Libri

"Il linguaggio segreto dei gatti" di Susanne Schötz

Come capire il tuo gatto per un rapporto migliore e felice

Il linguaggio segreto dei gatti di Susanne Schötz

Valeria Merlini

-

I proprietari di gatti lo sospettano già: i gatti non miagolano arbitrariamente, ringhiano o soffiano non solo perché non hanno niente di meglio da fare. Le loro vocalizzazioni hanno infatti un senso e uno scopo.

La professoressa di fonetica Susanne Schötz ha condotto una ricerca approfondita presso l'Università svedese di Lund e rompe il “codice cat” per la prima volta.
Nel suo Il linguaggio segreto dei gatti (Vallardi) presenta in dettaglio l’intera gamma di vocalizzazioni dei gatto e spiega in quali situazioni si verificano.

Ma li comprendiamo sempre correttamente?

L’autrice è particolarmente interessata a come nascono i singoli suoni e analizza la melodia del discorso, il loro ritmo e il loro volume. Descrive i suoni del gatto in modo molto preciso e li convalida con esempi pratici associando anche il linguaggio del corpo.

Basandosi su un programma di ricerca a lungo termine con molte registrazioni sonore, l’autrice dimostra che i gatti effettivamente parlano - tra loro e con noi umani. E per fare questo ha incluso nelle ricerche anche i suoi cinque gatti (Donna, Rocky, Turbo, Vimsan e Kompis).

Ad esempio, il gatto Vimsan, dopo aver ricevuto una ciotola di cibo, risponde "Brrrt" per "grazie". Il gatto Rocky, anche durante la preparazione del cibo, "si alza con le zampe anteriori contro le mie ginocchia, dove accenna un meaw, con cui intende dire, 'Oh ma che buon profumo, Ne voglio anche io un po'!

Proprio il loro “Meowing” è destinato esclusivamente alla comunicazione con noi, quello che considerano l'apriscatole umano, e non viene quasi mai usato per l'intrattenimento con altri esemplari della stessa specie. In questo caso, invece, c'è piuttosto del tubare amichevole o solo il ringhio deterrente, l’ululato, il sibilo o lo strillo.

Questa prima esplorazione linguistica consente agli amanti dei gatti di vedere i coinquilini presumibilmente senza parole in una luce completamente nuova e conduce a una convivenza più armoniosa, più semplice e soprattutto più comunicativa.

Il linguaggio segreto dei gatti
di Susanne Schötz
Vallardi, 2018

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

'Mi dicevano che ero troppo sensibile' di Federica Bosco. L’intervista

"Ho la pelle sottile, sono scomoda e fraintesa, ma ho una vita dai mille colori"

Il gatto, 10 libri sul felino di casa più amato

17 febbraio, Festa Nazionale del Gatto

'The sun and her flowers' di Rupi Kaur

Poesia, social e statistiche

Commenti