Blog

LA TERZA ECONOMIA…

Le cose della vita sono in continuo divenire. Sempre un po’ in salita e senza mai vedere la fine. Il bisogno di non sentirci in sospeso, di ritrovare un equilibrio, una parvenza di normalità, induce i più saggi a resistere, ad andare avanti, a cercare di non abbattersi, a trovare il senso delle cose.

Vivere e cercare di vivere bene è il “must” che ci insegnano le persone che hanno preso coscienza della vita. L’importante è non arrendersi, andare avanti. L’impegno di lavorare, darsi da fare, non chiudersi.
Quando voglio alleggerire la mia testa vado a fare una passeggiata, a volte con le amiche, altre sento la necessità di stare sola. Un anziano, incontrato alla fermata del tram, mi sorride e inizia a parlarmi.
Succede così che, nella solitudine dei pensieri più alti, l’uomo si rivolge a me, dicendomi: “ Signorina, nella vita bisogna prendersi un tempo o un passatempo che ci soddisfi, bisogna imparare ad aspettare, a respirare, a pensare nella giusta direzione”.


Signorina a me? “Grazie Signore, ha ragione, a volte per imparare a sorridere basta un gesto gentile, un pensiero umano, la condivisione di un momento”. Il signore continua parlando di politica, di economia, di massimi sistemi. Poi si ferma e mi dice: “Noi tutti abbiamo bisogno di un’ economia di relazione. Di parlare o di farci ascoltare”. Ricordo che Marco Trabucchi sul Corriere la chiamò “Terza economia”. Quell’insieme di atti che permettono all’anziano di vivere meglio, perché può allentare la vita, perché non più attore primario delle vicende economiche della comunità, ma comunque produttore di ricchezza, per chi sa apprezzare, per se stesso e per gli altri. Maitre à penser e media danno una definizione di questa nuova esigenza, del bisogno di esserci, che non ha età. Va bene l’accettazione della condizione di attori secondari, ma non inutili. Non trasparenti. Non produttori di povertà e solitudine: “Signorina, anche noi produciamo un incremento del Pil e lo possiamo lasciare alla generazione successiva. Siamo ancora in grado di produrre bellezza. Di fare dei lavoretti. Di aiutare”.


Mentre Gatto Panceri mi ha suggerito una canzone: “Io sto bene dove sto e sto male ovunque un po’” il mio nuovo amico continua a parlarmi: “Alla mia età, vede, non si è abbastanza giovani per correre, ma non si è abbastanza vecchi per sentirsi trasparenti e non fare qualcosa. Poi certi doloretti. Certo, avrei potuto parlarle del clima - si è accorta, sta cambiando - della morfologia del territorio, questa nostra grande Milano ci procura con la sua umidità dei dolori cervicali…

754550

Signorina, mi sente”?
“Sì, la sento. Sto imparando ad ascoltare, mi lasci il tempo di riflettere”.
“Ne ha poco, sta arrivando il tram”.
“Ma io non debbo andare a prendere il tram”.
“E allora perché è seduta su questa panchina?”.
“Per ascoltare Lei. Come vede non è trasparente. Questa mattina cercavo un pensiero felice. Dovevo scrivere della nuova linea corpo di Collistar, del benessere a 360 gradi. Dei prodotti corpo, scrub, sos critical areas. Dei prodotti nuovi di Giuliani Lichtena Ideal-lift e Monodermà con le sue vitamine colorate. Cercavo un incipit per non essere banale. Per aiutare le donne a prendersi cura di loro stesse. Di rispettarsi, di rispettare gli uomini. Di imparare ad ascoltarsi”.
“E allora, ha trovato come fare?”
“Si, parlerò di lei e di come mi ha insegnato ad ascoltare e ad ascoltarsi e a guardare come in poco tempo mi ha strappato un sorriso”
“Signorina, lei ha una luce nuova intorno al viso”
“Sono una Signora, una mamma, una moglie, una persona”. Avrò imparato ad usare tutti i prodotti per sentirmi meglio o questo strano signore con il suo calore mi ha fatto sentire molto giovane, fresca, mi ha dato ascolto e io l’ho sentito?”
“Comunque ora vado, devo essere produttivo!”
“A chi lo dice, io devo sembrare una signorina, attiva e piena di energie”!


Cammino, libera, un refolo di vento, mi sento bella, piena di forza, pronta per andare al lavoro, mi volto per capire cosa stia facendo e il signore è già scomparso nel nulla, verso la terza economia!

Ti potrebbe piacere anche

I più letti