Senza sentimento e incapace di amore
Senza sentimento e incapace di amore
Cultura

Senza sentimento e incapace di amore

Alcune lettere non avremmo mai dovuto scriverle e spedirle; altre sostano in perenne bozza mentale; altre ancora sono state già scritte in nostra vece. In ogni epoca della vita, ci sono destinatari nei confronti dei quali la nostra pietà …Leggi tutto

Alcune lettere non avremmo mai dovuto scriverle e spedirle; altre sostano in perenne bozza mentale; altre ancora sono state già scritte in nostra vece. In ogni epoca della vita, ci sono destinatari nei confronti dei quali la nostra pietà o la nostra muta delusione scambiata per indifferenza ha impedito che prendessimo la penna.

Perché ci vuole umiltà per spedire una lettera addolorata, e una specie di ingenuità nel mettersi a nudo. Se ogni riga profana la sacralità inviolabile del rancore, è vero che anche la parola più risentita, più goffa e maldestra, ci restituisce alla nostra umanità, e niente è più duro del silenzio.


Friedrich Nietzsche a Lou von Salomé a Berlino

<Prima metà di dicembre 1882>

Che io abbia molto sofferto, mi è del tutto indifferente di fronte all’interrogativo: è possibile che Lei ritrovi se stessa, o no? – Fino a oggi non ho mai frequentato una persona misera come Lei
Ignorante – ma acuta
ricca nello sfruttare ciò che sa
priva di gusto, ma ingenua in questo difetto
sincera e schietta nel particolare, di solito per orgoglio;
in generale, per quel che riguarda l’atteggiamento complessivo, insincera (malata per eccesso di lavoro ecc.)
Priva di qualsiasi tatto nel prendere e nel dare
senza sentimento e incapace di amore
nei sentimenti sempre morbosa e prossima alla follia
priva di gratitudine e di pudore verso chi le è benefattore
infedele, e pronta a sostituire nei rapporti qualunque persona con qualunque altra
incapace di gentilezza d’animo

avversa alla purezza e al candore dell’anima
spudorata nell’esibizione dei propri pensieri, violenta con se stessa nei dettagli
inaffidabile
non «perbene»
grossolana nelle questioni di onore
mostruosa la negatività
«un cervello con un principio d’anima»
carattere del gatto – l’animale da preda che si atteggia ad animale domestico
la nobiltà come reminiscenza del contatto con persone più nobili
una forte volontà, ma senza un grande oggetto
priva di diligenza e di pulizia
priva di senso civico
sensualità crudelmente deviata
tardivo egoismo infantile conseguente all’atrofia e al ritardo della sessualità
capace di entusiasmarsi
senza amore per il prossimo, ma amore verso Dio
bisogno di espansione
astuta e perfettamente padrona di sé in relazione alla sensualità maschile.

(…)

Io ho la massima comprensione per la diversità tra le persone. Ma è insopportabile riverire qualcuno per qualità di cui possiede l’opposto.

(…)

Potrei prendermela più alla leggera con Lei: ma ho dovuto farmi violenza così tante volte che credo di riuscire anche in questo: esserLe utile anche se Lei mi fa del male.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti