Lifestyle

La Eat Art di Daniel Spoerri

Fino al 30 agosto 2015, al M.A.X. museo di Chiasso una mostra dedicata all’ opera dell’artista precursore della Eat Art

Attraverso la poetica di Spoerri - da sempre attento ad una riflessione critica sui principi fondamentali della nutrizione, in rapporto al valore spirituale dell’uomo - la mostra al M.A.X Museo di Chiasso intende illustrare in maniera giocosa e rivolta a un vasto pubblico l’attrazione continua dell’umanità nei confronti dell’epocale tema del cibo (tematica fulcro di EXPO 2015), visto come interfaccia fondamentale fra arte e vita.

In mostra sono presenti quasi duecento opere, fra cui i famosi “assemblaggi”/tableaux-pièges (assemblages di oggetti di uso quotidiano fissati a supporti e ribaltati nell’orientamento), sculture, collage, lettere, manifesti, volantini, riviste, menù, litografie e i curiosi e ironici schizzi dell' artista svizzero - romeno.

Noto a livello internazionale, Spoerri è presente con sue opere nelle principali collezioni d’arte contemporanea, fra cui il MoMA di New York, il Museum of Contemporary Art di Sidney, il Mumok di Vienna e il Moderna Museet di Stoccolma.

La mostra è coprodotta con la Galleria civica di Modena e con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena (Modena è collocata nel triangolo di produzione di cibo più importante in Europa e proprio per questo motivo vi si trova una folta presenza di collezionisti di opere della corrente della Eat Art )

Daniel Spoerri
Eat Art in transformation
m.a.x. museo, Chiasso (Svizzera)
via Dante Alighieri 6
Fino a domenica 30 agosto 2015

Biblioteca nazionale svizzera, Gabinetto delle stampe: archivio Daniel Spoerri
Daniel Spoerri, Quadro trappola dalla valigia di Fluxus, 1973, oggetto pop-up di carta stampata
Ti potrebbe piacere anche

I più letti