Stile

Design Week e Moda: un incontro ad alto tasso creativo

È il regista Virgilio Villoresi a narrare la collezione home fragrance ‘Profumi Luchino’ con le immagini girate con la tecnica dello stop-motion e del disegno animato, un mondo immaginato da Luke Edward Hall per Ginori 1735, eccellenza italiana del settore lusso e lifestyle, tra i principali marchi mondiali nella porcellana pura e nel design di oggetti d’arredo. Fra gli altri prestigiosi collaboratori, il direttore della fotografia Ideo Nakata, gli scenografi Riccardo Carelli e Federica Locatelli, la casa di produzione Fantasmagoria TV.

Il caleidoscopio di visioni che oscillano tra l’esotico e l’onirico aprono il viaggio di questa Milano Design Week nella sua edizione straordinaria nel mese di giugno, in grado di sorprendere per l’energia e la sinergia fra progettualità, manifattura, protagonisti e collaborazioni speciali.

Ginori 1735 unita a Nilufar Gallery di Milano nel Progetto Reborn dà voce ad un nuovo capitolo di Ginori Art Collection, la rinascita di oggetti in grado di emozionare partendo dalla porcellana bianca e reinterpretati da artisti e interior designer come opere d'arte.

(Ginori)

Oggetti, porcellane e mobili affermano la loro singolarità anche da Hèrmes che ricerca la leggerezza negli oggetti per la casa creati con estrema precisione artigianale a base tessile. Strisce di cashmere e patchwork di tessuti o pellami formano il disegno di plaid, copriletti e centrotavola; il bambù conferisce delicatezza e resistenza alle sedute e le porcellane riflettono la luce del sole.

(Hermes)

Dior Maison si unisce per la prima volta al celebre architetto Philippe Starck e lo invita a reinterpretare la sedia Medallion, chiamata Miss Dior per omaggiare un tipo di femminilità intrisa di audace eleganza. L'assoluta purezza della silhouette, sottolineata ancor di più dalla leggerezza dell'alluminio, brilla nelle sue nuance satinate o lucide, cromo nero, rame rosa e oro.

(Dior)

“Alcuni hanno cercato per tutta la vita il tubino nero, io ho sempre sognato la poltroncina perfetta. Questa icona di perfezione esiste chiaramente nell’inconscio collettivo, sotto forma della sedia Medaglione Luigi XVI e del suo ovale magico, che è anche uno dei simboli della Maison Dior” afferma Starck.

Ognuna delle Maison della moda ha dialogato in maniera attiva e prolifica coi designer in questa edizione che ha visto principale protagonista la voglia di unire i talenti e gli ambiti comunicanti del fashion e del design.

Swarovski prende posto a tavola con Rosenthal con il lancio della collezione Signum, disegnata dal suo direttore creativo, Giovanna Engelbert, che dichiara:

“Con questa collaborazione offriamo una nuova visione per abbellire la vita. Così come ci adorniamo con i gioielli, decoriamo il vivere quotidiano con questa collezione stravagante ma elegante.

In occasione del 30° anniversario di Anteprima, il direttore creativo Izumi Ogino ha coinvolto talentuosi artisti da tutto il mondo, ospitati nella boutique di Milano:

“L’incontro, il dialogo e lo scambio con persone diverse sono estremamente importanti per trovare ispirazioni. Anteprima è alla costante ricerca di un’eleganza intuitiva e senza tempo, pensata per valorizzare l’individualità degli spazi, di chi li arreda e di chi li indossa giornalmente”.

Anche il marchio di moda Drumohr, parte del Gruppo Ciocca, propone la sua prima capsule Home Collection, in collaborazione con le aziende Agena e Billiani: carte da parati, porcellane, poltrone rivestite, plaid e cuscini, ispirati alle stampe Razor Blade, ai rigati e damascati.

Lo stilista John Richmond, famoso per la sua estetica di design non convenzionale intrisa di uno spirito rock 'n' roll, ha collaborato a un progetto di design intitolato ‘The Tattoo'd Icon Collection’ con i produttori di mobili Tim Sheward e Andy McGuigan. L’edizione limitata di mobili ispirati a Gerald Summers ha incorporato l'iconica stampa John Richmond Classic Tattoo su poltrone classiche, poltrone a due posti e tavolini.

(Richmond)

Così come l’eclettico e concettuale stilista Antonio Marras esplora ogni anno nuove dimensioni e realtà creative attraverso un linguaggio estetico inedito e una poetica profondamente personale. La rigenerazione, nella sua essenza più pura e come modus operandi che vuol dare una seconda possibilità di vita a qualsiasi capo, oggetto, cosa, arnese, aggeggio, utensile, soprammobile, di qualsivoglia manifattura e natura, è divenuto il fil rouge di una serie di prodotti esclusivi in collaborazione con le aziende Wall&decò, Servomuto, Galleria Rossella Colombari, Marsiglilab e la storica ditta F.lli Colì.

Architetto ed anche creatore di moda, Arthur Arbesser presenta il primo progetto di furniture design che traduce le geometrie e i motivi che da sempre caratterizzano le stampe dei suoi vestiti in una serie di pezzi unici d’arredo, una sedia, un coffee table e un set di tre contenitori modulari e componibili, prodotti da De Rosso con il coordinamento design di Mario Scairato per Abet Laminati.

Stella McCartney e B&B Italia combinano moda e design all'avanguardia, in primis con la reinterpretazione dell'iconica poltrona Le Bambole, rivestita con la stampa bordeaux Forest Fungi, poi con un set di carta da parati stampa toile de Jouy Fungi Forest prodotta da Cole & Son., un tessuto non tessuto sostenibile, e poi con alcuni oggetti e accessori realizzati con materiali interamente riciclati.

Boffi&DePadova chiamano l’inglese Paul Smith nel progetto di una intera serie di imbottiti e complementi di arredo, Everyday Life, che include anche tavolini, panche, coperte e vassoi, omaggio al valore dell'artigianato.

"Ho un rispetto totale e assoluto per De Padova e la sua storia – afferma Paul Smith - a cui hanno contribuito molti miei eroi del design. Ammiro la qualità senza compromessi e l'estetica funzionale, quindi il mio tocco è nascosto in dettagli sottili e non così evidenti, che presentano il classico lifestyle sotto una nuova luce."

Brunello Cucinelli con il designer Daniel Germani presentano una collaborazione speciale a tema ‘shaping cashmere’, una edizione limitata di oggetti realizzati a mano da esperti ceramisti, il cui ricavato delle vendite sarà devoluto alla Fondazione Francesco Morelli.

Carolina Cucinelli commenta: “Ci siamo subito rispecchiati nel lavoro reciproco e nel modo di approcciare i grandi temi della tradizione e dell’artigianalità, all’insegna di un’idea omnicomprensiva di sostenibilità umana”.

Eleganza contemporanea metropolitana contraddistinguono il divano York, una delle nuove proposte di Gianfranco Ferré Home, perfetto da inserire in un living moderno e lussuoso o per gli ambienti business-oriented. La linearità del design è bilanciata dalla raffinatezza della lavorazione sartoriale che esalta la connessione con il mondo della moda maschile. Gli inserti decorativi laterali del bracciolo e le impunture a vista delle gambe di forma cilindrica richiamano infatti gli abiti su misura degli uomini d’affari e le loro borse da lavoro.

Il voluttuoso modello Assal di Roberto Cavalli Home Interiors, con rivestimento in morbida pelle e cuciture al vivo, aggiunge i cuscini con le stampe animalier, ideati dal designer Fausto Puglisi in un raffinato effetto tono su tono.

Versace Home, creata in collaborazione con Luxury Living Group, Donatella Versace e la coppia di architetti e designer Roberto Palomba e Ludovica Serafini, riedita le linee classiche La Greca e Medusa e lancia le collezioni Stiletto con pezzi dedicati anche all’arredo outdoor. Dalla purezza delle tonalità total white, beige e marroni bruciati, si accede al colore rosso, espresso nei tessuti, nelle pelli, nelle sete preziose e nei jacquard, in uno scenario onirico, fra arte e design, e all’inedito rivestimento in vinile, materiale portato nell’arredo dall’energia dell’ultima sfilata Versace.

Il design moderno si abbina alla sartorialità, con cuciture che diventano dettagli preziosi, finimenti metallici che acquisiscono intrecci tridimensionali.

Louis Vuitton Objets Nomades prosegue nel presentare arredi ingegnosi, creativi e funzionali in collaborazione con celebri nomi del design internazionale.

A celebrare l'Art de Vivre di Louis Vuitton, ci sono l'elegante Petal Chair di Marcel Wanders, rivestita in soffice pelle color crema, cucita a mano per ricordare un bocciolo in fioritura, e gli sgabelli e lounge chair della linea Belt di Atelier Oï, declinati in 5 combinazioni di colore.

Il Cosmic Table di Raw Edges ha una base in fibra di carbonio sapientemente ricoperta da sottili strati di pelle iconica mentre la poltrona e il divano Signature di Frank Chou sono costituiti da strutture dinamiche fluttuanti ricoperte da pelle e da tessuto tridimensionale ideato dalla designer Paola Lenti, primi Objet Nomade appositamente progettati per arredare gli ambienti esterni.

I fratelli Campana firmano alcuni pezzi romantici, fra i quali i pouf Merengue, simili a fiori tropicali, e Aguacate, una costellazione di soli scultorei dai colori brillanti che riscaldano e rifrangono la luce, mentre proteggono anche come un paravento.

Missoni mostra i diversi volti del suo molteplice lifestyle con due novità, una Gifting Capsule e una licenza Tableware, con servizi di piatti, tazze, mugs, vasi, bicchieri e posate, realizzata su licenza da Arnolfo di Cambio.

Armani/Casa diviene stile inconfondibile anche per il mondo dell’abitare, proseguimento naturale del viaggio creativo di Giorgio Armani.

“In questi ultimi anni mi sono concentrato sugli aspetti essenziali del mio vocabolario stilistico. Sento il bisogno di riaffermare nel design, così come nella moda, gli elementi fondanti che definiscono lo stile Armani, le sue connessioni, suggestioni, rimandi. Dagli anni ’30 e ‘40, alle atmosfere dell’Oriente, Cina e Giappone in particolare, al mondo della natura”. Il tessuto, elemento connettivo tra moda e arredo, è protagonista prezioso della versatilità, tradotta in una idea generale di comfort e di ambientazione intima.

Dolce&Gabbana annunciano l’apertura delle prime due boutique al mondo dedicate all’universo dell’arredamento, a Milano, in Corso Venezia 7 e via Durini 23.

Blu Mediterraneo, Leopardo, Carretto Siciliano, Zebra sono i temi riproposti in Dolce&Gabbana Casa, su mobili, accessori per la tavola, tessili e oggetti decorativi, fra i quali gli speciali bicchieri in vetro di Murano soffiato a bocca e i piatti in ceramica siciliana.

Indossando la sneaker Tabs coi gommini sul tallone e il wind-breaker bicolore T-Lion di Tod’s si è pronti per montare in sella e guidare la nuova Tod’s T Bike, una bicicletta ad altissima tecnologia in fibra di carbonio, ideata con il marchio Colnago nei colori racing green e arancio cuoio.

Acerbis x Salvatore Ferragamo è la capsule di riedizioni curata da Francesco Meda & David Lopez Quincoces che include elementi di straordinaria innovazione, come il tavolino Florian di Vico Magistretti, il tavolo Menhir e la seduta Med di Giotto Stoppino e Lodovico Acerbis e la cassettiera Storet di Nanda Vigo.

Il brand Levi’s collabora con Connubia, marchio giovane e contemporaneo di Calligaris Group, per editare la poltrona Reef dalla forma generosa e avvolgente, creata per accogliere e accompagnare lunghe chiacchierate in famiglia, solitarie letture serali o meeting di lavoro. Concepita con il miglior denim ecocompatibile al mondo, quello di Candiani.

Sceglie il mood del colore vivace e dipinto a mano, la serie di coperte, cuscini, tappeti, tableware e altri elementi di design firmati Avant Toi, al loro lancio sul mercato dell’arredo.

Loewe pensa ad un progetto poliforme che ruota intorno all'idea di dare nuova vita a cose dimenticate o scartate e trasformate in nuovi pezzi unici attraverso sapienti interventi artigianali, fra i quali la tessitura della pelle, la paglia e la tecnica coreana di intreccio della carta conosciuta come Jiseung.

Cesti, impermeabili, cappelli, barattoli, oggetti domestici, robuste shopper e tote bag realizzate con il potere trasformativo del lavoro manuale.

Simone Guidarelli celebra con i suoi Les Jardins Imaginaires i partner di lavoro, come Officinarkitettura e Matrix International, Melogranoblu, Bedding Atelier, DSV Carpets e Antica Fabbrica Passamanerie Massia Vittorio 1843.

L’idea d’arredo è quella di costruire spazi sereni in cui fuggire dalla realtà e reinventarsi, circondati dalla bellezza, come La stanza del Re, caratterizzata dalla carta da parati Eco Renaissance e dal sontuoso letto a baldacchino, oppure La stanza dei Sogni che racconta The Hortensia Dream, dove eleganti giraffe su sfondo corallo fanno capolino da lussureggianti ortensie blu e bianche, da godere seduti su comodi pouf.

Philipp Plein decora con una nuova carta da parati prodotta da Zambaiti, storica azienda italiana leader internazionale del settore, gli ambienti di lusso pieni di effetti animalier e materici, elementi tropicali e geometrie tessili. Un proseguimento dell’expertise della Maison di moda che può essere goduto direttamente su una parete.

Replica Dsquared2 insieme a Londonart, produttori in co-design, di una serie di carte da parati, ognuna delle quali pensata come identificativo di un aspetto caratterizzante: dalla suggestiva foresta canadese, al motivo a quadri check rosso e nero, al denim camouflage ed altri elementi grafici e pop. Dichiarano i designer Dean e Dan Caten: “Oggi più che mai abbiamo capito l’importanza della casa e il desiderio di costruirla in modo originale e accogliente, aprendola a nuove scenografie e orizzonti. La prima collezione di wallpaper racconta il nostro mondo e le nostre passioni, sviluppando ulteriormente la nostra visione lifestyle iniziata con il progetto Ceresio 7”.

Contemporaneamente a una svolta nella direzione manageriale, Conforama Italia partecipa alla Milano Design Week con una nuova importante partnership, quella con lo stilista Salvatore Piccione, giovane designer siciliano, alla sua prima linea di complementi di arredo per il design.

Tre linee di tessili, che hanno fatto da ispirazione per lo chef stellato Giuseppe Ricchebuono ad un menù di accompagnamento con i temi di collezione: la vitalità della natura, le tradizioni del Mediterraneo, il gusto popolare italiano.

“Il lavoro di riposizionamento profondo che si sta portando avanti su tutta la gamma di prodotti e lo sviluppo di nuove collaborazioni con firme della moda, del design e della ristorazione italiana, sono elementi chiave della nuova identità di Conforama Italia” dichiara il ceo Eric Joselzon.

Trussardi, sotto la direzione creativa di Benjamin A. Huseby e Serhat Işık, ha optato per una special capsule collection di pezzi design, disponibili su richiesta, realizzati in collaborazione con gli artisti Mark Grattan, Kiri-Una Brito Meumann e Prem Sahib. Il primo firma una poltrona, un tavolino, una panca pouf e uno specchio da terra in velluto e metallo; la seconda ha proposto la sedia da pranzo rivestita con diversi materiali provenienti dal Brasile; il terzo elabora uno specchio che trae origine dal dispositivo in plastica che copre la fotocamera del laptop.

Off-White Home 4.0 è la quarta collezione pensata per la casa da Virgil Abloh su base di forme organiche: un paravento e una sedia con dettagli arancioni e fluorescenti, uno specchio di forma ovale irregolare, un orologio da tavolo sinuoso, un candelabro in vetro trasparente e una serie di vasi in ceramica smaltata effetto spray. Fra le proposte tessili, il tappeto, le coperte, i cuscini, la biancheria da tavola, da letto e da corredo bagno, sempre con lo stile grafico del marchio.

L’eclettico marchio di design Driade lancia Driade on Stage, a cui collaborano lo stilista Marcelo Burlon, il trapper Sfera Ebbasta, l’artista Omar Hassan e il gamer e content creator Pow3r, guidati dal direttore artistico, l’architetto Fabio Novembre.

Marcelo Burlon è l’autore di Edaird, uno specchio dal sapore tribale; Sfera Ebbasta personalizza Cocky, una chaise longue sopra le righe; Omar Hassan disegna l’arazzo colorato PiùDiUno, prodotto a mano in India da artigiani locali di CC- Tapis; infine il gamer Pow3r, all’anagrafe Giorgio Calandrelli, disegna per Driade l’evoluzione dalle sale giochi declinate nell’ambiente domestico.

AlphaTauri marchio di RedBull unisce design a tecnologie tessili e presenta con Telekom Fashion Fusion, programma di Deutsche Telekom che si interfaccia alla commistione fra moda e tecnologia, una serie di capi intelligenti e riscaldabili, trench e giacche unisex, attivabili tramite app o un pulsante. L’installazione walk-in chiamata Chromosaturation permette inoltre di addentrarsi in un mondo monocromatico e darne matericità e plasticità, oltre che associazione al percepito freddo (blu) e al caldo (rosso).

Prototype Series sono le capsule di 100 capi in edizione limitata create da Stone Island ad intervalli di tempo, cominciate nel 2016 per dare luce ad una sperimentazione sulle tecnologie innovative in tessuti e trattamenti inediti. Il focusi di questa ultima serie è sul materiale Kevlar, ad alta resistenza, elevata tenacità e stabilità termica. Il suo uso ingegneristico accoppiato al cotone permette di ottenere giacconi armaturati ma leggerissimi.

E per chiudere il viaggio fra la moda e il design, Toiletpaper Home con Seletti pensa ad un pratico e coloratissimo travel kit coordinato: trolley, borsone a mano, beauty case (e prodotti), una tote bag, declinati con le surreali grafiche Lipsticks, Sea Girl, Snakes Black e Shit.


​Quattro domande ad Andrea Rosso di Diesel Living

(Diesel Living)

“La qualità della vita fatta di passione, progetti e inaspettato design”, questa è la filosofia di Diesel Living, realtà nel segmento arredo che ha il medesimo approccio e valori del marchio moda Diesel.

Materiali grezzi, forme contrastanti, inediti trattamenti materici, mescolati alla ricerca sulle forme contemporanee industriali e vintage.

Presentati al Salone del Mobile edizione giugno 2022, i partner di Diesel Living sono molteplici, come racconta Andrea Rosso, direttore creativo e figlio del patron del Gruppo OTB.

“Fra i nuovi pezzi di design firmati in co-ed da Diesel Living ci sono Cloudscape Sofa, realizzato con diversi rivestimenti in tessuto, di cui alcuni in 100% polyestere oppure cotone riciclato. Sempre con Moroso abbiamo anche disegnato Galaxy table e una mini versione di Nebula con i suoi piccoli tavolini accanto. I wallpaper, in partnership con Wall&decò hanno a tema le nuvole, ideali per dare la sensazione di leggerezza.

Non mancano le lampade con il partner Lodes, in particolare il modello da tavolo con stelo centrale industriale, portatile e ricaricabile. Gli effetti optical dei pavimenti Berti li generano i quadrotti Darkshade per dare profondità caleidoscopica allo spazio, oppure in texture di pietra Black Star quasi metallica e liquida. Con Seletti firmiamo i piatti Classic on Acid, dall’effetto deformato realmente presente sulla tavola. Portaoggetti, le mensole Space rock e il gigante portacenere Social Smoker. Nella stanza da letto c’è il Camp bed militare, morbidamente imbottito, mentre bagno (Mysfits) e cucina (Scavolini) sono composti da pezzi modulari di provenienza industriale, ideati per essere mixati e abbinati”.

Un commento personale su come si stanno evolvendo gli stili di vita è doveroso in questo clima di mutamento.

“Ora possiamo considerare casa ovunque noi siamo. E’ oramai facile avere ufficio e dimora insieme, nel medesimo luogo, e in diverse parti del mondo. Sono cambiate le priorità e soprattutto negli spazi. La sensibilità rivolta alla qualità della vita è improntata al wellness, al desiderio di vivere in luoghi all’aperto e con luce naturale. La responsabilità chiama anche a fare scelte etiche sostenibili e ad utilizzare materiali ecologici e provenienti da riciclo virtuoso”.

Su come evolveranno le collaborazioni Diesel Living nel prossimo futuro ci sono già alcune certezze.

“Lanciata nel 2008 come un assortimento di tessuti per la casa, la collezione Diesel Living esplora l'attitudine e lo stile di vita del brand nel vasto universo del design.

Grazie alla naturale evoluzione della ricerca e dell'esperienza nel settore della moda, la linea casa ha continuato a crescere anno dopo anno, adottando importanti collaborazioni a lungo termine con aziende leader nel campo del disegno di interni e proseguirà con un focus sul concetto di benessere e ‘better living’. Ora testiamo il residenziale e la tecnologia. Diesel Wynwood Condominium creato a Miami ha raggiunto risultati inaspettati. Oltre il 30% delle unità proposte è già stato bloccato e ci aspettiamo che per fine anno circa il 50% della superficie residenziale sia venduta. Siamo molto orgogliosi di questo progetto che per molti aspetti rappresenta il testamento di pensiero innovativo: da un lato sarà costruito seguendo i criteri delle più affermate certificazioni in materia di sostenibilità e Wellbeing, dall’altro incontra le esigenze dei consumatori più moderni”.

Il primo fashion branded condo sta generando molto fermento nel mondo del real estate e grande interesse attorno al concept Diesel Living.

Futuri progetti di design all'avanguardia in collaborazione con i migliori sviluppatori di edifici residenziali firmati sono in cantiere per la collezione Diesel Living, che sta lavorando in partnership con FTX US e accetta pagamenti e depositi in moneta digitale.

Andrea Rosso

(Mattia Guolo)

I più letti