Firenze, Dalla serie Silenzio (© Edoardo Delille)
Cultura

Cortona On The Move 2020: sarà online con The COVID-19 Visual Project

Annullato l'appuntamento nella suggestiva cittadina toscana, uno dei più interessanti festival di fotografia si trasforma in una piattaforma online, con un archivio permanente in costante aggiornamento. Tema centrale: il Covid19

Causa Coronavirus, anche uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti della fotografia (e non solo) è stato annullato.

Ma Cortona On The Move non si ferma del tutto. Anzi. Si reinventa. E da un evento tragico come la pandemia ancora in atto, trova la forza di trasformarsi e di riproporsi in altra veste: da lunedì 11 maggio è infatti online la piattaforma «The COVID-19 Visual Project. A Time of Distance», una sorta di archivio permanente in continuo divenire sull'emergenza coronavirus e che, attraverso linguaggi visivi e narrativi (foto, video, testi, suoni), documenta le conseguenze del virus sulla vita di milioni persone nel mondo. La piattaforma continuerà ad essere aggiornata fino a che non sarà trovato un vaccino per il Covid-19.

Dalla serie Covid on Scene (© Alex Majoli/Magnum Photos)

La piattaforma, le tematiche, i fotografi

Suddivisa in sette capitoli tematici affidati a fotografi e videomaker di fama mondiale, ogni sezione «narra» i diversi effetti della pandemia da Covid19 (dall'emergenza sanitaria al vuoto urbano, dal lockdown all'economia, dalle ferite inferte alla società alla rivincita della natura e alla nuova normalità), con l'obiettivo di creare una raccolta di immagini, documenti, fatti, riflessioni ed emozioni di questo periodo storico drammatico e unico.

La visione parte dall'Italia per allargarsi al mondo e, dall'11 maggio, saranno visibili sulla piattaforma: Covid on Scene di Alex Majoli, un racconto dell'Italia da nord a sud durante il lockdown; Simon Norfolk ed Edoardo Delille che, con Lost Capital e Silenzio, indagano la bellezza in una Londra e una Firenze deserte; la prima parte di un ampio lavoro di Gideon Mendel che, ancora da Londra, narra i cambiamenti nella vita delle persone fuori e dentro casa; il progetti video Afuera, attraverso cui il visual artist Luis Cobelo getta da un terrazzo uno sguardo a 180 gradi sul lockdown di Barcellona; Sill air in cui Harsha Vadlamani rappresenta la fase di distanziamento personale in India; COndiVIDendo 19 di Mattia Crocetti, un progetto di ritratto collaborativo con italiani a casa durante il lockdown; Gabriele Galimberti che, con Support Local Business, avvia la riflessione sulle conseguenze economiche del Covid-19 attraverso le storie di rivincita dei negozi di prossimità; Next stop, in cui Daniele Ratti fotografa le autostrade e gli autogrill italiani svuotati dalla pandemia e, sempre in Italia, Mattia Balsamini e Raffaele Panizza ci raccontano le realtà del Made in Italy riconvertite in produzioni sanitarie e medicali per ovviare alle esigenze dell'emergenza sanitaria.

E' importante sottolineare, inoltre, che l'archivio non si compone di sole immagini d'autore, ma prevede anche due sezioni distinte - con contenuti selezionati e costantemente aggiornati - dedicate ai social e alla stampa: social network, con immagini iconiche tratte da Instagram e media, con i servizi di rilievo usciti sulle testate internazionali.

The COVID-19 Visual Project. A Time of Distance è ideato e prodotto da Cortona On The Move in partnership con Intesa Sanpaolo


Ti potrebbe piacere anche

I più letti