Rita Fenini

-

Curata e realizzata dal Museo della Scienza e della Tecnica di Milano, aperta fino a domenica 6 maggio 2018, attraverso documenti, volumi, fotografie, disegni e oggetti storici provenienti dalle collezioni, dall’archivio e dalla biblioteca del Museo, l'esposizione "Leonardo 39" ripercorre il contesto della mostra vinciana organizzata nel '39 fino ad arrivare alla nascita del Museo stesso (nel 1953), la cui storia, a più riprese,  si è intrecciata con il mito di Leonardo. 

Quando

"Leonardo 39. La costruzione di un mito" è aperta al pubblico dal 19 gennaio al 6 maggio 2018 nei seguenti giorni e orari:

da martedì a venerdì, dalle 9.30 alle 17.00 | sabato e festivi dalle 9.30 alle 18.30. 

La visita alla mostra è compresa nel biglietto d’ingresso al Museo

Dove

Ad ospitare la mostra documentaria, le sale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci in via San Vittore 21, Milano

La mostra del 1939

Nel 1939, al Palazzo dell’Arte di Milano, furono esposti molti disegni, dipinti e codici di Leonardo insieme alle opere degli allievi. Fu inoltre costruita con grandissima cura un’enorme quantità di modelli di macchine tratte dai suoi disegni: quasi 200 prototipi, molti dei quali azionati da motori elettrici

In pieno clima di autarchia, l’immagine di Leonardo che emerge dalla mostra è quella dell’inventore capostipite di una tradizione italica che, dal Rinascimento a Guglielmo Marconi, è destinata a svettare su tutti gli altri popoli rivendicando i propri primati scientifici e tecnologici.

Questa lettura, depurata dai tratti ideologici più compromettenti, ha avuto influenza duratura anche dopo la caduta del fascismo, consacrando anche all’estero l’immagine di Leonardo da Vinci come genio universale, anticipatore delle più disparate scoperte scientifiche: un mito più che mai vivo ancora oggi.

La mostra attuale

Prima tappa di un percorso che porterà il Museo al 2019, anno delle celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo, la mostra “Leonardo 39. La costruzione di un mito” prende le distanze dal mito costruito nel secolo scorso, sottolineandone, allo stesso tempo, l’importanza storica.

Organizzata in dieci vetrine, tra i beni esposti, alcuni tra i primi facsimili di manoscritti leonardeschi pubblicati a fine Ottocento (come il Codice Hoepli), che hanno contribuito a diffondere gli studi di Leonardo ingegnere; le fotografie della mostra aeronautica del 1934, allestita da Giuseppe Pagano al Palazzo dell’Arte; fotografie, lettere, cartoline, articoli di giornale, cataloghi e locandine della mostra leonardesca del 1939, insieme a un grande modello di argano per sollevare artiglierie realizzato nel 1952 sul modello di quello esposto nel 1939 al Palazzo dell’Arte; documenti, disegni, fotografie della mostra leonardesca del 1953 con cui si inaugura il Museo.



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

New Perspective: alla Triennale di Milano per finanziare la lotta al mieloma

Dal 26 gennaio al 18 febbraio 2018, alla Triennale di Milano, un evento per informare e sensibilizzare alla lotta contro i tumori del sangue

Katrin Fridriks, le forze della natura in mostra a Milano

Sino al 24 febbraio 2018, la prima personale italiana dell'artista islandese che ama i contrasti e l'immensità della natura

L'arte di Florencia Martinez in mostra a Milano

In mostra alla Gilda Contemporary Art di Milano una serie di opere recenti dell’artista che sceglie i tessuti come materia principale dei suoi lavori

Commenti