NO alla violenza sulle donne
Dentiblù
NO alla violenza sulle donne
popular

17 libri per dire NO alla violenza sulle donne

25 novembre: Giornata Internazionale contro la discriminazione femminile e la violenza sulle donne

Il lato scuro dell’amore di Leonardo Abazia
La relazione di coppia è il terreno di incontro-scontro di due esseri umani pieni di desideri, bisogni, esigenze; il luogo dove possono incontrarsi aspettative, ideali e progetti, ma anche il luogo dove possono incastrarsi patologie. È lo spazio dove si sostanzia “il lato oscuro dell’amore”. È il territorio dove emerge l’arroganza di voler vincere a tutti i costi, il voler ottenere ciò che si vuole, anche se l’altro non vuole. È l’arroganza di chi non può permettersi di ricevere un rifiuto.
Il testo si snoda attraverso tre diverse prospettive. Quando la storia d’amore sfocia inesorabilmente in ossessione ed omicidio. Passando poi attraverso lo stalking e le varie patologie presenti nell’evento (la relazione tra stalker e stalkizzato, il cyberstalking, ecc.). dando infine voce alla vittima attraverso il racconto di storie di stalking realmente accadute.

Il lato scuro dell’amore. Lo stalking: comprendere e riconoscere il fenomeno attraverso il racconto di storie vere
di Leonardo Abazia
Franco Angeli, 2015
Compra il libro – Scarica l’ebook

Suffragette di Emmeline Pankhurst
Emmeline Pankhurst fu l’ispiratrice della più dura battaglia per i diritti delle donne nella storia dell’Occidente. Nel 1903 fondò la Women’s Social and Political Union, un’organizzazione militante che ricorse a metodi di lotta estremi: incendi di chiese o edifici abbandonati, irruzioni nelle sedi istituzionali, sabotaggi di linee telefoniche, aggressioni a politici e poliziotti. Molte suffragette, tra cui la stessa Pankhurst, subirono arresti e violenze. Quest’autobiografia fu completata agli inizi della Prima Guerra Mondiale, quando nell’interesse nazionale la battaglia suffragista fu temporaneamente sospesa. Nella prefazione la Pankhurst avverte: «La lotta per la piena emancipazione delle donne non è stata abbandonata; essa è stata, per il momento, semplicemente sospesa. […] Non ci potrà mai essere una pace reale sulla terra finché alla donna, la metà materna della famiglia umana, non sarà data libertà nei consessi del mondo».

Suffragette. La mia storia
di Emmeline Pankhurst
Castelvecchi, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Ho cambiato il mio destino di Rachel Mwanza
In un paese in cui la fede religiosa si mescola alle superstizioni più retrive, può succedere che una nonna si convinca che la propria nipotina sia una strega e la cacci di casa, condannandola a vivere in strada. È ciò che è successo a Rachel Mwanza, che all’età di nove anni si è ritrovata sola, indifesa, senza affetti e senza nemmeno un posto dove dormire nelle vie di Kinshasa. Per quattro anni Rachel ha sopportato la miseria, la malattia, la fame e la violenza… e ha imparato a difendersi e a lottare, fino al giorno in cui la vita le ha offerto una chance: un casting girato per le vie della città in cui Rachel si è imposta su oltre duecento ragazzine ottenendo il ruolo di protagonista nel film sui bambini soldato Rebelle -War Witch del regista canadese Kim Nguyen. La sua interpretazione le ha fatto vincere l’Orso d’argento al festival di Berlino, insieme ad altri numerosi riconoscimenti fra cui una nomination agli Oscar. Ma la cosa di cui Rachel è più felice e orgogliosa è l’aver ricominciato a studiare e a frequentare la scuola, per poter diventare un’adulta in grado di combattere l’ignoranza e la miseria che hanno distrutto la sua infanzia, così come quella di milioni di bambini in tutto il mondo.

Ho cambiato il mio destino
di Rachel Mwanza
Corbaccio, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Padreterno di Caterina Serra
È la storia di Aristeo, nome da dio minore. Figlio unico. Adorato. Maschio.
Un dialogo muto con un padre morente sul crinale di una vita divisa tra erudizione, desideri mancati, e violenza.
È la storia d’amore con Nina, la sua donna, «che parla la lingua dei leoni», che gli scrive parole dentro una casa viva e dolorosa. Nina che non riesce a possedere, che se ne va, che ride di lui. Che ha forme d’amore che lui non capisce. Aristeo si scontra con l’incapacità di conoscere le donne, con l’invidia per la loro libertà, con l’esercizio del potere come forma di amore, con desideri che non può confessare e che ci vengono sbattuti in faccia.
Questo libro è il suo tentativo di capire finalmente qualcosa di sé, del sesso e delle relazioni amorose.

Padreterno
di Caterina Serra
Einaudi, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

L’amore criminale di Matilde D’Errico
Ogni tre giorni, in Italia, un uomo uccide una donna. La uccide nonostante sia sua moglie, sua figlia o la sua ex. La uccide perché è sua moglie, sua figlia o la sua ex. Le vittime del femminicidio muoiono per la rabbia, la gelosia, l’orgoglio degli uomini. Ma soprattutto muoiono perché sono donne, ancora troppo spesso silenziose, educate a una folle rassegnazione che non le spinge a denunciare chi abusa di loro.
Nel 2007 Matilde D’Errico ha cominciato a far emergere il dramma della violenza sulle donne nella trasmissione televisiva Amore criminale, di cui è autrice e regista. In sette anni ha portato sullo schermo centinaia di storie vere – storie di vittime soprattutto, ma anche di chi, nonostante gli abusi, ce l’ha fatta – sempre senza morbosità, senza retorica. Ed è così, con la stessa misura, che ce ne racconta alcune in questo libro, dove a parlare, nella loro drammaticità, sono semplicemente i fatti.

L’amore criminale
di Matilde D’Errico
Einaudi, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Perché ci odiano di Mona Eltahawy
«Io non porto piú il velo da ventidue anni ma non ho mai smesso di combattere contro quello che significa per le donne musulmane. L'autenticità conta molto piú di un fazzoletto sulla testa. Essere riconosciute per quel che si è davvero e non solo per il velo che si porta è un diritto per tutte le donne musulmane».
Contro la misoginia che ammorba il mondo islamico, primavere arabe comprese. La testimonianza di una donna picchiata e vessata. Ma che nessuno è riuscito a imbavagliare.

Perché ci odiano
di Mona Eltahawy
Einaudi, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

L’amore cattivo di Francesca Mazzucato
Nora è una donna in fuga: dalla famiglia, dal suo paese di provincia. Da Bologna dopo gli studi approda a Milano dove si sforza di dare senso alla sua vita. Ha un lavoro che ama e delle amiche fidate, ma è sola, spaesata, disturbata da un passato pesante. Violenze, rabbia, urla, litigi, solitudine. Vive in difesa, sentendo sempre di non essere abbastanza. Si mimetizza, osserva la vita attorno senza viverla davvero. Anche per questo le è difficile aprirsi all’amore e fidarsi di un uomo.
Ma un giorno, in una libreria in stazione Centrale, accade. Incontra Alessandro, colto, raffinato, sensibile. Alessandro le fa cadere ogni difesa, e Nora sente forse per la prima volta il calore che può dare una relazione intensa, emozionante, inaspettata. Si fida da subito. Ben presto però Alessandro inizia a mostrare lati nascosti della sua personalità: è possessivo, geloso, manipolatore, maniaco del controllo e violento. Nora ricade nel baratro della violenza, soprattutto psicologica, e tra resistenze antiche e fragilità emotiva tenta di reagire e non sottomettersi, si ribella a questo “amore cattivo”. Un libro doloroso e intenso, un viaggio all’interno del cuore e nella mente di una donna che sa riconoscere che l’amore spesso può essere qualcosa di tutt’altro che buono.

L’amore cattivo
di Francesca Mazzucato
Giraldi editore, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Io sono Malala di Yousafzai Malala e Lamb Christina
Valle dello Swat, Pakistan, 9 ottobre 2012, ore dodici. La scuola è finita, e Malala insieme alle sue compagne è sul vecchio bus che la riporta a casa. All'improvviso un uomo sale a bordo e spara tre proiettili, colpendola in pieno volto e lasciandola in fin di vita. Malala ha appena quindici anni, ma per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo sin da piccola il suo desiderio di leggere e studiare. Per questo deve morire. Ma Malala non muore: la sua guarigione miracolosa sarà l'inizio di un viaggio straordinario dalla remota valle in cui è nata fino all'assemblea generale delle Nazioni Unite.
Oggi Malala è il simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere, ed è stata la più giovane candidata di sempre al Premio Nobel per la Pace. Questo libro è la storia vera e avvincente come un romanzo della sua vita coraggiosa, un inno alla tolleranza e al diritto all'educazione di tutti i bambini, il racconto appassionato di una voce capace di cambiare il mondo.

Io sono Malala
di Yousafzai Malala e Lamb Christina
Garzanti, 2013
Compra il libroScarica l’ebook

Stai zitta e va’ in cucina di Filippo Maria Battaglia
A casa sono regine indiscusse, fuori sono suddite sottomesse. Viste dalla politica, le donne italiane devono essere così. «La moglie fa la moglie e basta», deve essere «remissiva», ha molti doveri, pochi diritti e «specifiche attitudini». Se emancipata è di «facili costumi», se bella «è per questo che fa carriera», se brillante è «perché abilmente manovrata». Stai zitta e va' in cucina è la storia degli insulti, delle discriminazioni e dei pregiudizi politici nei confronti delle donne. Ed è una storia a cui partecipano quasi tutti: i padri costituenti e Beppe Grillo, il Pci e Silvio Berlusconi, la Dc e i partiti laici, i piccoli movimenti e le grandi coalizioni. E dopo il suffragio universale «concesso» nel ’45, si fa rumorosa già con la stesura della Costituzione, proseguendo fino ai giorni nostri, tra appelli, citazioni sofisticate e insulti beceri. Dalla battaglia sul divorzio alle norme contro la violenza sessuale, dall’accesso alla magistratura al dibattito sulle quote rosa, un racconto storico, ma incredibilmente contemporaneo, per capire come si è diffusa e perpetrata la misoginia politica in uno dei Paesi più maschilisti d’Europa.

