Studiopepe ridisegna un piano di Rinascente Milano in chiave «genderless»
Rinascente Milano (Silvia Rivoltella)
Studiopepe ridisegna un piano di Rinascente Milano in chiave «genderless»
Moda

Studiopepe ridisegna un piano di Rinascente Milano in chiave «genderless»

Studiopepe, agenzia di design e architettura fondata a Milano nel 2006 da Arianna Lelli Mami e Chiara Di Pinto, prosegue il suo attento lavoro di design multidisciplinare legato anche alla consulenza creativa per la moda.

Punti cardine dello studio tutto al femminile sono la continua sperimentazione, un talento per la ricerca dei colori e dei dettagli, la creatività nei materiali e una forte contaminazione con il linguaggio contemporaneo dell'arte.

Iconiche e visionarie, le due fondatrici provengono da esperienze diverse ma convergenti, la designer Arianna Lelli Mami, da sempre affascinata dalle molteplici fluide dinamiche in cui le persone vivono e abitano gli spazi, l'artista Chiara Di Pinto appassionata di forme e colori che danno emozioni alle persone.

Fra gli ultimi importanti lavori, stanno portando a termine il restyle del 4° piano di Rinascente Milano, sezione «fashion and contemporary womenswear & shoes» riprogettato in chiave anni Ottanta e caratterizzato da atmosfere rigorose e funzionali, espressione di un design industriale elegante e senza tempo.

Il linguaggio che usano solitamente nei loro progetti è stratificato ed eclettico, poetico e rigoroso, personalizzato per ogni cliente, in modo da ottenere sempre unicità e specificità peculiari.

Al quarto piano di Rinascente Milano si vedranno, nelle diverse aree suddivise per immagine e funzione, dei colori pop ispirati allo streetstyle e un nuovo approccio genderless nella concezione degli spazi vendita, evidenziati dai cambi di colore che prevedono dominare il verde smeraldo, l'argento ed il nero, in contaminazione con tocchi di corallo e giallo acido.

Studiopepe crea ambientazioni dove il design è vivo e può interpretare le variazioni di archetipi culturali, direttamente collegati al quotidiano, in special modo oggi dove la grande sfida si incentra nel riportare tutte le persone a fare un'esperienza fisica ed emozionale.

Fonte di ispirazione primaria del progetto è stata la metropolitana di Milano di Franco Albini e Franca Helg, che ripropone in Rinascente Milano alcune citazioni formali quali il tubolare metallico curvato a sezione circolare e i materiali industriali, acciaio satinato, plexiglass e maxi-graniglia, dalle texture contrastanti, oltre alla speciale lega Silipol che riveste le pareti della metropolitana, l'Alusion, schiuma d'alluminio che ricopre gli esterni anche di Fondazione Prada, infine, Milleforma, un'innovativa pasta di cellulosa naturale e sostenibile.

Gli arredi moderni, dalle forme arrotondate, si fondono nello spazio e si uniscono a riedizioni di pezzi iconici del design come la poltroncina 'Boomerang' di Rodolfo Bonetto, sullo sfondo di grandi display ad onda in plexiglass satinato per la zona dedicata alle sneakers, poste in questo fondale scenografico con un carosello circolare composto da una sequenza di moduli in grigliato cromato.

Anche i camerini cilindrici sono stati concepiti con lo stesso sistema ondulatorio, chiusi da porte a soffietto, ideate da Gio Ponti, e si inseriscono colorate nello spazio connotato da una sinergica visione attrattiva di questo luogo simbolo dello shopping, una sorta di cortocircuito creativo adattabile ad ogni tipologia di cliente.

Ritratto Studiopepe di Arianna Lelli Mami e Chiara Di Pinto fotografo Andrea Ferrari

From Your Site Articles
Ti potrebbe piacere anche

I più letti