31a giornata - Inter-Torino, l'errore di Guida: Belotti ha simulato
Tratto da Mediaset Premium
31a giornata - Inter-Torino, l'errore di Guida: Belotti ha simulato

31a giornata - Inter-Torino, l'errore di Guida: Belotti ha simulato

Rigore ed espulsione di Nagatomo inventati a San Siro: Mancini si arrabbia. Polemiche per i fischi di Irrati in Udinese-Napoli

Nervi tesi e tante polemiche nella domenica che può aver deciso il campionato. Sotto accusa le direzioni arbitrali di Irrati e Guida, ma mentre a Udine le moviole danno ragione all'arbitro sugli episodi che portano al crollo dei partenopei, a San Siro è l'arbitro a decidere l'esito del match che mette l'Inter fuori dalla corsa Champions.

Non è stata una giornata facile per la squadra di Messina. Errori sparsi qua e là anche su altri campi, con il Milan penalizzato a Bergamo e qualche dubbio nel derby di Roma dove il divario finale rende inutile ogni polemica. Anche se...

Torino-Inter, la simulazione di Belotti

Serata difficile per Guida e per i suoi assistenti. Si comincia con il rigore assegnato all'Inter per tocco di braccio di Moretti che si oppone da lontano a una conclusione di Brozovic: l'impatto col pallone c'è e le moviole giustificano il fischio del direttore di gara anche se siamo sempre nel campo della discrezionalità perchè non sembra che il bracio vada a cercare la sfera.

Ok i due gialli che portano all'espulsione di Miranda, sbagliata la valutazione sull'incrocio tra Nagatomo e Belotti che porta al rigore decisivo per il Torino con espulsione del giapponese. L'attaccante granata simula assolutamente contatto e caduta: non era penalty e ci stava il cartellino giallo per Belotti. Brutta scena e brutto errore di Guida che lascia l'Inter in nove uomini e sotto di un gol.

Udinese-Napoli, prova sufficiente per Irrati

tratto da Mediaset Premium

Farà discutere a lungo anche la direzione di Irrati in Udinese-Napoli. Le moviole del giorno dopo gli assegnano la sufficienza e lo promuovo dui due rigori assegnati ai friulani nel primo tempo. Netto il tocco di Koulibaly su Badu in occasione del primo fischio e da regolamento il secondo, perché l'incrocio tra Ghoulam e Widmer è rischioso e c'è il tocco sul tallone del giocatore dell'Udinese che va a terra.

Espulso Sarri per proteste: sembra eccessivo, ma va anche detto che è la tendenza di questa stagione e che l'allenatore del Napoli non è la prima vittima della tolleranza zero per le proteste dalla panchina. A inizio ripresa manca il secondo giallo con espulsione di Koulibaly che trattiene per i calzoncini Zapata lanciato in contropiede: errore grave. Nel finale è giusta la cacciata di Higuain che rifila un calcetto a Felipe, viene ammonito (secondo giallo) e poi perde la testa tentando quasi di aggredire l'arbitro.

Lazio-Roma, Banti rischia su Felipe Anderson

L'ampiezza del risultato finale mette a tacere qualsiasi polemica, ma qualche episodio da rivedere c'è anche nel derby di Roma. Nel primo tempo entrata ruvida di Rudiger su Felipe Anderson che va a terra in area: potevano esserci gli estremi per il rigore. Proteste Lazio nella ripresa sul 2-1, quando Manolas in scivolata fa cadere Keita: le immagini chiariscono che il difensore tocca il pallone prima delle gambe dell'attaccante e, dunque, è corretta la decisione di lasciar correre senza assegnare il penalty del pareggio. 

Atalanta-Milan, il corner fantasma

Il Milan gioca malissimo e perde meritatamente a Bergamo, però il pareggio in rovesciata di Pinilla nasce da un corner che non c'era perché Antonelli non devia il pallone sulla conclusione in porta di Gomez. Ok il rigore dei rossoneri in apertura di partita per fallo di mano di Stendardo e non c'è rigore per il contatto tra Bertolacci e Diamanti che fa protestare i bergamaschi.

La classifica sintesi delle moviole dei quotidiani italiani

tratto da Mediaset Premium

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

La classifica senza errori arbitrali dopo la 31° giornata

Squadra

Punti

Differenza con la reale

Juventus

70

-3

Napoli

70

+3

Roma

65

+2

Inter

57

+2

Fiorentina

57

+1

Milan

54

+5

Sassuolo

48

=

Lazio

46

+4

Chievo

39

-2

Torino

37

+1

Bologna

36

=

Udinese

36

+2

Empoli

36

=

Genoa

35

-2

Atalanta

32

-4

Palermo

31

+3

Sampdoria

30

-3

Frosinone

28

+1

Carpi

26

-2

Verona

20

-2

Ti potrebbe piacere anche

I più letti