Hipster, Yummies, City Dolls, Milf e Dilf: tutte le tendenze del 2014
Getty Images
Hipster, Yummies, City Dolls, Milf e Dilf: tutte le tendenze del 2014

Hipster, Yummies, City Dolls, Milf e Dilf: tutte le tendenze del 2014

Dai moderni narcisi a sexy papà, ecco tutte le categorie di uomini (e donne) più trendy del 2014

Ecco i generi più trendy del 2014 Thinkstock.it

C'erano una volta gli Yuppies, poi è venuto il momento degli Hipster, "specie" diffusa soprattutto a New York, dove la parola d'ordine era stravaganza. Il 2014, però, ha visto la comparsa di altre tendenze, a partire dai normcore, ovvero coloro che seguono normalità e semplicità. Ecco tutti trend del 2014 e alcuni testimonial eccellenti.

Un esempio di ragazzo hipster Thinkstock.it

Hipster

Per hipster si intendono coloro che vivono che controcorrente rispetto al conformismo, che non accettano il consumismo, ma non solo. Il termine in realtà è nato negli anni '40 negli Stati Uniti per indicare gli appassionati di jazz e di bebop. Nel corso degli anni ha assunto connotazioni sempre più differenziate, fino ad indicare ora i giovani (ma anche un po' meno giovani), in particolare newyorkesi, che vestono in modo aquanto lontano dai canoni della moda del momento, ma amano piuttosto indossare camicie o pantaloni a quadrettoni, spesso stretti e con risvolto, farsi crescere baffetti e soprattutto barbe, indossano anche cappellini tipo bombette dal gusto un po' retrò e frequentano botteghe e negozi biologici.

Steve Jobs e l'attore Ashton Kutcher, che intepreta Jobs nella sua biografia. Proprio il fondatore di Apple rappresenta l'immagine-tipo dei normcore. Getty Images

Normcore

Ecco i normcore, ovvero coloro che dicono addio allo stile un po' bohemiène dei cosiddetti bosos, ovvero i bourgeois-bohèm dell'anno scorso. La parola d'ordine è invece stile casual e faccia pulita, un po' come lo scomparso Steve Jobs e come l'attore Ashton Kutcher, scelto proprio per interpretarlo nella biografia cinematografica.

Gli yummies, giovani uomini sempre molto attenti al proprio aspetto e alla propria forma fisica. Thinkstock.it

Yummies

Sono i moderni narcisi, soprattutto uomini ossessionati dalla propria forma fisica, pronti a passare ore in palestra (ma anche dall'estetista!) pur di avere un fisico perfetto. Anche la cura nell'abbigliamento è pressoché maniacale. Hanno preso il posto dei vecchi "metrosexual". Qualche esempio? Non c'è bisogno di vip, basta girare per le grandi città, anche italiane..!

Hugh Jackman (con Deborah Lee-Furnes: è lui il dilf più amato dalle italiane, secondo un sondaggio del 2014 Getty Images

Dilf

Ecco la nuova categoria che ha preso piede anche in Italia: i dilf, ovvero l'acronimo di Dad I'd Like to Fuck. Sono l'equivalente delle dilf e rappresentano quegli uomini - specie se padri di famiglia - tra i 40 e i 50 anni, con ancora fascino da vendere (nonostante la pancetta). Secondo un sondaggio, condotto nel 2014 da AshleyMadison, i più amati dalle donne italiane sono attori come Chris Noth, Matthew McConaughey o Huch Jackman, senza dimenticare Brad Pitt

Penelope Cruz, considerata la "regina" delle Milf 2014. Getty Images

Milf

Nella categoria delle Milf (Mother I'd Like to Fuck) rientrano a pieno titolo le mamme ancora in splendida forma. L'età, generalmente, si aggira intorno ai 40 anni, ma non mancano esempi di sexy mamme più giovani, come Melissa Satta. La reginetta delle milf resta comunque Penelope Cruz.

Lori Del Santo, esempio di cougar, che sceglie fidanzati sempre molto più giovani di lei. Nella foto con Rocco Petrantonio Getty Images

Cougar

Sempre a proposito di gentil sesso, ecco le cougar, le donne mature e di bell'aspetto che si scelgono come fidanzati ragazzotti molti più giovani di loro. Spesso ricche, non disdegnano un po' di "aria fresca", che le aiuta a mantenersi giovani e sempre in forma, nel corpo e nell'anima. Un esempio? Lori Del Santo, 56 anni, fidanzata con Marco Cucolo di 30 anni più giovane di lei.

I city dolls, moderni ragazzi abituati ad avere tutto, pigri e un po' annoiati Thinkstock.it

City Doll

Per finire ecco i city doll, ovvero i giovani "urbani", narcisi, pigri e abituati ad avere tutto senza troppa fatica. Hanno preso il posto dei vecchi bamboccioni o dei choosy (gli schizzinosi, Fornero docet): come spiega il nome, di origine americana, sono dei bambolotti pigri, generalmente benestanti, con l'aggravante di essere sempre pronti ad autocommiserarsi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti