Non chiamatele cantine
Monsordo Bernardina, Alba (CN).
Non chiamatele cantine
Viaggi

Non chiamatele cantine

Camere con vista, piscine, Spa, cibo gourmet, musei e biblioteche. Andar per vigne è diventato il nuovo must per chi vuol concedersi un'uscita rilassante dopo mesi di lockdown. Panorama ha selezionato 23 tenute e poderi che, oltre alle degustazioni, offrono ospitalità di lusso. Trasformando un bicchiere di vino in una wine experience, che rigenera il corpo e appaga la mente.

  • Andar per vigne
  • Il Nord
  • Il Centro
  • Il Sud e le isole
  • Qualche altro indirizzo

«Il Covid ha picchiato duro, «ma le cantine sono pronte a ripartire. E aggiungo che ce la faranno». C'è entusiasmo nelle parole di Nicola D'Auria, presidente del Movimento turismo del vino, associazione che dal 1993 promuove la cultura di Bacco attraverso le visite nei luoghi di produzione. A favore di tanto ottimismo giocano senza dubbio la proverbiale schiena dritta dei produttori italiani, la voglia di riscatto e un protocollo internazionale, Tranquillamente enoturismo, di recente stesura, che fissa le linee guida per un'accoglienza adeguata che salvaguardi la sicurezza delle persone.

Allora in alto i calici, avanti marsch!. Gli indirizzi non mancano, anzi, abbondano. Da Nord a Sud l'Italia è un'enclave del paradiso e Panorama ha selezionato per voi alcune tra le cantine più spettacolari. Eccellenze che tutto il mondo guarda con ammirazione e un po' di sana invidia. Armatevi di curiosità, passione e partite. I signori del vino vi aspettano tra le fresche bottaie e i filari che mai come in questo periodo dell'anno sono carichi di miracoli.

Finalmente la bottiglia che durante il lockdown avete soltanto potuto ordinare online si paleserà davanti a voi nel luogo in cui nasce, impolverata nella penombra di una barricaia che sa di profumi ancestrali. La vostra soddisfazione non ripagherà in termini economici i produttori che hanno saltato a piè pari ProWein e Vinitaly, due tra le vetrine internazionali più importanti dedicate al vino (la prima si tiene ogni anno a marzo a Düsseldorf, la seconda in aprile a Verona), ma certamente sarà un'iniezione di fiducia per il futuro, un propellente anti-coronavirus.

«Crediamo che il turismo in cantina sarà la forma più sicura e responsabile di turismo, grazie agli ampi spazi, sia al chiuso sia all'aria aperta, di cui dispongono le aziende vinicole. Insieme possiamo assicurarci che l'Italia prenda il suo legittimo ruolo e posto come una delle più grandi destinazioni enogastronomiche del mondo» sottolinea D'Auria. E non esagera. Basta dare un occhio alle immagini di queste pagine per capire che il vino è capace di bellezza e meraviglia. E che, generoso, grazie all'intuito, alla fatica e agli investimenti dei produttori, moltiplica le sue potenzialità: cantine con ristoranti, con camere per soggiorni da mille e una notte, piscine, zone relax, Spa, biblioteche, musei e chi più ne ha più ne metta.

L'offerta incontra davvero tutte le esigenze (e i palati), dal degusta e fuggi, alla vacanza di più giorni, scandita da un'organizzazione impeccabile che punta non soltanto a far vivere appieno la struttura in cui ci si trova, ma anche il territorio circostante. Del resto il vino ha una straordinaria capacità di sintetizzare, analizzare e rispecchiare l'anima e il carattere del luogo in cui nasce. È un infallibile liquido di contrasto che mostra la realtà per ciò che è. A voi il piacere di scoprire quella che più vi piace, dalla Valle d'Aosta alla Sicilia. Tra eleganti bianchi di montagna e impuniti rossi.


Il Nord

LES CRÊTES, Aymavilles (AO).

LES CRÊTES, Aymavilles (AO). È una terrazza affacciata su Aosta. Il Rifugio del vino, accanto alla cantina, è una splendida architettura dalle ampie vetrate che creano un legame emozionale con il terroir. E poi lui, lo Chardonnay Cuvée Bois: una certezza per gli estimatori, un colpo di fulmine per nuovi avventori. Lescretes.it

CERETTO, Tenuta Monsordo Bernardina di Alba (CN). Punto strategico della galassia Ceretto. Molto scenica la sala degustazione: una bolla trasparente sospesa sulle vigne dove sorseggiare Barolo, Barbaresco e il fruttato e floreale Blangé. Un'esperienza da fare almeno una volta nella vita. Ceretto.com

TENUTA MONTEMAGNO, Montemagno (AT). Tempio del Timorasso, il Solis Vis. Da degustare tra un massaggio al sale himalayano o uno scrub alle nocciole vista vigne e un tuffo in piscina. Il relais con Spa è un sogno che si avvera. Tenutamontemagno.it

DISTILLERIE BERTA, Mombaruzzo (AT). Non solo vino. Gli appassionati di grappe non si fanno certo intimorire dalla calura estiva. E qui sono nel posto giusto. A disposizione il relais Villa Castelletto, la dimora di charme Villa Prato
e il Castello di Monteu Roero. Distillerieberta.it

MALABAILA, Canale (CN). È un castello del 1270 con ristorante, due appartamenti ed enoteca proprio al centro del parco
per degustazioni, ça va sans dire, da favola. Fatevi versare Ombra, un Arneis non filtrato, una novità assoluta, voluta proprio per celebrare la ripartenza. Malabaila.com

CASCINA FALETTA, Regione Mandoletta (AL). Il Pinot nero 3Fucili va provato. La cucina dello chef Paolo Viviani pure. La piscina di acqua salata stupisce e le camere dell'agriturismo fanno sognare. Faletta.it

MASI, Sant'Ambrogio di Valpolicella (VR). Tra le diverse offerte, una delle più spettacolari è in quota, nel Masi Wine Bar
al Drusciè con vista panoramica sulle montagne. Qui un calice di Amarone Costasera, con un bel risotto, mette le ali
ai piedi. E il buonumore. Masi.it

CANTINA TRAMIN, Termeno (BZ). Tappa rigorosa per gli amanti del Gewürztraminer. Qui è il top. Suggestiva poi l'inconfondibile architettura. Idealmente le parti verdi sono braccia che cingono, proteggendole, le vigne intorno. Cantinatramin.it

IN ALTO TRENTINO, ski area San Pellegrino (TN). Non è una cantina, ma questo rifugio ha una carta da veri intenditori. Si degustano vini di montagna, eroici ed etichette internazionali sul Col Margherita, a 2.514 metri d'altitudine con vista sulla Marmolada. Inaltocolmargherita.it

Il Centro

LUNELLI - TENUTA CASTELBUONO, Bevagna (PG).

PETRA, Suvereto (LI). La cantina progettata da Mario Botta, sembra un diamante grezzo incastonato nella Maremma. Chiedete una verticale di Petra Rosso, blend di Cabernet Sauvignon e Merlot. Petrawine.it

CASTELLO DI MONTEPÒ, JACOPO BIONDI SANTI, Scansano (GR). Una dimora del vino tra boschi, vigne
e uliveti. Oltre alle storiche etichette, degustate JeT, inedito rosato da Sangiovese Grosso, sapido e di grande freschezza. Castellodimontepo.it

ARNALDO CAPRAI, Montefalco (PG). La gioielleria del Sagrantino apre per la prima volta al pic-nic. Coperte, cuscini e cestini colmi di ogni bontà attendono i visitatori su prati verdi e fioriti con vista laghetti per una ghiotta full immersion con la natura. I bambini sono benvenuti. Arnaldocaprai.it

LUNELLI - TENUTA CASTELBUONO, Località Cantalupo, Bevagna (PG). Trenta ettari vitati e il Carapace di Arnaldo Pomodoro, un'opera d'arte maestosa, unica al mondo. Del resto bellezza chiama bellezza: dentro riposano eccellenti rossi, il Carapace, il Lampante, lo Ziggurat e un passito. Tenutelunelli.it

TENUTE DEL CERRO, VILLA GRAZIANELLA, Acquaviva, Montepulciano (SI). A disposizione 11 camere, ristorante, piscina tra gli ulivi e sala degustazione. Non perdetevi la trama fresca del Nobile di Montepulciano Docg. Tenutedelcerro.it

Il Sud e le isole

SELLA&MOSCA BY TERRA MORETTI, Alghero (SS).

SELLA&MOSCA BY TERRA MORETTI, Località I Piani, Alghero (SS). Nuovo l'agriturismo nella tenuta. Wine experience, ma anche massaggi rilassanti, lezioni di yoga e ghiotte colazioni. D'obbligo una puntata nel museo con moderna sala degustazione. Sellaemosca.com

FEUDI DI SAN GREGORIO, Sorbo Serpico (AV). Vini stellari e menu stellato. All'interno della cantina c'è il Marennà, stella Michelin dal 2009. Potrete scegliere tra l'unico tavolo centrale o la sala Balthazar, un suggestivo anfiteatro con postazioni a gradoni. Fatevi servire un Taurasi Riserva Piano di Montevergine e sarà amore. Feudi.it

STRADA DEL VINO E DEI SAPORI DELLA VALLE DEI TEMPLI, Agrigento (AG). Una associazione di 15 cantine oltre a oleifici e strutture ricettive in uno scenario lussureggiante e storico. Stradadelvinovalledeitempli.it

FIRRIATO, Paceco (TP). Scegliere tra Baglio Soria, Calamoni di Favignana e Cavanera Etnea non è semplice. Sono
i tre luoghi dove, oltre a degustare ottimi bianchi e rossi, potrete soggiornare. Wine resort da sogno. Firriato.it

Qualche altro indirizzo

Scacciadiavoli, Montefalco (PG).

Martin Foradori Hofstätter, nella sua tenuta Barthenau in Alto Adige, il prossimo 9 luglio, ospita il produttore Marco Caprai per un amichevole braccio di ferro alla cieca tra Pinot neri (Enoteca@hofstatter.com).

A Capriva del Friuli (GO), invece, potrete apprezzare in qualunque momento le etichette di Villa Russiz, marchio storico, rinomato per i suoi bianchi e per il suo costante impegno nei confronti di minori in difficoltà (Villarussiz.it).

In Veneto, puntate dritto all'oasi naturale del Montello (TV): ad accogliervi, troverete Giusti Wine per una full immersion tra
le bollicine. Nella country house è possibile dormire e pranzare (Giustiwine.it).

In Toscana, a due passi da Montalcino, è la volta di Castiglion Del Bosco: una fortezza, e una certezza, se cercate un signor Brunello (Winecastigliondelbosco.it).

In Umbria c'è Scacciadiavoli: a Montefalco è già tutto pronto per un picnic en plein air. Oltre ai vini, chiedete anche una lacrima di grappa di Sagrantino, merita (Cantinascacciadiavoli.it).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti