Don Gallo, il prete degli ultimi in sei splendide foto di Giorgio Lotti
Don Gallo, il prete degli ultimi in sei splendide foto di Giorgio Lotti
Foto

Don Gallo, il prete degli ultimi in sei splendide foto di Giorgio Lotti

Sei splendidi ritratti per ricordare una vita trascorsa a fianco dei più deboli "in direzione ostinata e contraria"

Genovese doc, attratto dalla vita salesiana, inizio' il noviziato nel '48. Definito "anarchico e comunista", per la sua chiara collocazione politica divenne ben presto un punto di riferimento per molti militanti di sinistra, cristiani e non. La predicazione di Don Gallo irritava una parte di fedeli e preoccupava i teologi della Curia, perché, si diceva, i suoi contenuti "non erano religiosi ma politici, non cristiani ma comunisti". Per questo, dalla stessa Curia, fu messo all'angolo. Prete dei poveri, dei diseredati, degli emarginati, dei tossicodipendenti, fu amato soprattutto dalla "gente che non conta" E a lui questo bastava. 

Mondadori Portfolio /Archivio Giorgio Lotti /Giorgio Lotti

Ti potrebbe piacere anche

I più letti