lotteria scontrini
(Ansa)
lotteria scontrini
Economia

Lotteria degli scontrini: cosa succede adesso

La prima estrazione mensile sarà l'11 marzo

La riffa di Stato è ufficialmente iniziata e l'11 marzo ci saranno le prime 10 estrazioni da 100.000 euro della lotteria degli scontrini, iniziativa governativa sviluppata nell'ambito del progetto "Italia cashless".

Dal primo febbraio a oggi oltre 4 milioni di persone hanno richiesto il codice necessario per partecipare all'estrazione e il numero di transazioni valide per la prima estrazione mensile in programma l'11 marzo e basata sugli acquisti avvenuti tra il primo e il 28 febbraio è di 16.958.486 milioni di euro.

Cos'è la lotteria degli scontrini

Questo significa che tra tutti gli scontrini elettronici inviati telematicamente dagli esercenti per ogni euro di spesa effettuata fino a un massimo di 1000 euro di acquisti per 1000 biglietti ricevuti ne verranno estratti 10 per una valore di 100.000 euro l'uno.

Come partecipare

Per partecipare all'estrazione, però, bisogna aver richiesto il "codice lotteria" sull'apposita piattaforma governativa e aver comunicato tale codice al commerciante nel momento dell'acquisto. Sarà stato obbligo de commerciante (che a sua volta può così partecipare all'estrazione di 10 premi mensili da 20.000 euro) registrare telematicamente il potenziale "scontrino vincente" che entrerà a far parte della gara. Se non lo dovesse fare l'esercente potrebbe incappare in sanzioni amministrative dai 100 ai 500 euro.

Quali spese sono valide

Non tutti gli acquisti elettronici superiori a un euro, però, sono validi al fine della lotteria. Intanto, come detto, solo le spese non effettuate in contanti vanno bene; in secondo luogo non possono considerarsi valide le compere realizzate tramite ticket restaurant o in modalità mista contanti-moneta elettronica e infine non possono essere computabili gli scontrini dove appare il codice fiscale dell'utente.

Inoltre per poter partecipare alla lotteria degli scontrini bisogna essere maggiorenni e residenti in Italia. L'idea è quella di spingere i consumatori a richiedere l'emissione dello scontrino fiscale e parimenti invitare i commercianti a rispettare la legge senza essere tentati dal "Nero".

La lotteria degli esercenti

Ulteriore incentivo in questo senso nasce proprio dalla lotteria degli esercenti. A loro, infatti, spetterà l'onere di avere registratore di cassa telematico (la cui omologazione sarà obbligatoria a partire dal primo aprile) per trasmettere i dati dopo aver abilitato la tracciabilità dell'operazione avvenuta. Fatto questo anche l'esercente potrà partecipare alla sua lotteria di categoria che prevede 10 premi mensili da 20.000 euro.

Tutti i premi non sono soggetti ad alcuna tassazione visto che sia commercianti sia consumatori hanno già pagato la rispettiva quota di Iva sull'acquisto avvenuto.

Le estrazioni

Oltre alle estrazioni mensili da 100.000 euro ci sono anche le settimanali da 25.000 euroe quella annuale da 5 milioni di euro che la sorte assegnerà a un fortunato italiano che avrà effettuato acquisti dal primo febbraio al 31 dicembre. In caso di vittoria il consumatore verrà avvisato istantaneamente tramite e-mail o messaggio e avrà 90 giorni per reclamare il suo premio.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti