Edoardo Frittoli

-

Era il 1 aprile del 1964 quando un piccolo bimotore da otto posti Beechcraft Twin Beech marche I-SARE diede inizio alla storia di Alisarda decollando dalla pista in terra battuta del piccolo aeroporto sardo di Olbia-Venafiorita.

La piccola società di aerotaxi era stata fondata un anno prima, il 29 marzo 1963, dall'Aga Khan IV allo scopo di favorire lo sviluppo della Costa Smeralda dove il principe aveva investito ingenti somme nello sviluppo turistico della Sardegna Nord-orientale.

I piccoli Beechcraft a pistoni collegarono il minuscolo aeroporto che fu della Regia Aeronautica durante la guerra, con Roma Fiumicino. Nel primo anno di attività, data anche l'esigua capienza dei velivoli in servizio, i passeggeri trasportati furono meno di 200. Il primo salto avverrà due anni dopo, nel 1966, quando la compagnia dell'Aga Khan investì nell'acquisto di più capienti e performanti Nord 262 da 26 posti, un biturboelica della francese Aérospatiale che permetteva una velocità di crociera di circa 380 Km/h accorciando notevolmente i tempi di volo.

Con la nuova tratta Olbia-Milano Linate inaugurata nello stesso anno, i passeggeri trasportati sfiorarono già le 6.000 unità.

Al boom del turismo sull'isola fece seguito un progressivo potenziamento della flotta di Alisarda e del piccolo "hub" di Venafiorita, con la realizzazione di una pista in asfalto. Dalla fine degli anni '60 Alisarda integrò la flotta con i Fokker 27 in grado di ospitare sino a 56 passeggeri e di volare a 460 Km/h.

Tra il 1969 e il 1974, in seguito alla dismissione di Olbia-Venafiorita, fu costruito l'attuale aeroporto di Olbia-Costa Smeralda, ormai collegato da Alisarda con i principali scali italiani. Quando arrivarono i primi Douglas DC-9 a reazione fu inaugurato anche il primo hangar adibito alla manutenzione.

Dal 1978 Alisarda si espande all'estero con i voli su Zurigo, Ginevra, Francoforte, Parigi e Dusseldorf. I primi MD-82 arriveranno nel 1984 rimanendo in servizio fino al 2017 con la livrea Meridiana quando verranno dismessi. Uno di loro, il primo entrato in servizio con Alisarda, si trova attualmente esposto al museo dell'aviazione di Volandia. Nel 1989 viene costituita la Gesar, la società di gestione aeroportuale di Olbia di cui Meridiana è principale azionista. Superato il milione e mezzo di passeggeri e raggiunta la piena dimensione internazionale delle rotte, fu deciso dall'assemblea degli azionisti di cambiare la ragione sociale in Meridiana SpA.

Con la nuova livrea, che tuttavia rimaneva fedele nei colori all'ultima vestita con Alisarda, la compagnia di Olbia acquista rotte e utenti, ampliando la flotta con i nuovi Embraer BAe-146. Il traguardo dei 3 milioni di passeggeri sarà raggiunto nel 1999, poco prima della contrazione del traffico aereo mondiale dovuto agli effetti degli attentati terroristici dell'11 settembre 2001.

Grazie alle nuove strategie di marketing inaugurate nella prima metà del decennio, Meridiana riesce a mantenere il traffico passeggeri oltre i 3,5 milioni, con il successivo rinnovo della flotta per l'arrivo dei nuovi Airbus. Nel 2004 entra in concorrenza diretta con Alitalia e Air One nella frequentatissima tratta Milano Linate - Roma Fiumicino.

Nella seconda metà degli anni 2000 Meridiana assorbe il vettore charter Eurofly, mentre nel 2007 espande le rotte turistiche verso le più frequentate isole del Mediterraneo e verso il nuovo mercato dell'Est Europa. Alla fine dell'anno arriva il primo collegamento intercontinentale Roma - New York JFK.     

Nel 2011 Meridiana, diventata Meridiana Fly dopo l'acquisizione di Eurofly, annuncia il piano di integrazione con la compagnia charter Air Italy. La compagnia privata era nata nel 2005, diretta dal pilota e imprenditore Giuseppe Gentile che dall'atto della fusione assumerà la carica di Ceo di Meridiana. La flotta sarà incrementata dai Boeing 737 della compagnia appena assorbita.

Gentile lascerà il timone della neonata holding nel 2013 a causa del dissesto finanziario e per le divergenze con l'azionista storico Aga Khan. Quest'ultimo, che nel lontano 1963 aveva fondato Alisarda, riprese le redini di Meridiana, la cui denominazione torna alle origini con il cambio di ragione sociale in Alisarda SpA.

Nel 2016 è annunciato il piano di ingresso di Qatar Airways nella compagine azionaria di Meridiana, che si concretizza alla fine di settembre 2017.

Il 19 febbraio 2018 i vertici di Alisarda e Qatar annunciano la nascita del nuovo vettore Airitaly che ambisce, secondo le parole del Presidente di Meridiana Francesco Violante, al raggiungimento dell'obiettivo di 10 milioni di passeggeri trasportati entro il 2022. L'attacco ad Alitalia è cominciato a 54 anni dal decollo del piccolo Beechcraft con i suoi 8 passeggeri stipati a bordo.     

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ecco come Meridiana diventa Air Italy e lancia la sfida ad Alitalia

Sotto la guida di Qatar Airways, socio a fianco dell’Aga Khan, la compagnia cambia nome e annuncia una forte espansione di flotta e rotte

Commenti