Le collaborazioni creative di Jimmy Choo
Jimmy Choo
Le collaborazioni creative di Jimmy Choo
Accessori

Le collaborazioni creative di Jimmy Choo

Eric Haze, Poggy, Virgil Abloh e Ashley Williams. Tre creativi con i loro punti di vista estetici diversi influenzati dalle differenti metropoli di appartenenza collaborano con il marchio di accessori lusso e danno vita a scarpe e borse in edizione limitata, tutte da collezionare

Tre creativi con i loro punti di vista estetici diversi influenzati dalle differenti metropoli di appartenenza collaborano con il marchio di accessori lusso Jimmy Choo e danno vita a scarpe e borse in edizione limitata, tutte da collezionare.

Il primo, l'artista e designer newyorkese, Eric Haze, unisce alla moderna raffinatezza di Jimmy Choo un'estetica grintosa e urbana, dal design audace e grafico che ben rappresenta l'energia pulsante e viscerale di Manhattan. Il caratteristico motivo a stella di Eric, che è anche una delle insegne di design più riconoscibili di Jimmy Choo, è stato rigonfiato, sovrapposto e oscurato, per creare una stampa decoro applicata su tacchi a spillo, driving shoes, mocassini, scarpe da ginnastica e borse.

«Stiamo cercando di fare il trucco magico di essere sofisticati nel rispetto di un brand lusso pur essendo autentici a livello di streetstyle, in modo che ogni pezzo della collezione sia affascinate anche per me da indossare, da regalare ai miei amici e che voglio invitare a far mettere ad ogni persona della moda che conosco» ha affermato Eric Haze.

In sinergia con il creativo di New York, l'icona della moda giapponese e curatore di stile, Poggy, ha messo in alleanza gli artisti, come fa colui che è veramente curioso e assorbe diverse interpretazioni dello spirito del tempo.

«Pensando agli anni Ottanta, vi ho subito associato Eric, per il suo coinvolgimento nella scena musicale e nella cultura hip-hop. Questa moda in stile classico è anche prevalente in Giappone; quindi, perfetto per collaborare insieme» riprende la conversazione Poggy che ha dato un'importante impronta digitale alla capsule collection con accostamenti inaspettati in stile "Sartorial Street".

Sandra Choi e Poggy (Jimmy Choo)

Poggy, infatti, è noto per mescolare e personalizzare lo streetwear con l'abbigliamento tradizionale sartoriale, messi insieme secondo un'estetica irriverente, nuova e sfacciata, autorevole e riconoscibile in tutto il mondo.

Sandra Choi, direttrice creativa di Jimmy Choo, ha curato con gli artisti questo progetto a tre, esteso anche al giocattolo orsacchiotto Be@Rbrick della società Medicom Toy, reso in una forma iridescente, e ha intrapreso altre due importanti partnership, una con il marchio di moda cult Off-White di Virgil Abloh, destinata a una mini collezione di scarpe ready-to-wear dalle dimensioni XXL, l'altra con la designer britannica Ashley Williams.

La collezione con la Williams, iniziata nel 2019 durante la London Fashion Week, ha presentato sempre oggetti contemporanei e creativi che stanno vestendo una nuova generazione di fan del brand.

Pezzi speciali che dialogano con silhouette sinuose e posano dettagli giocosi ed emozionali a decoro, talora luccicanti, oppure romantici, e anche provocatori, adatti alla cliente decisa e sicura di sé, sia sui tacchi a spillo che con modelli più rasoterra o nei boots urbani e grintosi, in maniera così personale ma iconica che viene voglia di provarli e indossarli tutti.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti