Estate 2020, se la montagna piace più del mare
(Val Gardena)
Estate 2020, se la montagna piace più del mare
Italia

Estate 2020, se la montagna piace più del mare

Sembra gli italiani stiano ripensando la loro estate ai tempi del Covid-19. Ecco perché e come si sta preparando la Val Gardena

Il Distanziamento Sociale, regola primaria di vita ai tempi del Covid-19, sta facendo ripensare gli italiani sui loro progetti per le vacanze estate 2020. Se fino a ieri eravamo un paese di mare e spiaggia oggi le cose stanno cambiando. Troppi i dubbi sulla reale possibilità di vivere in sicurezza sdraio ed ombrellone. Troppa la paura sugli accessi per il bagno al mare.

E così si torna a guardare la montagna che può offrire una gestione più semplice per due ordini di motivi: il primo è che la montagna è fatta di tante piccole località con qualche albergo, case in affitto, realtà lontane da alcuni luoghi di vacanza marittimi che d'estate si trasformano in città da decine di migliaia di abitanti.

E se si parla di montagna non si può non parlare di Dolomiti.

La bellezza della Val Gardena


La tanta voglia e il desiderio di ripartire sono stati anche sintetizzati in una campagna dal titolo #RestartAltoAdigeNOW

La Val Gardena si sta preparando ad accogliere nuovamente gli ospiti e sta predisponendo una grande macchina organizzativa in grado di adottare tutte le misure che saranno necessarie per garantire la sicurezza di tutti, dal distanziamento tra le persone all'igiene dei luoghi pubblici, al chiuso e all'aperto. Nelle ultime settimane sono state intraprese due iniziative per offrire ulteriori garanzie. Ad Aprile è stato fatto un test di immunità contro il SARS-CoV-2, esteso alla popolazione, dove sono state analizzate 962 persone fra i 6 e i 88 anni d'età e si è scoperto che il 49% è risultato positivo (e quindi immune al virus), come confermato dal dottor Simon Kostner, che ha seguito il progetto. Inoltre, è stato effettuato un sondaggio su 2.251 abitanti della valle (circa il 20% dei residenti) e anche in questo caso è emerso che oltre il 48,78% ha avuto almeno tre sintomi. Una parziale immunità di gregge, a ulteriore salvaguardia di tutti gli ospiti e dei valligiani.

Inoltre, ci sono numerose iniziative di esercenti e albergatori volte a garantire un ancor maggiore livello di attenzione. Negli alberghi si preparano attività come il Fast Check-in, gli orari differenziati per pranzo e cena, le colazioni in giardino con ceste e i kit personalizzati di igiene. Molte strutture si sono dotate di macchine all'ozono per la sanificazione, per rendere sterile ogni ambiente, tra un soggiorno e il seguente. Un albergatore della valle ha anche dotato di Ipad ogni camera per ordinare prodotti, piatti, bevande, in ogni momento della giornata, comodamente dalla propria camera.

Ma è nella vita all'aperto che la Val Gardena mette in campo le sue ricchezze: 800 km di sentieri, 600 km di tracciati mountain bike, 13 Impianti di risalita, 3 MTB park, con tanti tracciati. Difficile che con spazi così ampi si possano veriicare situazioni di "assembramento".

Molte quindi le iniziative all'aperto per gli ospiti, come le gite e i trekking per piccoli gruppi con pranzo formato pic-nic, presso le baite, che hanno comunque tanto spazio a disposizione e distanzieranno anche i posti seduti, per consentire di pranzare a tavola. Negozi e ristoranti si sono attrezzati con servizi take-away e delivery presso l'alloggio e un ristorante ha organizzato un servizio di drive-in, per ordinare il pasto in auto. Inoltre, tutti i tre paesi sono stati sanificati con un progetto di un'azienda altoatesina che ha convertito i cannoni di innevamento artificiali in strumenti per sanificare tutto il territorio. Partendo dalla tecnologia utilizzata per l'innevamento tecnico, ha trasformato un generatore neve in un sistema mobile di igienizzazione. Ma oltre a prepararsi nel migliore dei modi per tutelare la salute delle persone che visiteranno la valle la prossima imminente estate, i gardenesi hanno lavorato con passione e dedizione anche su tutto il territorio. I sentieri sono di nuovo puliti e in ordine, i fiori sbocciano da ogni balcone, i rifugi, gli hotel, i ristoranti, i negozi sono pronti ad accogliere tutti coloro che amano questa valle e hanno voglia di trascorrere un periodo estivo sereno, lontano dai grandi centri urbani. Tutta la comunità sta lavorando con molto impegno, per offrire un eccellente livello di ospitalità, con grande attenzione per ogni singolo particolare.

Inoltre, La Val Gardena è l'unica "Approved Bike Area" dell'Alto Adige.La Val Gardena è una meta ideale per le mountain-bike tanto da ricevere il riconoscimento come "Approved Bike Area". Questo il giudizio di "Mountain Bike Holidays" che propone vacanze in mountain-bike e all'insegna delle due ruote in Austria, Italia e Svizzera. Per garantire agli ospiti la migliore qualità ed offerta di servizi possibili per una vacanza in mountain-bike, le regioni possono essere valutate nelle categorie "Tour & Trail", "Easy & Family" e "Enduro & Parks". Se questi speciali standard vengono rispettati, la regione viene insignita del riconoscimento "Approved Bike Area". La Val Gardena è l'unica Approved Bike Area dell'Alto Adige.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti