LICreate @iStock (2018)
Tecnologia

Gmail: ecco l'aggiornamento che cambia il nostro modo di usare l'email

Dalla possibilità di posticipare la lettura di un messaggio alle risposte rapide: ecco come sarà la nuova posta di Google

Nuovo aggiornamento in vista per Gmail, l’account di email più utilizzato nel mondo. L’update, svelato da alcuni documenti segreti (ma evidentemente non troppo) inviati al team di GSuite,  conterrà quatto grandi novità che riguardano l’applicazione desktop del servizio. Nello specifico:

  • Un’interfaccia rinnovata, più vicina ai canoni del material design che abbiamo imparato a conoscere nel mondo mobile
  • La possibilità di posticipare la lettura di un’email: la comoda funzione, già presente su un altro prodotto satellite di Gmail (InBox), consente di visualizzare in seguito un messaggio apparso nella casella di posta.
  • Le risposte rapide (smart reply): dopo il buon test sull’applicazione mobile, Google estende anche anche al client desktop la possibilità di sfruttare una serie di risposte predefinite per replicare più rapidamente a una domanda presente all'interno di un’email
  • Maggiore integrazione con le applicazioni di G Suite: che significa velocizzare il passaggio dall’email a tutte quelle applicazioni (Google Calendar, Hangouts, Drive, Documenti) che fanno parte del portfolio di servizi gratuiti della grande G.

Perché è importante: l’obiettivo di Google sembra essere quello di far convergere le due versioni dell’applicazione - quella fissa e quella mobile - all’interno di un unico modello di servizio. Considerato il vastissimo numero di utilizzatori del servizio (oltre 1 miliardo e 200 mila gli utenti censiti fino a poco tempo fa) , ce n’è abbastanza per parlare di una mezza rivoluzione nell’uso comune dell’email. 

Quando sarà disponibile: Google parla esplicitamente delle “prossime settimane”, tuttavia bisognerà capire come sarà gestita la distribuzione: se le nuove funzionalità verranno rese disponibili simultaneamente in tutto il mondo, o se invece verranno inizialmente limitate al solo mercato americano.

Per saperne di più

Ti potrebbe piacere anche