wikipedia
Wikipedia.org
wikipedia
Tecnologia

Wikipedia compie 20 anni

Il sito del sapere condiviso è il 13° più consultato al mondo e il 5° più visto in Italia

Esattamente vent'anni fa, il 15 gennaio del 2001 Jimmy Wales e Larry Sanger diedero vita a Wikipedia, uno dei siti più consultati al mondo e il più grande esperimento di conoscenza condivisa sul web.

In questo lungo periodo di servizio la filosofia di Wikipedia non è mai cambiata: offrire uno strumento di informazione affidabile, aperto, libero, collaborativo e gratuito. «L'unica via a lungo termine per la pace, la prosperità e la libertà è la conoscenza», ha scritto su Twitter in occasione della ricorrenza, il fondatore Jimmy Wales, chiedendo agli utenti di continuare a sostenere il progetto «per un mondo più attento e più istruito».

Il sito conta oltre 55 milioni di articoli realizzati in modo spontaneo e senza lucro da volontari in tutto il mondo e in 300 lingue, un patrimonio di informazioni che ha permesso a Wikipedia di essere attualmente il tredicesimo sito più consultato sul web.

Questo spazio collaborativo è alimentato anche da contributi in italiano, ben oltre 1,6 milioni di voci, 6,9 milioni di pagine generate da quasi diecimila utenti attivi. Ogni mese sono circa 5000 le nuove voci create nel nostro paese dove Wikipedia è attualmente il quindi sito più consultato.

«I siti che producono e rendono accessibili contenuti aperti e collaborativi come Wikipedia, i progetti Wikimedia e OpenStreetMap sono il risultato del lavoro dei volontari. Il ventesimo compleanno di Wikipedia è l'occasione per ringraziarli e riconoscere il grande lavoro che è stato fatto in questi anni per arricchire e mantenere queste risorse online a disposizione di tutti», sottolinea la nuova presidente di Wikimedia Italia, Iolanda Pensa.

«Il lavoro della comunità prosegue con un'attenzione particolare alla valorizzazione del patrimonio culturale italiano. Invitiamo tutti a 'provare il tasto modifica' e dare il proprio contributo per continuare a migliorare Wikipedia e tutto il sapere libero».

Un esempio tangibile è Wiki Loves Monuments, il più importante contest fotografico al mondo. L'edizione italiana è promossa da Wikimedia Italia, l'associazione che in Italia lavora con istituzioni pubbliche e private, scuole e università per tradurre in progettualità l'aspirazione di Wikipedia ad un'informazione accessibile, trasparente e libera.

Quest'anno il concorso celebra in Italia il suo decimo anniversario, tornando a coinvolgere tutti gli amanti della fotografia in una grande operazione di documentazione dell'eredità culturale disseminata sul territorio. Obiettivo è inviare e condividere fotografie con licenza libera, nel rispetto del diritto d'autore e della legislazione italiana (che, tuttavia, vieta di immortalare i monumenti con licenze libere se non dietro autorizzazioni).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti