in cucina

Cuciniamo insieme: spaghetti fritti e altri sfizi

Ferragosto si avvicina e così abbiamo pensato a una tavola allegra fatta con tanti sfizi. Potete sbizzarrirvi a fare tramezzini come meglio credete, insalatone, torte salate, ma se volete un tocco di personalità provate questa nostra proposta. Sono di fatto tre finger food ma di ottima riuscita capaci di stupire gli amici e di dare all'aperitivo, alla cena sul mare, alla festa un tocco di raffinata rusticità. Andiamo in cucina, magari di ritorno dalla spiaggia.


Ingredienti (sempre per quattro persone)

Per gli spaghetti fritti - 100 grammi di spaghettini fini (o anche capelli d'angelo se volete minore consistenza), 80 grammi di crema di Parmigiano Reggiano o di Gorgonzola a cucchiaio, 50 grammi di lattughino o di rucola, un tartufo nero estivo di circa 25 grammi, quattro olive nere tostate, sale q.b., olio per friggere.

Per le capresine - 12 pomodori di Pachino ciliegini, 12 ciliegine di fior di latte (mozzarella) due foglie di basilico, sale e olio extravergine di oliva q.b.

Per i cappuccini estivi - 160 grammi di stracciatella o 4 mini burratine, 10 olive nere, 8 filetti di acciughe sott'olio meglio se avete quelle di Menaica.

Procedimento - Per gli spaghetti fritti dovete mettere a bollire l'acqua salata e cuocere gli spaghetti un po' più che al dente. Nel frattempo scaldate in una padella l'olio per friggere. Scolate gli spaghetti e prendetene un paio di forchettate che riporrete nell'apposito colino per fare i nidi di pasta. Se non lo avete niente paura prendete pure un colino qualsiasi che resista al calore e accomodatevi la pasta premendo al centro in modo che si formi un nido. Andate il frittura: se l'olio è ben caldo vi basteranno meno di due minuti.

Quando gli spaghetti saranno ben dorati, staccate i cestini e scolateli su carta paglia. Ora con la crema di Parmigiano o con il Gorgonzola fate delle piccole quenelles (aiutatevi con due cucchiaini da te), adagiate in ogni nido del lattughino mettetevi sopra il formaggio - una o due quenelles non di più - e poi grattugiate delle lamelle di tartufo.

Passate ora a realizzare le capresine. Non dovete fare altro che incidere la calotta superiore di ogni pomodorino, aprirla per tre quarti a libro, scavare il pomodorino, condirlo con qualche goccia di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale introdurre nel pomodorino una ciliegina di fior di latte e un pezzettino di foglia di basilico. Potete sostituire con origano o maggiorana. Ora richiudere il pomodorino amo' di piccolo cofanetto. Per fare il cappuccino invece prendete delle tazzine trasparenti, adagiate sul fondo i due filetti di acciuga, ricoprite con la burratina aperta o con la stracciatella e guarnite in superficie con pezzettini di olive nere che averte ricavato sfilettandole sì da imitare l'effetto cappuccino.

Come far divertire i bambini - Date loro il compito di guarnire i nidi di spaghetti fritti e di riempire le capresine, si sentiranno molto utili e si divertiranno.

Abbinamento - Sicuramente con uno spumante italiano. Noi abbiamo scelto un Lessini Durello anche rosé, ma voi potete sbizzarrirvi con lo spumante che più vi piace, Ricordatevi di servirlo ben freddo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti