Rosemary Roberts / Alamy
Economia

I 10 paradisi dove trasferirsi dopo la pensione

Panama, Ecuador e Malesia sul podio. L'Italia in undicesima posizione

Dove andare dopo la pensione

Il numero delle persone che decidono di lasciare il proprio Paese e trascorrere all'estero gli anni della pensione cresce sempre di più e il tema continua ad attrarre l'attenzione della stampa internazionale. Pochi mesi faavevamo riferito che per Forbes la destinazione migliore è l'Australia, seguita da Belize, Canada, Cile e Colombia. Ora una rivista specializzata americana, International Living, ci offre la sua classifica, con risultati alquanto diversi da quelli raggiunti da Forbes: basti pensare che l'Australia non compare nella top ten. Per International Living, i fattori chiave sono costo della vita, infrastrutture, assistenza sanitaria, possibilità di integrarsi nel tessuto sociale locale, disponibilità di alloggi, clima e eventuali incentivi al trasloco promossi dalle autorità. Vediamo la top ten, dalla quale è fuori per un pelo l'Italia, che si posiziona undicesima.

1 - Panama

In vetta alla classifica troviamo Panama. Motivazione? È l'unico Stato anocra in via di sviluppo ad avere una capitale così avanzata. Tutto è a portata di mano, tutto costa poco e il Paese è sicuro, stabile e accogliente. Ma a far pendere la bilancia in favore di Panama è stato soprattutto il programma "Pensionado".

2 - Ecuador

A un passo dalla prima posizione c'è l'Ecuador. Coniuga tutti i vantaggi degli altri Paesi sudamericani presi in esame in questa classifica, al punto che i redattori di International Living confessano quanto sia difficile scegliere i principali tra i molti vantaggi che offrirebbe un trasferimento da quelle parti.

3 - Malesia

Medaglia di bronzo alla Malesia. L'ex possedimento britannico ha ricevuto in eredità dal periodo coloniale l'efficineza dei servizi e un'amministrazione ben funzionante, che si coniugano a paesaggi mozzafiato, a un costo della vita alla portata di tutti e a uno stimolante multiculturalismo.

4 - Costa Rica

Appena fuori dal podio c'è la Costa Rica: ai pensionati di tutto il mondo offre la possibilità di sperimentare quella che i locali chiamano la pura vida, fatta di tranqullità, modernità e intraprendenza. E l'efficienza del sistema sanitario offre quel quid in più.

5 - Spagna

Unico grande Paese europeo in questa classifica, la Spagna si posiziona al quinto posto. Il solo fatto di essere nel Vecchio Continente è un vantaggio non da poco; la storia millenaria della Spagna e il costo della vita relativamente più basso rispetto ai Paesi vicini fanno il resto.

6 - Colombia

La Colombia si classifica sesta per International Living, ma se si facesse una media con la classifica di Forbes arriverebbe al primo posto. Al crocevia tra la cordigliera delle Ande, la foresta amazzonica e i Caraibi, la Colombia offre un'esperienza talmente diversificata (e a prezzi contenutissimi) che può essere davvero la scelta migliore.

7 - Messico

Settimo è il Messico, dove già hanno trovato il loro buen retiro molti anziani statunitensi, felici di aver scoperto un paradiso a due passi da casa. Bellezze naturali e architettoniche si coniugano a uno stile di vita rilassato che sembra ritagliato sulle esigenze di un pensionato.

8 - Malta

Malta si calssifica ottava. La piccola isola del Mediterraneo ha un clima spendido e ambientarcisi è facilissimo: il contesto è ancora britannico, con forti influenze italiane e chi sente nostalgia di grandi metropoli può prendere l'aereo e raggiungere in un battibaleno le grandi capitali europee.

9 - Uruguay

L'Uruguay i colloca al nono posto, soprattutto grazie alla qualità della vita. Vivere a Montevideo è paragonabile a vivere in una bella città europea: a differenza di altri Paesi dell'America Latina, il livello di criminalità è basso, per cui è possibile passaggiare lungo i viali di Montevideo o rilassarsi su una delle tante spiagge che si affacciano sull'Oceano.

10 - Thailandia

Al decimo posto c'è la Thailandia: sole, mare e costo della vita bassissimo. Le spiagge del Sud, le foreste del nord e la vivacità urbana di Bangkok compongono un mix perfetto, del quale si può godere spendendo davvero poco. Tre Euro per un pasto, 350 per l'affitto e trenta per una visita medica di buon livello.








Ti potrebbe piacere anche

I più letti