperienza piacevole. Tra gli artisti, Jack Johnson e i Wolfmother

«Quello del Comfort Festival è un concetto a cui pensavo da anni in totale controtendenza rispetto all'idea di cercare di stipare il più possibile gli spazi dei live. Voglio fare esattamente il contrario, ovvero offrire al pubblico ottima musica, in una location di qualità, con meno gente di quella che sarebbe consentita secondo la capienza ufficiale (ci saranno posti a sedere non numerati). In Europa il concetto di festival boutique, che mette in mostra tutte le rappresentazioni della creatività, è già presente da tempo» racconta Claudio Trotta, fondatore di Barley Arts e organizzatore del Comfort Festival, che andrà in scena a Ferrara il 2 luglio in Piazza Trento Trieste.

«Il bill di quest'anno è mio parere di grande spessore. Il concerto si svolgerà in una delle piazze più belle d'Italia. All'interno ci sarà una comfort area con zone d'ombra e verrà distribuita acqua gratis ai presenti. Ogni artista suonerà un'ora, mentre Jack Johnson chiuderà il festival con una performance di un'ora e mezza. I suoi sono concerti spettacolari e imprevedibili. Ha anche aperto una data del tour di Bruce Springsteen con grande successo»

Gli show avranno inizio alle 17. Questa la line up:

Jack Johnson, tra i più apprezzati e premiati cantautori folk rock statunitensi, più volte disco di platino, da sempre attivo sulle tematiche dell’ambientalismo e della sostenibilità; Wolfmother, la popolare rock band australiana capitanata da Andrew Stockdale; Glen Hansard, cantautore vincitore di un premio Oscar e principale voce/chitarra dei gruppi The Frames e The Swell Season; Francesco Piu, chitarrista, cantante e autore, con otto album all’attivo e migliaia di concerti in Italia, Europa, Canada e Stati Uniti dove ha rappresentato l’Italia all’International Blues Challenge di Memphis; la rock band, tutta al femminile, Pillow Queens, che, dopo il travolgente successo del loro ultimo tour in Europa e Nord America, arriva per la prima volta in Italia; Ocie Elliot, il duo indie-folk canadese, nominato ai JUNO Awards; il maestro dello psych-pop di Filadelfia Kurt Vile, affiancato dalla sua band the Violators, in Italia per presentare il nuovo album.

La locandina del FestivalBarley Arts


I più letti

avatar-icon

Gianni Poglio