Novaltec Group, il welfare aziendale che fa la differenza
La sede di Novaltec
Novaltec Group, il welfare aziendale che fa la differenza
Economia

Novaltec Group, il welfare aziendale che fa la differenza

Sono le attenzioni verso i dipendenti, verso le persone più che il fatturato anche in emergenza coronavirus, i punti di forza di questa azienda veneta leader nel campo della sanificazione

È una storia di eccellenza del Made in Italy, di quell'Italia operosa e geniale composta di uomini instancabili capaci di lavorare notte e giorno per dare forma a un'idea e farne un caso imprenditoriale di successo. È la storia di Novaltec Group, azienda di Scorzé fondata 26 anni fa da Pierangelo Maren, specializzata nella produzione di sanificatori ambientali professionali e industriali che oggi, nonostante la difficoltà di reperimento di materie prime, tutte italiane, continua a lavorare per garantire al maggior numero di Aziende Usl, enti pubblici e settore privato la tutela ambientale necessaria per tutelare la salute delle persone.


Pierangelo Maren, il fondatore di Novaltec Group


Dai sanificatori a Ozono ai generatori di vapore dotati di virucida in grado di interrompere la catena riproduttiva di virus come Ebola o Sars, e dunque efficaci anche in questa nuova emergenza, Novaltec non si ferma: «Stiamo lavorando a ciclo continuo - conferma Maren - anche se fatichiamo moltissimo a trovare le materie prime come rame o acciaio perché riceviamo tantissime richieste e non vogliamo lasciare indietro nessuno».

Così gli oltre 70 dipendenti del gruppo, non si tirano indietro e sostengono il fondatore in questa fase delicata.

Del resto Maren raccoglie, in termini di affezione e dedizione al lavoro, anni di politiche pensate per 'far stare bene' i suoi dipendenti. In Novaltec Group ci sono, infatti, l'asilo e il doposcuola «Perché altrimenti quando le scuole sono chiuse, come fanno i genitori?» pagato dall'azienda, così come pagati dall'azienda sono i corsi d'inglese per i ragazzi, che comprendono la visione di film in lingua originale proiettati nel 'salone cinematografico', la palestra pensata per restare in forma e l'agorà dove prendere il caffè tutti assieme.


L'asilo all'interno della sede di Novaltec


«Quando ho fondato Novaltec Group avevo due idee ben chiare nella mente - racconta Pierangelo Maren - la prima era di creare un'azienda in cui i dipendenti si trovassero bene, fossero soddisfatti e vivessero in un ambiente confortevole e stimolante. La seconda era che i clienti, a prescindere dai loro ordinativi, venissero sempre trattati con riguardo e attenzione scrupolosa».

Tenendo sempre a mente questi due obiettivi, Maren, ha dato vita a una realtà imprenditoriale solida, i cui prodotti sono venduti in una quarantina di paesi del mondo: dall'Arabia Saudita all'Irlanda passando per India e Australia.

«In azienda abbiamo un motto: Non si bada a spese. I nostri prodotti devono essere i migliori, la nostra è una costante ricerca della qualità esasperata. Tutto deve essere fatto al massimo, a partire dalle materie prime e dalla componentistica dei nostri macchinari fino ai servizi di customer care che devono essere eccellenti. Così, ad esempio abbiamo pensato di estendere la garanzia legale a 2 anni, anche laddove la legge la prevede di uno solo. Abbiamo ritenuto doveroso offrire ai nostri clienti il massimo della tutela e dell'assistenza».

L'interno della sede di Novaltec

Dare il massimo in Novaltec non significa, però, lavorare senza tregua dalle 9 alle 18: «Non mi preoccupo della gestione oraria dei miei dipendenti: non mi importa quante ore lavorano. La sola cosa che mi sta a cuore è che raggiungano i risultati che abbiamo concordato assieme e che abbiamo valutato alla portata di ognuno. Non voglio mettere sotto stress i miei collaboratori, voglio sostenerli e aiutarli a far raggiungere loro il traguardo che si sono dati. Li incentivo e li premio, quando ce la fanno, mi siedo e rivedo assieme a loro la strategia quando qualcosa non va».

E poi, ogni giorno, a una certa ora ci si vede tutti in 'piazza', ossia nell'agorà dell'azienda, il luogo in cui fermarsi assieme per una pausa caffè, un po' di chiacchiere e qualche risata, perché col sorriso e la leggerezza si lavora meglio, si produce di più e si torna a casa soddisfatti pronti per ripartire il giorno dopo. Anche oggi, anche nell'emergenza Coronavirus, perché, conclude Maren: «Solo insieme, uniti e determinati ce la faremo».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti