I nuovi trofei di Lavinia Biagiotti
Lavinia Biagiotti
I nuovi trofei di Lavinia Biagiotti
Personaggi

I nuovi trofei di Lavinia Biagiotti

Gli Open d'Italia di golf, la prima Ryder cup italiana e il profumo «Roma Uomo Green Swing» coronano un periodo d'oro per la designer e imprenditrice.

Come un piccolo trofeo, «Roma Uomo Green Swing» è la fragranza che la designer e imprenditrice Lavinia Biagiotti tiene orgogliosamente in mano dedicata all'active lifestyle maschile in chiave elegante e rappresenta soprattutto il gioco del golf e l'esordio della prima Ryder Cup italiana ospite di Marco Simone Golf & Country Club a Roma.

Il classico Roma Uomo, lo storico profumo che dal 1992 è il sigillo olfattivo dello stile Biagiotti «for men», si unisce al mondo del golf per cui la maison ha un'autentica passione tanto da aver creato e fondato il Marco Simone Golf & Country Club, impianto sportivo all'avanguardia che sarà la sede ufficiale nel 2023 della 44esima edizione della Ryder Cup.

Sottolinea Lavinia Biagiotti, presidente del Golf Club: «Oggi vivo e lavoro nella campagna romana tra il verde sconfinato del Golf Marco Simone, un luogo privato tra cultura e natura, un binomio che, in fondo, è ovunque la firma del Made in Italy. Ospitare la Ryder Cup 2023 non è solo un sogno che si avvera, ma l'inizio di un nuovo viaggio che ha il motto di "Giocare il futuro" e ci impegneremo a far crescere la prossima generazione di golfisti nel golf italiano e per il golf a livello mondiale».

Da qui l'idea di creare Green Swing, un profumo dal cuore verde (un alchemico mix di geranio, foglie di violetta, fava tonka) che oscilla (to swing) tra la freschezza agrumata del bergamotto, l'aroma speziato del cardamomo e l'aspra dolcezza della mela cotogna, e chiude con legno di cedro, vetiver, cashmere, creato con la collaborazione di Daphné Bugey, giovane e talentuoso "naso" di Firmenich.

«Roma Uomo Green Swing» è stato pensato per uomini raffinati per definizione, con la passione del golf e dello sport in generale, racchiuso in un flacone in vetro soffiato che riecheggia nella forma i fregi del Pantheon, il colore verde-erba del grass green, fiammato e verniciato ad acqua, chiuso da un tappo bianco ottico come una pallina da golf.

Marco Simone Golf & Country Club è stato scelto per ospitate la prima Ryder Cup italiana secondo un prestigioso programma dal 29 settembre al 1°ottobre 2023, sede di gara anche degli Open d'Italia nel 2021, 2022 e 2023.

Recentemente ristrutturato per rendere merito alla celebre sfida di golf tra Europa e Stati Uniti, presenta 18 nuovissime buche, coronamento di oltre 18 mesi di lavori di ristrutturazione, pensate per il pathos del match play, rimodellato non solo per creare insidie e stimoli per i più forti giocatori del mondo ma anche per valorizzare il naturale terreno ondulato del paesaggio.

Giocatori e spettatori godranno di punti di vista impareggiabili dello svolgimento del gioco sul campo e di scorci in lontananza della Città Eterna, comprese viste spettacolari della Basilica di San Pietro e del Castello di Marco Simone, sfondo magico per la più grande gara di golf a squadre.

Franco Chimenti, presidente della Federazione Italiana Golf, dichiara «L'assegnazione della Ryder Cup all'Italia è motivo di orgoglio per tutto il movimento sportivo nazionale. La cornice inimitabile di Roma impreziosirà l'evento, rendendolo unico. Il progetto del restyling del percorso di gara è quello che noi abbiamo sempre immaginato e, soprattutto, quello che immaginava chi ci ha creduto, Lavinia Biagiotti e il Marco Simone Golf & Country Club con il supporto di FIG e delle Istituzioni».

Risponde Guy Kinnings, direttore della European Ryder Cup: «Dopo il completamento del campo da golf di Roma, tutti gli interventi sono finalizzati a rendere l'italiana Ryder Cup fantastica. Questo meraviglioso campo da golf nella capitale iconica avrà ospite i 24 migliori giocatori del pianeta che si sfideranno nel 2023».

Aggiunge Gian Paolo Montali, direttore generale del Progetto Ryder Cup 2023: «Il campo da golf Marco Simone ha ospitato un Open d'Italia nel 1994, ma ora non sarà più come prima. All'inizio si pensava ad un leggero restyling del percorso, ma è stato completamente ridisegnato con European Golf Design in collaborazione con Tom Fazio II, con una nuova club house e strutture per l'allenamento in vista dei Prossimi Open di Italia (il primo dal 2 al 5 settembre 2021) e della mitica Ryder Cup 2023, scelto come terza sede nell'Europa continentale, dopo Valderrama in Spagna (1997) e Le Golf National in Francia (2018)».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti