Il glamour poco dorato del MET Gala
Blake Lively (Kevin Mazur/MG22/Getty Images for The Met Museum/Vogue )
Il glamour poco dorato del MET Gala
Moda

Il glamour poco dorato del MET Gala

Il “glamour dorato” promesso dal MET Gala di quest’anno non sembra essere stato in grado di far brillare la scalinata del museo newyorkese, decorata per l’occasione con 275.000 rose. I look che hanno lasciato a bocca aperta - e che hanno rispettato il tema - sono stati pochi, forse a causa delle critiche che si sono rincorse dall’annuncio del tema, ritenuto poco rispettoso del periodo che stiamo affrontando.

Il “glamour dorato” si rifà infatti al periodo di prosperità che ha interessato gli Stati Uniti dal 1870 al 1900 circa. Quella «età dell’oro» decantata da Mark TwainKim Kardas

Kim Kardashian(Photo by James Devaney/GC Images)

Presente all’evento, dopo la partecipazione di Alexandria Ocasio-Cortez nel settembre scorso, Hillary Clinton in un abito Altuzzarra. A offrire - involontariamente - una rappresentazione dell’affascinante rapporto tra cultura pop e politica, è però stata Kim Kardashian, arrivata insieme al nuovo fidanzato Pete Davidson (in Dior) con indosso l’iconico abito scelto da Marilyn Monroe per il 45esimo compleanno di JFK, l’ultima apparizione pubblica dell’attrice prima della sua morte.

Per la prima volta, tutto il clan Kardashian-Jenner era presente al MET Gala. Kris ha indossato un abito giallo di Oscar de la Renta, Kourtney - con il futuro marito Travis Barker - ha scelto Thom Browne, la sorella Khloé ha invece optato per una fedele rappresentazione del tema della serata con un abito di perline dorate firmato Moschino. Kendall ha indossato un top in tulle sovrapposto a un top a rete impreziosito da cristalli e una gonna voluminosa in raso doppio di seta con rouches realizzate a man, disegnati appositamente per lei da Prada. Infine, Kylie ha scelto di omaggiare Virgil Abloh, indossando una versione rivisitata dell’ultimo abito couture disegnato dallo stilista.

Kendall Jenner in Prada

Blake Lively - madrina della serata - ha sorpreso tutti con il suo abito Atelier Versace. Un omaggio alla città di New York e al suo simbolo, la Statua della Libertà. L’abito dell’attrice si è infatti trasformato dal rame all’azzurro con poche semplici mosse, a rappresentare il processo di ossidazione del monumento.

Presente sul tappeto rosso anche Donatella Versace, in un abito di cristalli, oro e denim, accompagnata dalla rapper Cardi B. Hanno indossato Versace anche la modella Gigi Hadid (in rosso latex), la giovanissima cantante Olivia Rodrigo (in uno scintillante vestito lilla) e gli italianissimi Fedez e Chiara Ferragni (in un abito vintage).

E sebbene si continui a parlare di glamour dorato, il nero è stato il vero protagonista della serata, scelto da decine di stilisti e celebrities. Dai look custom made o d’archivio - all’insegna della creatività circolare - firmati Nicolas Ghesquière per Louis Vuitton e indossati dalle attrici Sophie Turner, Gemma Chan, Eileen Gu e Phoebe Dynevor, al completo Dunhill scelto da Damson Idris fino ad arrivare all’abito personalizzato Givenchy, disegnato da Matthew M. Williams per la modella Karlie Kloss.

Sarah Jessica Parker(Photo by Taylor Hill/Getty Images)

Hanno scelto il nero anche Kerry Washington (in Tory Burch), Lily Aldridge (in Khaite), Simone Ashley (in Moschino), Naomi Campbell, Kate Moss e Bella Hadid (in Burberry), Dakota Johnson (in Gucci), Seth Meyers e la moglie Alexi Meyers (in Dolce&Gabbana), Carey Mulligan (in Schiaparelli Haute Couture), Maude Apatow (in Miu Miu), Hugh Jackman (in Tom Ford) e Laura Harrier (in H&M).

Sarah Jessica Parker ha ancora una volta rubato la scena in un abito optical di Christopher John Rogers, accompagnato da uno svettante copricapo. Omaggio a Elizabeth Hobbs Keckley, che ha fatto la storia come prima stilista donna nera alla Casa Bianca.

Si è invece ispirato a un dipinto - più precisamente Madame Paul Poirson di John Singer Sargent - Alessandro Michele per il look indossato dalla cantante Billie Eilish. Lo stilista di Gucci si è presentato insieme all’amico Jared Leto, in due completi uguali, come un’illusione ottica.

Anna Wintour in Chanel(Photo by Theo Wargo/WireImage)

Kaia Gerber, figlia della top model Cindy Crawford, è arrivata al MET Gala con un abito argento di Alexander McQueen, accompagnata dal nuovo fidanzato Austin Butler (presto al cinema nei panni di Elvis, con la benedizione di Priscilla Presley, presente all’evento). La giovane attrice Camila Mendes ha invece sfoggiato un abito dorato di AMI Paris, mentre la cantautrice Erykah Badu ha portato colore con un completo Marni.

Per finire, la signora della serata Anna Wintour, ha sfoggiato un completo Chanel accessoriato con tanto di corona.

(Foto di Dimitrios Kambouris/Getty Images per The Met Museum/Vogue)

Eryka Badu in Marni

I più letti