Sydney - Australia
Sydney - Australia
Economia

Australia e Svizzera regine di ricchezza e benessere

L'economia globale è ripartita, e Berna, Canberra e Washington ne approfittano

Classifiche

Opportunità di lavoro, ricchezza, benessere, qualità della vita prima e dopo la pensione: sono decine ormai le classifiche che, ogni settimana, ci spiegano dove si vive meglio e dove no sulla base di un certo parametro. Ovviamente non c'è grande uniformità nei paesi che entrano nella top ten, ma quello che stupisce di più è notare la regolarità con cui l'Australia compare tra le primissime posizioni

Australia

Questa settimana, ad esempio, ha ottenuto più di una medaglia d'oro all'interno del 2014 Global Wealth Report, una ricerca pubblicata da Credit Suisse che analizza come ricchezza e benessere sono distribuiti da più di un punto di vista. Sulla base dei dati raccolti dalla banca svizzera, la popolazione più ricca del pianeta è proprio quella australiana. In questo paese, infatti, il tasso di benessere pro-capite, è di 225mila dollari, quasi centomila dollari in più dei belgi, secondi in classfica con 173mila dollari. A sorpresa, la banca di investimenti d'oltralpe mette in terza, quarta e quinta posizione, a pari merito con 130mila dollari, Italia, Francia e Regno Unito, seguite da Svizzera, Giappone e Singapore con 110mila. 

Benessere e crisi economica

Il rapporto di Credit Suisse indica anche che il benessere economico globale è cresciuto del 20 per cento rispetto ai livelli pre-crisi, e addirittura del 40 prendendo in considerazione le fasi peggiori che hanno caratterizzato il periodo 2008-2013. Attenzione però: il fatto che il livello complessivo di ricchezza abbia ricomincato a crescere non significa che i paesi che più hanno sofferto per il crack finanziario ora stiano bene o addirittura meglio di prima. Il caso australiano dimostra esattamente il contrario: a livello globale l'economia è ripartita, ma i paesi che sono riusciti ad aggiudicarsi il nuovo benessere da essa generata sono diversi da quelli che erano soliti dividerselo fino a una decina di anni fa. Solo per il 6 per cento degli australiani il livello di benessere personale scende oggi sotto la soglia dei 10mila dollari, cinque anni fa questa percentuale era più che doppia. Negli Stati Uniti, invece, rientra in questa categoria il 29 per cento del paese, il 70 se consideriamo l'intera popolazione mondiale. 

Milionari e ricchezza

Anche in quanto a ricchezza e numero di milionari l'Australia non scherza. Dopo la Svizzera, l'Australia è il secondo paese più ricco in assoluto, ma a differenza della Svizzera, o di Hong Kong e degli Stati Uniti, dove il livello di disuguaglianza è molto alto, quello australiano è considerato medio, come quello olandese, neozelandese, canadese, francese e singaporeano. Nella classifica che mette in evidenza la ricchezza media dei singoli paesi Svizzera e Australia sono seguite da Norvegia, Stati Uniti, Svezia e Regno Unito. L'Australia è poi una delle nazioni in cui il numero di milionari sta crescendo più rapidamente, insieme a Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania e Italia

2014-2019

Le previsioni in merito a quanto crescerà la percentuale mondiale di milionari tra il 2014 e il 2019 vede aumentare questi ultimi del 53 per cento su scala globale. Anche se in valori assoluti continueranno ad essere Europa e Stati Uniti le regioni con la maggiore concentrazione di ricchezza pro-capite, i milionari cresceranno a un ritrmo del 93 per cento in Africa, del 94 in Cina del 61 in India e del 62 nel Pacifico. L'America Latina, invece, si assesterà su percentuali più basse, di poco superiori alla soglia del 50. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti