Concerti live a capienza ridotta
Il cantautore Diodato in concerto (Ansa).
Concerti live a capienza ridotta
Musica

Concerti live a capienza ridotta

  • Musica dal vivo nell'estate 2020
  • Appuntamenti da non perdere

Nulla di paragonabile agli eventi pre Covid-19, ma quanto basta per poter dire che la musica dal vivo avrà lo stesso le sue date. Niente stadi e palasport ma arene e auditorium. Con le giuste distanze.

No, non sarà un'estate all'insegna del silenzio. Contro tutte le previsioni, i calendari desolatamente vuoti degli eventi live hanno timidamente iniziato a ripopolarsi. Niente di paragonabile a quella che sarebbe dovuta essere la programmazione originale pre Covid -19, ma quanto basta per poter dire che la filiera della musica dal vivo (oltre 500 milioni di fatturato annuo) ha iniziato a rialzarsi.

Niente palasport, niente stadi, solo spazi medio piccoli e rigorosamente a capienza ridotta. Con un'eccezione, l'Arena di Verona, la patria della lirica e dell'opera, che risuonerà per tutta l'estate con un festival speciale intitolato Nel cuore della musica. Volto e voce dell'Arena che non si arrende sarà Placido Domingo, protagonista assoluto il 28 agosto insieme a Saioa Hernández, affiancata da Saimir Pirgu, e poi nella serata conclusiva del 29 agosto con la star internazionale Sonya Yoncheva e il tenore italiano Vittorio Grigolo. Dei 13.500 posti, soltanto 3 mila (salvo variazioni dell'ultima ora) verranno messi a disposizione del pubblico, sparpagliato lungo le gradinate per rispettare le norme anti-assembramento.

Un caso unico quello dell'arena scaligera, perché tutti gli altri spettacoli all'aperto potranno ospitare al massimo mille persone. La Cavea dell'Auditorium di Roma riaccende le luci per una serie di show che includono Max Gazzè, Nicola Piovani, Stefano Bollani (19 luglio), Alex Britti e Pink Floyd Legend (18 luglio), la band italiana che rende omaggio ad Atom Heart Mother, il disco cult del leggendario gruppo inglese. Tutto, alla Cavea come nel resto d'Italia, nel rispetto delle rigide misure di sicurezza che prevedono il mantenimento della distanza interpersonale (un metro, anche per gli artisti sul palco), la misurazione della temperatura a pubblico e staff e posti a sedere.

Si suonerà nelle location tradizionali adibite ai concerti, ma anche immersi nella natura: è il caso di Musicastelle 2020, in Valle d'Aosta, con una serie di performance in alta quota di Diodato, Elodie e Niccolò Fabi. Al Macerata Opera Festival andranno invece in scena sei recite del Don Giovanni di Mozart firmato dal regista Davide Livermore (18, 24, 26 e 31 luglio, 2 e 8 agosto).

In controtendenza rispetto a molti Paesi europei, l'Italia non ha sposato la politica dei concerti drive-in, che invece entusiasmano inglesi e tedeschi, tanto che l'estate musicale british si presenta all'insegna dello slogan «Live From The Drive In». Tra i protagonisti di luglio e agosto, Gary Numan, Kaiser Chiefs, The Streets, gli Embrace e i Brand New Heavies. Senza dimenticare l'ex voce degli Spandau Ballet, Tony Hadley, che il 24 luglio si esibirà nel parcheggio dell'aeroporto di Leeds.

In Germania, al drive-in va in scena di tutto: dagli show heavy metal ai rave party. Duecentocinquanta le auto ammesse, con non più di due persone per veicolo, un'enorme torre di luci a pochi passi dal deejay e piogge di coriandoli lungo tutta la durata della performance. Difficile credere che possa essere un'esperienza indimenticabile, ma il sold out è quasi sempre garantito.

Se poi non vi sentite ancora pronti per affrontare in prima persona il ritorno ai concerti, sappiate che è da poco disponibile la piattaforma di streaming interattivo A-Live, che permette agli artisti di organizzare un tour virtuale, con concerti a numero chiuso geolocalizzati per aree o città, di incontrare i fan dopo il concerto con videochat esclusive e di percepire il pubblico e le sue vibrazioni. Tutto grazie a una nuova tecnologia che consente di creare una platea virtuale.

Gli appuntamenti da non perdere

Tra le montagne, nell'Auditorium di Roma o al Teatro Antico di Taormina: tutti gli appuntamenti sonori dell'estate.

Max Gazzè, 2, 3, 4 luglio - Roma - Cavea Auditorium della musica

Crossroads Festival Jazz, dal 4 luglio al 14 novembre - Ravenna

Brunori Sas, 11 luglio - Champorcher (Valle d'Aosta)

Nomadi, 11 luglio - Carmignano di Brenta (Padova)

Vibrazioni, 12 luglio - Roma - Cavea Auditorium della musica

40 Fingers, 12 luglio - Passariano (Udine) - Villa Manin

Nicola Piovani, 15 luglio - Roma - Cavea Auditorium della musica

Elodie, 18 luglio, Gressoney (Valle d'Aosta)

Tosca, 22 luglio - Fiesole (Firenze) - Teatro Romano

Irene Grandi, 22 luglio - Roma - Cavea Auditorium della musica

Enrico Ruggeri, 23 luglio - Milano - Castello Sforzesco

Fano Jazz, dal 24 al 31 luglio - Fano (Pesaro). Con Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Michael League

Niccolò Fabi, 25 luglio, Valgrisenche (Valle d'Aosta)

Mozart Requiem, 31 luglio - Arena di Verona

Diodato, 4 agosto - Tindari (Messina) - Teatro Greco (concerto all'alba)

Daniele Silvestri, 9 agosto - Berchidda (Sassari) e 29 agosto - Taormina - Teatro Antico

Boosta (Subsonica), 9 agosto - Passariano (Udine) - Villa Manin (concerto all'alba)

Vivaldi Le quattro stagioni, 13 agosto Arena di Verona

Enrico Rava, 19 agosto - Bergamo - Lazzaretto

Placido Domingo, 28 agosto - Arena di Verona

Ti potrebbe piacere anche

I più letti