Alleanza fra genitori per ricreare la rete educativa
iStock
Alleanza fra genitori per ricreare la rete educativa
freemium-page-header-post

Alleanza fra genitori per ricreare la rete educativa

Consigli per studiare da casa: 24. È il momento di condividere.

Pillole quotidiane per aiutare studenti (e famiglie) a organizzare lo studio in tempi di Covid-19, che nel mondo ha confinato in casa oltre un miliardo di ragazzi. A firma di Marcello Bramati e Lorenzo Sanna, dirigenti e docenti dei licei Faes di Milano, nonché autori di Basta studiare! e Leggere per piacere (Sperling & Kupfer). Ogni mattina alle 8.30 su panorama.it, consigli, dritte e buone pratiche per alunni di tutte le età.

Anche i genitori possono collaborare a distanza. In questo mese di isolamento forzato, papà e mamma si sono trovati a stare con i loro figli come mai prima, un po' per il tempo, tantissimo; un po' per la condizione di costrizione in casa; un po' per la mancanza di confronto con una rete educativa sempre in moto intorno ai bambini e alle famiglie.

Un'occasione da cogliere è senza dubbio utilizzare, e nobilitare, il gruppo WhatsApp di classe, spesso usato per informazioni di servizio, se va bene, o per questioni polemiche. Ora invece luogo in cui condividere buone pratiche per stare in casa e crescere i piccoli.

Partiamo dal presupposto che tutte le famiglie siano in un momento critico, senza ausili e senza strumenti educativi costanti di crescita, come il confronto tra pari, senza la mediazione di insegnanti e istruttori o di aiuti come logopedisti e psicologi.

Certamente la fantasia e la creatività avranno avuto la meglio sullo sconforto iniziale e in molti avranno dato fondo a esperienza ed estro per stimolare e impegnare i figli. Bene, è il momento di condividere, o di chiedere aiuto, magari proprio a quel gruppo WhatsApp che raccoglie persone che condividono un percorso comune. Passiamo da lì, proponiamo quanto fatto, sarà utile a qualcuno, senza per questo volere essere i primi della classe. Allo stesso modo, se non si riesce a evitare la televisione in maniera massiccia ma si vorrebbe farlo, occorrerà chiedere un consiglio. E nessuno penserà che siete genitori inadatti.

È il momento di condividere, perché le energie e le idee di ognuno possano essere di tutti. Ci sarà chi consiglierà un video tutorial per un'attività, chi inventerà un percorso avventura dalla camera alla cucina, chi starà ritagliando e costruendo qualcosa con il cartoncino. Ma troveremo anche chi lancerà una gara di ritratti di amici, per poi condividere foto e ridere, tutti insieme, a distanza. La scuola, a ogni grado, è relazione, e può esserlo anche tra genitori. Anzi, è uno dei modi più nobili per concepirla.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti