mardigrasneworleans
Viaggi

Le tre più belle tradizioni del carnevale di New Orleans

Il Mar di Gras, che quest'anno si tiene il 25 febbraio, è la festa gratuita più grande al mondo

Quella del carnevale è una ricorrenza fortemente legata al mondo cattolico e cristiano. Lo stesso termine «carnevale» deriva dal latino «carnem levare» ossia togliere la carne per l'inizio della quaresima. È proprio per questo motivo che i più celebri festeggiamenti sono in Europa. Il carnevale più riconosciuto oltreoceano è invece quello di Rio de Janeiro, un vero e proprio turbinio di colore e allegria. Ma anche gli Stati Uniti celebrano il martedì grasso, e lo fanno nella città di New Orleans, dove il carnevale anima le strade del quartiere francese con musica e collane colorate.


www.youtube.com


La tradizione risale al 1699, quando l'esploratore francese Jean Baptiste Le Moyne Sieur de Bienville si stabilì a sud di New Orleans, ribattezzando il luogo di approdo «Pointe du Mardi Gras» in onore del giorno del loro arrivo. Insomma, il martedì grasso arrivò in città ben prima che New Orleans acquistasse il suo nome. Questo carnevale - definito «la festa gratuita più grande al mondo» - è unico nel suo genere e sono tante le tradizioni che lo caratterizzano. Ecco tre delle più famose.

Lancio delle collane e altri gingilli

Una delle esperienze più significative del carnevale è sicuramente il lancio delle collane. A partire dal 1870, durante la parata è solito lanciare piccoli regali dai carri per il pubblico. Campanelle, bicchieri, pupazzi e ciondoli da appendere alla collane di perline si affiancano ai dobloni delle «krewe» (i gruppi che organizzano la parata) da collezionare e tenere come ricordo. Non è strano vedere grandi e piccini camminare per le stradine del quartiere francese con decine di catenine colorate al collo, ma fate attenzione. Le collane vanno prese al volo, mai da terra, potreste giocarvi qualche falange. Due trucchi per guadagnare il maggior numero di doni? Indossare uno dei colori della tradizione - viola, verde e oro - oppure mostrare il seno. Dopotutto a carnevale si abbandona ogni inibizione.

La torta del re

Come ogni carnevale che si rispetti, non si può festeggiare senza un dolce della tradizione. Le torte del re sono ciambelle coloratissime, decorate con zucchero, crema e frutta. In ogni «king cake» è nascosto un minuscolo Gesù bambino in plastica; chiunque lo trovi nella sua fetta avrà un anno di fortuna, oltre al compito di acquistare la torta per l'anno seguente. Cannata's King Cakes è la pasticceria più famosa per acquistare questo tipico dolce e prende il suo lavoro molto sul serio, vendendo pacchetti con maschere, bicchieri da champagne, collane e la famosa torta.

Zulu Coronation Ball

Dedicato a un gruppo ben più ristretto - un biglietto costa almeno 1.700 dollari - questo evento è la versione americana del famoso Ballo del Doge veneziano. Ogni anno, lo Zulu Coronation Ball devolve però gran parte dei suoi ricavi per supportare le scuole i bambini in difficoltà e progetti sociali a beneficio della comunità di New Orleans.. Allora, preparate il vostro abito migliore e danzate tutta la notte.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti