Bose
Tecnologia

Cinque oggetti tecnologici che aiutano a dormire meglio

Le cuffie e la fascia rilassanti, il cuscino che respira e altre invenzioni per raggiungere più in fretta il mondo dei sogni

Promettono di farci addormentare prima, di riposare di più o almeno provarci. Ecco cinque alleati tecnologici notturni che per portare a termine la loro missione soporifera chiedono di seguirci fin dentro il letto.

Dreem

La fascia soporifera

Dreem (499 euro), equipaggiata con piccoli sensori in grado di rilevare l’attività del cervello, gli invia stimoli sonori progettati per indurne il rilassamento. L’audio benefico si propaga tramite le ossa del cranio (è la cosiddetta conduzione ossea), viaggiando dalla fronte fino alle orecchie.

Somnox

Il robot che respira

Somnox (549 euro) riproduce il respiro umano. È sufficiente accenderlo, tenerlo accostato al corpo e imitarne il ritmo per addormentarsi. Da una app s’imposta il timer del suo funzionamento, così si spegne in automatico.

Asus

Lo smartwatch instancabile

VivoWatch BP di Asus (200 euro) registra vari parametri vitali e la qualità del riposo. Poi li usa per offrire consigli personalizzati per uno stile di vita salutare. La batteria dura 28 giorni.

Bose

Gli auricolari rilassanti

Gli Sleepbuds di Bose (270 euro) mascherano i rumori notturni molesti, inclusi quelli del partner che russa, sostituendoli con suoni che conciliano il sonno. Gli accessori in tre taglie li adattano alla forma di ogni orecchio.

DreamLight Pro

La maschera multifunzione

DreamLight Pro (265 euro) culla gli occhi proiettandogli davanti luci dall’effetto soporifero. Dagli altoparlanti integrati si ascoltano i suoni della natura, così sembra di essere distesi in mezzo a un bosco.

Per saperne di più

Ti potrebbe piacere anche