X Factor 2021 live: Tersigni da 6 meno meno...
Ufficio Stampa Sky
X Factor 2021 live: Tersigni da 6 meno meno...
Televisione

X Factor 2021 live: Tersigni da 6 meno meno...

Niente boom di ascolti per la prima puntata dei Live: 1 milione 190mila spettatori medi con il 5,6% di share sommando Sky Uno e TV8. Il conduttore alla prima diretta non fa rimpiangere Cattelan ma non lascia nemmeno il segno, frenato forse dall'emozione

Poteva andare meglio sì, ma poteva andare pure molto peggio. La novità più attesa dei Live di X Factor 2021 non erano tanto l'abolizione delle categorie e la conseguente retorica sull'inclusività – che ha portato, non senza polemiche, a due sole donne su dodici concorrenti -, ma piuttosto il debutto di Ludovico Tersigni. Dopo l'ingresso in punta di piedi alle Audition, Bootcamp e Home Visit, dove il montaggio serrato è un elemento chiave, il neoconduttore era atteso alla prova dei fatti con il passaggio alla diretta. Sky e Fremantle, la casa produttrice del talent, avevano disinnescato in partenza gli inevitabili paragoni con Alessandro Cattelan scegliendo una strada più complicata: invece di puntare su un conduttore puro, hanno scelto un attore giovane e digiuno di tv, molto conosciuto tra i giovani appassionati di serie tv (Skam Italia è stato un fenomeno clamoroso) ma praticamente sconosciuto al grande pubblico.

Il risultato? Un debutto senza eccessi, né in negativo né in positivo. Freno a mano tirato, o quasi, forse per paura di sbagliare. Che la conduzione non sia il suo mestiere è chiaro, che ce l'abbia messa tutta per entrare in una macchina produttiva complessa come quella di X Factor, pure. L'emozione e l'imbarazzo hanno fatto il resto. L'impressione comunque è che lo stile per sottrazione cui Cattelan aveva abituato il pubblico nelle sue dieci stagioni alla guida del talent, non appartenga a Ludovico Tersigni, che nei rari momenti in cui esce dal copione, sfoggia un sarcasmo romano molto più di pancia rispetto al predecessore. Ci vuole tempo perché si cucia addosso il programma e perché si lasci andare. Quanto agli ascolti, l'esordio dei Live non ha fatto il botto ma ha comunque retto: sommando Sky Uno e TV8, dov'è andato in onda in contemporanea, ha registrato 1 milione 190mila spettatori medi con il 5,6% di share. Quello che ha perso su Sky (circa 200 mila spettatori) lo ha recuperato su Tv8 ed è probabile che il calo di abbonati a Sky abbia inciso sul dato complessivo. Sul piano tecnico, colpiscono la regia di Luigi Antonini e la messa in scena pensata dal team creativo Laccio e Shake. Per il resto, la giuria regge bene - in particolare l'asse tra Emma Marrone e Mika, tra cui la complicità è evidente -, anche se l'eccesso di giudizi positivi da prima puntata a tratti è stato quasi fastidioso: il pubblico aspetta lo scontro e la tensione, che rendono più stropicciato un format che pare sempre troppo perfetto. Il fatto che non ci sia mai una sbavatura, un po' di voglia di scivoloni e imprevisti te la fa venire.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti