Random
WordsforYou
Random
Musica

Random: «La Ballata Dei Gusci Infranti è un invito ad andare avanti»

L'ultimo singolo dell'artista urban pop multiplatino è stato composto per la colonna sonora dell'omonimo film di Federica Biondi, ispirato ai tragici eventi del terremoto di Amatrice, Norcia e Visso del 2016

«Ho scritto questo brano pensando soprattutto al film, lasciandomi totalmente ispirare da ciò che la storia ha significato per me, e raccontandola a mio modo e con le mie parole. È stata un’esperienza di scrittura musicale totalmente nuova: questa volta io sono stato semplicemente il tramite di un messaggio che va ben oltre me». Parola di Random, uno degli artisti più apprezzati della nuova scena urban pop italiana (con oltre 210 milioni di ascolti su tutte le piattaforme digitali) a proposito del suo nuovo singolo La Ballata Dei Gusci Infranti, l’unico brano cantato della colonna sonora (interamente curata da Zenit) dell’omonimo film di Federica Biondi, ispirato ai tragici eventi del terremoto che ha colpito le zone di Amatrice, Norcia e Visso nel 2016. Ambientato ai piedi dei Monti Sibillini, nell’Appennino umbro-marchigiano, il film racconta la storia di un gruppo di persone che si ritroveranno a condividere lo stesso destino: un giorno, all’improvviso, ogni desiderio di futuro, ogni progetto, s’infrange contro l’orrore di un fortissimo terremoto. Un evento tragico che farà perdere a tutti qualcosa, spezzando la quotidianità e l’equilibrio. «Fare musica per un film è completamente diverso che fare musica per te, è come un altro sport», ci ha raccontato Random, al secolo Emanuele Caso, 21 anni tra qualche giorno, nato in provincia di Napoli ma cresciuto a Riccione.

«Per la prima volta non ho raccontato qualcosa di mio, non ho esposto una mia emozione o qualcosa che ho vissuto io in prima persona, ma ho cantato le emozioni di qualcun altro. Grazie a questa esperienza ho scoperto dei lati nuovi di me, che non conoscevo, oltre al fatto che mi piace essere portavoce di qualcun altro. Il messaggio de La Ballata Dei Gusci Infranti è che la vita ti può cambiare in un attimo, ma tu non aver paura, perché ogni fine è anche un nuovo inizio e non è detto che ogni male arrivi solo per nuocerti. Bisogna sempre andare avanti, se hai paura non continui e ti fermi dove sei». Il video è un omaggio al film: alcune immagini della storia si alternano a quelle dei luoghi ancora feriti dal terremoto e ripercorsi da Random. Colline, case, alberi e strade riacquistano significato arricchendosi di una “nuova storia”. Riguardo alla genesi del brano, Random si è trovato al posto giusto nel momento giusto: «Tutto è partito dalla realizzazione di un sogno di Zenit, il mio produttore da anni, oltre che grande amico, che è stato contattato dalla produzione del film per realizzare la colonna sonora. L'ho vissuta già come una vittoria per lui e ho seguito da vicino tutto il processo artistico. La produzione del film ha capito che, oltre alla colonna sonora strumentale, serviva anche una canzone che racchiudesse, in tre minuti, tutto il significato della pellicola. Zenit mi ha coinvolto e io ero già avvantaggiato perché sapevo già di che cosa parlasse il film e che tipo di suoni stava utilizzando. Nel 2016 abitavo a Riccione, a un'ora e mezza di distanza dall'epicentro del terremoto, e ancora mi ricordo la paura per una scossa che, per noi, non è stata neanche un decimo di quello che hanno vissuto gli abitanti di Amatrice, Norcia e Visso».

Grazie al successo dei singoli Chiasso, Rossetto e Sono un bravo Ragazzo un po’ fuori di Testa -che hanno conquistato 6 dischi di Platino- e alla partecipazione al Festival di Sanremo 2021 tra i Big con il brano Torno a Te («un'esperienza bellissima, che mi ha formato tanto e che mi ha fatto capire tante cose sul mondo della musica»), c'era grande attesa per i due concerti di Random a Roma e Milano che, dopo numerosi rinvii a causa della pandemia, si terranno rispettivamente il 6 ottobre al Teatro Centrale e il 12 ottobre ai Magazzini Generali. «Abbiamo deciso di rimandare gli show direttamente a ottobre, quando potrò farvi ascoltare musica nuova e preparare uno spettacolo diverso da quello che avevo in mente e che è rimasto fermo per troppo tempo. Voglio darvi il meglio di me e sto lavorando duro per questo. Non vedo l'ora di risalire sul palco e di avervi tutti con me e presto sarà così, serve solo un altro po' di pazienza».
...

I più letti