Food

La nuova moda nei bar: il cappuccino decorato da disegni di latte

Guarda il video del vincitore del concorso di Latte Art all'Expo Cook di Palermo

Vi sarà sicuramente capitato di fermarvi al bancone di un bar per bere un cappuccino caldo e intravedere un disegno sulla schiuma. Quella piccola decorazione ha un nome: «latte art» e ogni anno si tengono competizioni a livello mondiale per eleggerne i campioni assoluti.

Con il termine «latte art» si indica letteralmente «l'arte della decorazione tramite l'uso del latte» e consiste in una serie di tecniche che permettono di creare sulla schiuma del latte le decorazioni più disparate. Non si tratta solamente di cuori, fiori e foglie ma veri e propri capolavori. Questa idea innovativa sembra essere nata proprio in Italia, negli anni Settanta, quando il barista veronese Pierangelo Merlo iniziò a decorare i suoi cappuccini per renderli più accattivanti. È stato però David Schomer, barista di Seattle, a rendere famosa questa tecnica, decorando tutte le sue tazze di cappuccino con un cuore. Oggi la «latte art» si è diffusa in tutto il mondo, e si sono diffusi i corsi di formazioni che permettono ad appassionati e professionisti del settore di diventare veri e propri artisti della tazzina.

Il campione mondiale di quest'arte è l'italianissima Manuela Fensore, capace di battere anche i competitor orientali, famosi per la loro abilità. Manuela è stata ospite, insieme a Chiara Bergonzi (secondo posto nel 2016) a ExpoCook, la fiera della ristorazione di Palermo, dove ha tenuto un vero e proprio show a colpi di lattiera.

Ma cosa serve per creare la vostra «latte art»? Il primo segreto per realizzare la decorazione perfetta è la schiuma del latte che deve essere montata al punto giusto e bianchissima, senza macchie di caffè. Le tecniche per fare il vostro disegno sono molteplici, ma quella più conosciuta si chiama «pouring» e richiede solo l'utilizzo del bricco del latte. Con particolari movimenti è possibile non solo creare decorazioni molto elaborate, ma anche diverse sfumature di colore. La seconda tecnica è invece chiamata «etching» e richiede l'utilizzo di speciali penne dalla punta sottile e in alcuni casi salse colorate e cacao in polvere, per una vera e propria opera d'arte.

Latte Art Vincitore Expocook

Ti potrebbe piacere anche

I più letti