Sean Gallup/Getty Images
Economia

4 consigli per negoziare un aumento di stipendio

Siate realisti, flessibili, attenti a cosa offre il mercato ma non dimenticate di mettervi nei panni del vostro datore di lavoro

Quando si inizia un nuovo lavoro, soprattutto se le fasi di ricerca e selezione sono durate molto, la maggior parte delle persone tende ad accettare le condizioni del contratto senza porre particolari resistenze. La convinzione che tanti neo-assunti condividono è che in prima battuta offrire l'immagine di impiegato soddisfatto paghi, perché qualsiasi datore di lavoro, naturalmente dopo aver avuto il tempo per rendersi conto della bravura della new entry dell'ufficio, troverà più che naturale accordarle un aumento di stipendio. E invece non è così. Per quanto difficile possa sembrare, tutti i dettagli dell'assunzione dovrebbero essere negoziati con attenzione e fermezza prima di accettare l'offerta. Anche i selezionatori, infatti, si aspettano che il neoassunto dia il meglio di se' proprio per convincerli di aver fatto la scelta giusta. Il che vuol dire, sempre dal loro puto di vista, che non storcerà il naso per qualche ora di straordinario non prevista o per un viaggio incastrato in agenda con poco preavviso. E' tutto normale, e lo stesso vale per lo stipendio: ottenere un aumento non è impossibile, ma non ce lo si può aspettare a pochi mesi dall'assunzione.  

Quando si parla di scatti salariali, poi, bisogna tenere presente che spesso al desiderio dei dipendenti di ottenere una gratifica economica per le loro qualifiche non corrisponde la volontà dei superiori di accordarla. Ecco perché prima di affrontare questo difficile argomento con i propri responsabili è opportuno valutare almeno cinque elementi

Stipendi e mercati

Secondo gli esperti della BBC, il primo elemento da chiarire è se si è convinti di meritare ciò che si chiede: determinazione e sicurezza sono infatti fondamentali per affrontare quella che sarà certamente una contrattazione difficile a testa alta. Il secondo è se si desidera un aumento come pura gratificazione economica o se è la posizione in una particolare azienda a non essere ritenuta soddisfacente perché offre poche opportunità di crescita. Se nel secondo caso l'unica strada da percorrere è quella di cercare un nuovo lavoro, nel primo prima di mollare tutto vale la pena capire cosa l'azienda stessa potrebbe essere disposta a offrire. Attenzione però: è bene non dare l'interesse ad accordare uno scatto salariale per scontato. Prima di chiedere l'impossibile, fate una breve ricerca di mercato per capire se nel vostro settore esiste il tipo di posizione che desiderate e quanto viene remunerata in media. Perché qualora non corrispondesse alle vostre aspettative, converrebbe lasciare perdere e iniziare fin da subito a guardare altrove. 

Flessibilità e compromessi

Ancora prima di intavolare la discussione su un ipotetico aumento con il vosto capo, fareste bene a chiarirvi che cosa sia per voi accettabile e che cosa no. Averlo deciso in anticipo vi aiuterà a individuare un compromesso accettabile senza farvi mettere in difficoltà dagli imprevisti. Le probabilità che alla vostra richiesta corrisponda un "sì" sono molto basse. Quindi meglio partire da un obiettivo leggermente più alto (ma non esagerato) per mostrare poi di essere disposti ad accettare un incremento minore, e valutare bene la propria predisposizione verso altre forme di ricompensa, come una settimana in più di ferie pagate o la disponibilità a lavorare da casa magari per un gioro alla settimana. Averci già pensato vi permetterà di non essere colti alla sprovvista. 

Valutare tutti i punti di vista

Provate sempre a mettervi nei panni del vostro datore di lavoro. E' ragionevole ciò che state chiedendo? Lo meritate davvero? L'azienda può permettersi di pagarvi di più? Qualora l'aumento che chiedete vi venisse concesso, come la prenderebbero gli altri colleghi? Uno scatto salariale deve essere considerato giusto e ragionevole, altrimenti non verrà mai accordato. Quindi cercate di giocare bene le vostre carte, dimostrando all'azienda che non può fare a meno di voi, altrimenti l'unico risultato che riuscirete a ottenere sarà quello di mettervi in cattiva luce. 

Simpatia, realismo e intelligenza

Ricordate di rimanere realisti in merito a richieste e aspettative, altrimenti non otterrete proprio nulla. Quando interagite coi vostri superiori cercate di non innervosirvi mai. Puntate sui fatti, perché saranno i numeri a convincerli, non il tono della voce. Cercate di consigliarvi con qualche collega più anziano e, soprattutto, non imponete ultimatum. La richiesta che voi avete preparato con cura potrebbe cogliere i vostri interlocutori di sorpresa. Conviene quindi dare loro del tempo per valutare la proposta ricevuta, e magari anche per capire se meritate di essere accontentati o no. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti