Turismo nel bicchiere: tre idee per un giro tra le vigne
(Clemens Zahn)
Turismo nel bicchiere: tre idee per un giro tra le vigne
Italia

Turismo nel bicchiere: tre idee per un giro tra le vigne

Con la vendemmia è il momento giusto per andare a "gustare" i territori del vino italiano tra le eccellenze enogastronomiche d'Italia

È tempo di vendemmia e anche di alzare il calice per chiudere questa strana estate che ha concesso comunque un po' di svago e di relax. Un giro tra le vigne può essere l'occasione giusta per scoprire l'eccezionale territorio italiano, una riserva inesauribile non solo di luoghi ma anche di vitigni autoctoni che spesso regalano vini dal blasone internazionale. Guardando con ottimismo al futuro, ecco tre idee per un brindisi di qualità.

Wine Safari in Alto Adige

Termeno sulla Strada del Vino / foto: Benjamin Pfitscher

Tra degustazioni e sapori locali, l'Alto Adige regala anche esperienze davvero uniche pensate non solo per chi si avvicina per la prima volta al mondo del vino, ma anche per gli appassionati. Tra queste, il programma WineSafari che prevede un'intera giornata dedicata al buon cibo e al vino locale. Osti ed esperti del luogo disegnano un vero e proprio viaggio alla scoperta delle tradizioni vitivinicole della Strada del Vino.Nell'arco della giornata è possibile non solo sorseggiare alcuni dei vini autoctoni, ma anche visitare cantine storiche e ripercorrere le tracce dell'uva altoatesina. Se invece si preferisce procedere con la scoperta del territorio in modo indipendente le opzioni sono davvero molte. Tra gli itinerari più noti c'è senza dubbio il sentiero del Gewürztraminer che prende il nome dall'omonimo vino bianco dall'aroma intenso e fruttato.

Un percorso di 3,5 km e della durata di circa 1 ora che conduce tra i vigneti di Termeno, dapprima all'interno di un bosco e subito dopo nei meandri di Ronchi, frazione ricca di viti. Lungo l'itinerario tra vitigni secolari è possibile non solo ammirare da lontano le Dolomiti, ma anche visitare Termeno, in tedesco Tramin, luogo di nascita del Gewürztraminer, e poco più a sud il Lago di Caldaro.

Festival del Franciacorta

Cantine di Franciacorta

L'appuntamento ormai divenuto tradizione quest'anno è per i weekend del 12/13 e 19/20 settembre, la location è sempre quella delle Cantine di Franciacorta a Erbusco in provincia di Brescia. Protagoniste saranno 60 aziende vinicole franciacortine selezionate per l'occasione: si tratta di cantine che, legate dall'altissima qualità, dalla tradizione e dal metodo della rifermentazione naturale in bottiglia, hanno dato origine a vini, tutti con caratteristiche assolutamente peculiari, ormai sinonimo di eccellenze italiane.

A finire nel bicchiere saranno infatti solamente Dosaggi Zero, le bollicine con meno di 3 grammi di zucchero per litro, che rappresentano la massima espressione del territorio e del lungo percorso di affinamento compiuto dal vino. I Pas dosé che sono bottiglie che esaltando le caratteristiche organolettiche, intensità, freschezza e acidità.

Accanto a questa tipologia di vino ogni cantina offrirà in degustazione anche un'altra varietà di vino offrendo quindi un'opportunità unica per assaggiare un'ampia selezione di Franciacorta accompagnata da finger food gourmet. Per una sosta di una notte si può dormire nella tenuta storica Corte Lantieri, proprio a ridosso del borgo medioevale di Capriolo, uno dei luoghi più affascinanti dei questa zona.

Un Barbera nel Nizza Docg

Vigneti a Nizza Monferrato

Sono 18 i comuni che riuniti sotto il cappello del Nizza Docg, una delle denominazioni territoriali più prestigiose per i vini del Bel Paese. In questo angolo di Piemonte tra Castel Rocchero, Moasca, Nizza Monferrato e Vaglio Serra trova la sua casa ideale il vitigno del Barbera. Vengono però prodotte in questa zona anche altre bottiglie molto note come il Dolcetto, il Moscato, il Cortese, la Fresia e il Grignolino.

Venire da queste parti è un'ottima occasione non solo per i piaceri enogastronomici, ma anche per scoprire questo suggestivo paesaggio collinare che ha nel comune di Nizza Monferrato il suo epicentro più famoso. Questa cittadina custodisce vestigia ben conservate della sua lunga storia come il Palazzo Comunale del XIV secolo e l'antica torre campanaria che regala una bella vista dalla sua sommità. Nella centrale Piazza Garibaldi ogni terza domenica del mese viene allestito il Mercatino dell'Antiquariato, uno dei più importanti della regione.

Per entrare nello spirito, ma soprattutto nei sapori di questo territorio l'appuntamento da non perdere è dal 2 al 5 ottobre presso l'Enoteca Regionale di Nizza Monferrato, un evento con degustazioni, cene, storie che appartengono al territorio alla scoperta del Nizza docg fin dalle sue radici.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti