Pier Silvio Berlusconi: «Vi racconto le novità dei Palinsesti Mediaset 2021/2022»
Ufficio Stampa Mediaset
Pier Silvio Berlusconi: «Vi racconto le novità dei Palinsesti Mediaset 2021/2022»
Televisione

Pier Silvio Berlusconi: «Vi racconto le novità dei Palinsesti Mediaset 2021/2022»

L'Amministratore Delegato Mediaset svela i programmi della prossima stagione, dal rinnovo dei contratti con i big (dalla De Filippi a Bonolis) alla nuova domenica (fuori la D'Urso, dentro la Toffanin). In arrivo La Talpa, nuove produzioni per Italia1 e più serie tv

«Riprendiamo da dove eravamo rimasti: con più prodotto, più prodotto italiano made in Mediaset». A dettare la strategia del futuro delle reti del Biscione è Pier Silvio Berlusconi: dopo un anno e mezzo complicatissimo causa Covid, l'Amministratore Delegato Mediaset rilancia con nuovi titoli, più produzioni e format diversi che sanno di iniezione di fiducia. Così, quasi a sorpresa, giovedì 1° luglio ha convocato un gruppo di giornalisti per raccontare i Palinsesti Mediaset 2021/2022, proprio nel giorno in cui si chiude il primo semestre dell'Azienda con un utile netto di 52,2 milioni di euro (superiore a quello del 2019) e un +31,5% di ricavi pubblicitari. «Una buona notizia per Mediaset ma anche per tutta l'economia italiana», precisa Berlusconi.

Pier Silvio Berlusconi, il futuro di Mediaset tra nuove alleanze e produzioni

Pier Silvio Berlusconi lo dice senza mezzi termini: «È stato un anno complicatissimo, abbiamo avuto paura anche in termini di "cosa facciamo in azienda" ma abbiamo trovato la capacità di agire e di chiudere il 2020 sopra le nostre aspettative. Da questo anno terribile usciremo facendo di un male un bene e guardando al futuro in maniera più tranquilla», spiega l'Amministratore Delegato di Mediaset. Gli ascolti sono andati meglio del previsto, i costi sono sotto controllo e i ricavi nelle aspettative. Per questo rilancia il progetto MFE, MediaForEurope, per arrivare ad una holding paneuropea: a settembre la sede sociale si sposta in Olanda - «il paese che dà maggiore flessibilità per cercare operazioni e creare sviluppo, ma tasse, operatività e occupazione restano in Italia», precisa Berlusconi – e punta su nuove strategie. Chiusa la partita in Francia con Vivendi, resta solida l'intesa in Germania con Prosieben, dove Mediaset è primo socio e tale vuole restare, e in Italia con Tim (l'app Mediaset Infinity finirà anche su TIM Vision). «Ma per essere competitivi dobbiamo stringere nuove alleanze», aggiunge.

Palinsesti Mediaset 2021/2022, tutte le novità di Canale 5

«Siamo forti sul pubblico femminile, ma cerchiamo nuovi programmi che siano più larghi per crescere come offerta familiare». Pier Silvio Berlusconi lo dice senza mezzi termini e così Canale 5 scommette su titoli che piacciono un po' a tutti: la domenica sera, archiviato Live-Non è la D'Urso, si torna all'intrattenimento classico: si parte con Scherzi a parte (con Enrico Papi), poi arriva All Together Now (giuria confermata in blocco) cui si aggiungono due speciali natalizi per i bambini (All Together Now Kids), sempre condotti da Michelle Hunziker. Sonia Bruganelli, la moglie di Bonolis, e Adriana Volpe sono invece le nuove opinioniste del Grande Fratello Vip: per Alfonso Signorini straordinari in vista, si parte con tredici puntate e otto raddoppi, ma se funzionerà si allungherà. Il martedì sera spazio alla Champions League e agli speciali di Caduta libera, mentre il mercoledì sarà il giorno fisso della Fiction Mediaset. Il giovedì nuovo debutto in vista per Ilary Blasi con Star in the star, a metà tra Tale e Quale e Il cantante mascherato, con un gruppo di vip che intrepretano le icone della musica ma senza farsi riconoscere. Il cast è top secret. Il sabato sera non si tocca e torna in pista Tu si que vales, con la De Filippi e tutto il resto del gruppo.



Le prime novità del 2022

«Il palinsesto è materia viva e siamo pronti a cambiare a seconda delle necessità», avverte Pier Silvio Berlusconi che già guarda al 2022. Tra i progetti cui tiene di più c'è La domenica del villaggio, la domenica sera, il tentativo di portare in tv la tradizione italiana, raccontando il territorio, la musica e la cucina. «Il meccanismo contrappone due località, è una sfida ad alto tasso di allegria ma è un progetto complicato», ammette. Gerry Scotti è in pole per la conduzione. Tornano poi gli speciali domenicali di Avanti un altro, con Bonolis, i reality con L'Isola dei Famosi, e, il martedì sera una nuova produzione della Fascino di Maria De Filippi, che ovviamente tornerà anche con C'è posta per te e Amici.

Che sorpresa, torna La Talpa

Non c'è ancora il nome del conduttore e non si sa nemmeno quando andrà in onda – il Palinsesti tv del 2022 saranno condizionati dai Mondiali di calcio del Qatar, previsti in autunno tra novembre e dicembre – ma tra i colpacci annunciati da Pier Silvio Berlusconi c'è il ritorno de La Talpa. I diritti del reality, amatissimo dal pubblico, li ha acquistati a livello globale Netflix ma Mediaset è stata più rapida nelle trattative ese li è aggiudicati per l'Italia per altre sei stagioni. Potrebbe andare in onda già la prossima primavera, bisogna capire se prima o dopo L'isola dei famosi.

Tutti i protagonisti delle nuove fiction

Vanessa Incontrada, Anna Valle, Raoul Bova, Sabrina Ferilli, Giuseppe Zeno, Loretta Goggi, Laura Chiatti. Sono questi alcuni dei talent su cui scommette Mediaset per rilanciare la Fiction. «Abbiamo fatto fatica, perché la fiction di Canale5 vecchio stile non funzionava più: ora dobbiamo essere moderni ma rivolgerci a un pubblico largo, dunque non possiamo fare serie sofisticate. Abbiamo trovato la strada giusta, i risultati sono in forte miglioramento», gongola Berlusconi. La nuova stagione parte con Luce dei tuoi occhi (con la Valle), poi arriva Giustizia per tutti (con Bova) e Storia di una famiglia per bene (con Simona Cavallari e Zeno). Il 2022 si apre con Tutta colpa di Freud – con Claudio Bisio – poi arrivano la Incontrada con Fosca Innocenti, Destini in fiamme con la Chiatti e Giulia Bevilacqua, L'ora (con Santamaria) e la seconda stagione di Buongiorno mamma.



Pio e Amedeo, L'Iva e gli altri speciali

Canale5 punta per tutta la stagione a presidiare il palinsesto con una serie di speciali di due o più puntate. Il modello è Felicissima sera di Pio e Amedeo, che tornerà nel 2022 («vogliamo che sia un tormentone»), ma c'è spazio per tutte le formule, come L'Iva, lo show evento sulla carriera di Iva Zanicchi, il concerto di Renato Zero, il one woman show in due puntate di Michelle Hunziker, le tre serate celebrative di Zelig – «ci saranno tutti, da Ale e Franz ad Aldo Giovanni e Giacomo», condotte da Vanessa Incontrada e Claudio Bisio. Ancora in forse lo show di Claudio Baglioni.

La Toffanin raddoppia e arriva la domenica

Il vero cambio di passo è quello che riguarda la domenica pomeriggio. «Commercialmente non è importante per noi ma penso sia giusto fare qualcosa di diverso per parlare a un pubblico che in settimana non c'è», ammette Berlusconi annunciando una scelta editoriale netta. Dopo la solita abbuffata di soap arriva il remake di Scene da un matrimonio, affidato ad Anna Tatangelo: «È prodotto pulito, adatto al pubblico di quella fascia: racconta i matrimoni italiani in maniera moderna ed empatica e poi mi piacerebbe allargare ad altri tipi di feste, come i battesimi». Ma il vero colpo di scena è l'arrivo di Silvia Toffanin con Verissimo, che raddoppia, forte degli ottimi ascolti del sabato: «Non è stato facile convincerla», rivela Pier Silvio parlando della sua compagna. «Lei tiene molto a ciò che fa e farlo direttamente, in maniera personale, non le interessa la quantità ma raccontare storie. Alla fine si è convinta e affronterà la sfida con entusiasmo». La formula? La deciderà la Toffanin con la sua squadra, adattando il prodotto alla domenica pomeriggio. Si comincia con otto/dieci puntate, ma vista la lista di ospiti che vogliono farsi intervistare da lei, è quasi scontato che il raddoppio duri tutto l'anno.



Cambia l'infotainment, a Barbara D'Urso resta solo Pomeriggio5

L'altra vera notizia del giorno è il ridimensionamento di Barbara D'Urso, che passa da tre programmi a uno. Confermate dunque tutte le indiscrezioni della vigilia, anche il taglio nuovo di Pomeriggio5, più corto e più orientato sull'attualità. Pier Silvio Berlusconi e Mauro Crippa, il capo di VideoNews, ribadiscono la stima e la fiducia nella D'Urso - «Barbara è una risorsa di Mediaset, una professionista unica e sempre sul pezzo. Appena ci sarà un progetto che ci piace è certo che torni a fare prime time di intrattenimento», dice Berlusconi – ma l'infotainment a 360°, quello che passa dalla cronaca a politica fino al gossip, è un capitolo chiuso. «È un formato passato, nel post Covid non ha senso, la gente vuole altro. È il momento di cambiare pagina, ci concentriamo su altro e sui cambiamenti di gusto del pubblico», spiega Crippa.

Alessia Marcuzzi e l'addio a Mediaset

Pier Silvio Berlusconi risponde in prima persona alle domande sull'addio ad Alessia Marcuzzi, ma la premessa è d'obbligo: «C'è grande affetto e stima per lei, nessun rancore ed è una conduttrice che ci piace», spiega. Poi però si addentra nelle precisazioni: è vero, come ha anticipato proprio Panorama.it che le era stato proposto Scene da un matrimonio (ma era solo una delle ipotesi in campo) poi non è stato trovato un accordo. «È lei che ha lasciato. Non siamo più soliti fare contratti di rete in esclusiva ma solo legati al prodotto che va in onda. Non è successo nulla, c'erano anche questioni economiche e la domenica vogliamo e dobbiamo spendere poco. Se lei volesse, già a gennaio potrebbe tornare in onda in prime time su Canale 5», chiosa.



Un nuovo progetto (top secret) per Maria De Filippi

L'architrave portante del palinsesto Mediaset resta ovviamente Maria De Filippi, con cui il rinnovo del contratto è stato chiuso senza intoppi. «Siamo molto felici perché con lei la collaborazione è sempre più profonda e già stiamo parliamo di nuovi prodotti», svela Berlusconi. Occhio al 2022: il martedì sera su Canale 5 ci sarà un nuovo programma della Fascino ma «aspettiamo a dire di cosa si tratta, manteniamo un po' di riserbo e di suspense. Ma non lo condurrà lei». Confermati in blocco Tu si que vales, C'è posta per te, Amici e Uomini e Donne.

Le novità su Paolo Bonolis

Resta in casa Mediaset anche Paolo Bonolis, ma è un vero peccato che un fuoriclasse come lui si limiti a un programma come Avanti un altro (per quanto di successo) e non riporti in onda quel gioiellino de Il senso della vita (in assoluto uno dei suoi programmi più riusciti). Berlusconi però non solo rivendica l'ottimo lavoro fatto la domenica sera, oltre che nel preserale, e gli dà carta bianca: «Siamo aperti alle sue idee. Sta lavorando a un nuovo prime time e saremo felici di ospitare questo suo progetto».

Mediaset torna ad investire su Italia1

Dopo qualche stagione appannata, Italia1 torna finalmente a brillare con diverse nuove produzioni e Mediaset aumenta gli investimenti sulla rete diretta da Laura Casarotto. Si comincia con Mister Land, la domenica sera, spin off di Mistero, condotto da Aurora Ramazzotti e Alvin, seguito il lunedì da Freedom con Roberto Giacobbo. Il martedì c'è una novità, Buoni o cattivi, prodotto giornalistico condotto da Veronica Gentili, che poi lascerà spazio a Le Iene (serata fissa tutto l'anno e nei momenti caldi della stagione ci sarà raddoppio al venerdì). Il mercoledì si ride con Holululu, show comico con un cast di nuovi volti, mentre Nicola Savino si cimenterà con Ritorno a scuola, in cui un gruppo di vip tornano sui banchi con tanto di interrogazioni ed esami. Talentissimo me arriverà invece nella primavera 2022: è il classico talent show con protagonisti ragazzini e bambini con doti clamorose.

Riconfermata in blocco l'informazione di Rete4 (ma ci sono novità)

La sfida vinta di Rete4 e gli ascolti consolidati del canale diretto da Sebastiano Lombardi spingono Mediaset a confermare in blocco il palinsesto di Rete4. Si comincia il lunedì con Nicola Porro e Quarta Repubblica, il martedì resta Mario Giordano con il suo Fuori dal coro, il mercoledì è presidiato da Giuseppe Brindisi con Zona Bianca, poi il giovedì spazio a Paolo Del Debbio con Dritto e rovescio e al venerdì c'è lo sbanca share Quarto Grado di Gianluigi Nuzzi. Dal lunedì al venerdì presidia l'access prime time Barbara Palombelli con Stasera Italia. «Non escludiamo degli esperimenti il sabato e la domenica in prima serata con dei nuovi titoli», rivela Berlusconi.

Rinnovati i contratti di Scotti, Chiambretti e Pardo

L'altro personaggio cui Pier Silvio Berlusconi tiene molto è Gerry Scotti, che oltre a tornare in giuria a Tu si que vales, sarà anche nel preserale con Caduta Libera. «So che è tutto in divenire e lo dico qui per la prima volta: vorrei che fosse lui a portare avanti il progetto La domenica del villaggio», svela l'ad di Mediaset. Oltre che a lui, è stato rinnovato anche il contratto a Piero Chiambretti, cui Berlusconi vuole proporre anche una striscia quotidiana di Tiki Taka (confermatissimo in seconda serata su Italia1, il lunedì) e nuovi progetti. Restano legati all'azienda anche Roberto Giacobbo, Nicola Savino e i due giornalisti sportivi Pierluigi Pardo e Massimo Gallegari: per tre anni saranno loro le voci della Champions su Canale 5 e del calcio su Mediaset Infinity, dove commenteranno 104 partite e gli highlights.

Le Iene, si cambia

Con l'addio a Mediaset della Marcuzzi e con Savino impegnato con un altro progetto, cambia tutto anche al timone de Le Iene. «Il profilo resta innovativo e spinto, per questo ogni tot di anni bisogna rinnovare», anticipa Berlusconi. I nuovi conduttori ancora non sono stati individuati, ma Davide Parenti è già al lavoro per trovarli all'interno del gruppo dei personaggi de Le Iene.

From Your Site Articles
Ti potrebbe piacere anche

I più letti