Stai zitta e va’ in cucina. Breve storia del maschilismo in politica da Togliatti a Grillo
di Filippo Maria Battaglia
Bollati Boringhieri, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Un terribile amore di Catherine Dunne
Due donne, due destini, un incidente in comune: l’amore. Per Calista, di buona famiglia irlandese, arriva molto presto, a diciassette anni, ha il volto di Alexandros, trentenne cipriota bellissimo e sicuro di sé, e la conduce a una nuova vita in un Paese straniero. Per Pilar, figlia di contadini spagnoli, l’amore invece è un vortice imprevisto che in un attimo ribalta un progetto inseguito per dieci anni: lasciarsi alle spalle la miseria e l’ignoranza per diventare un’altra.
Calista dovrà imparare nel modo più difficile a essere moglie e madre, mentre il suo matrimonio naufraga sugli scogli della violenza e dell’inganno, e su Cipro si addensa l’ombra di un colpo di Stato. Pilar, rimasta sola in una Madrid indifferente, sarà costretta alla più dura delle rinunce, e a un viaggio in quel passato che ha rinnegato. Finché un’estate le storie delle due donne convergono nel fragore di un evento senza scampo: un omicidio che ha radici più antiche di quanto possano immaginare.
Catherine Dunne tesse i fili delle grandi tragedie classiche nella trama intensa di una storia dei nostri tempi: quella di due protagoniste femminili in guerra contro un mondo maschile.

Un terribile amore
di Catherine Dunne
Guanda, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Maschio Alfa di Manuele Testai
Non sono un sociologo, non sono un antropologo, non sono uno psicologo, ma sono un uomo. E proprio come altri milioni di uomini, anch’io qualche volta ho mascherato la paura con gesti spavaldi, anch’io ho creduto che esistessero “cose da maschio” e “cose da femmina”. Noi uomini siamo così: ci vergogniamo a mostrare i nostri sentimenti in pubblico, ci nascondiamo dietro falsi ruoli dominanti; dobbiamo essere coraggiosi, forti e determinati. Recitiamo un copione imposto dalla società. Diventiamo guerrieri, eroi, sciupafemmine. Ci hanno fatto credere che il dominio della società ci spettasse di diritto.
Adesso è arrivato il momento di dire basta: basta al dominio maschile, basta alla discriminazione contro le donne. Ci vuole coraggio per cambiare. Continuare così non porta da nessuna parte.

Maschio Alfa. Excursus semiserio sulla dominazione maschile
di Manuele Testai
GoWare, 2015
Scarica l’ebook

Woody di Federico Baccomo
Quasi tre anni e due occhi curiosi che guardano il mondo con stupore: Woody è un cane di razza basenji, cresciuto sempre con la sua adorata padrona, una ragazza giovane e allegra che lui ama sopra ogni cosa. Finché un giorno, aprendo gli occhi, Woody scopre che tutto è cambiato: il mondo che conosceva, pieno di gioia, avventure e affetto, è stato sostituito dal buio e dalla sporcizia di una gabbia. Come è finito lì dentro? Perché? E, soprattutto, come può tornare dalla sua padrona? È da queste domande che comincia la storia di Woody: una storia in cui, a poco a poco, si affacciano i segni di qualcosa di terribile, un evento drammatico di cui la sua padrona è vittima e di cui Woody è l’unico testimone. E come tutti noi il piccolo basenji è costretto a confrontarsi con domande che pesano sulla sua innocenza. Che cos’è il Bene? Che cos’è il Male? E come ci si può mettere al sicuro, essere felici, in un mondo che finisce per tradire la meraviglia? Una storia piena di sorprese, comica, drammatica e commovente. Una testimonianza del fatto che la differenza tra umani e animali non sta nel pelo, negli artigli o nella coda, ma nello sguardo sulla vita e nel rapporto con gli altri.

Woody
di Federico Baccomo
Giunti, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Nessuno può toglierti il sorriso di Valentina Pitsalis
Valentina aveva comunicato al marito la sua volontà di separarsi. Lui, incapace di farsene una ragione, l’ha cosparsa di liquido infiammabile e le ha dato fuoco, morendo lui stesso tra le fiamme. Lei si è svegliata in un letto d’ospedale col volto completamente sfigurato, una mano amputata e l’altra gravemente danneggiata.
Era l’aprile del 2011 e da allora Valentina Pitzalis è diventata il simbolo della violenza sulle donne, per la forza con cui ha reagito alla tragedia, la sensibilità con cui ha raccontato e ha analizzato l’accaduto, il coraggio e la speranza che è capace di comunicare.

Nessuno può toglierti il sorriso
di Valentina Pitsalis
Mondadori, 2014
Compra il libro Scarica l’ebook

Il coraggio delle donne di Alessandra Ziniti
Le storie, in prima persona, di cinque donne normali che il destino ha reso eccezionali. Le abbiamo conosciute attraverso la cronaca, ma Alessandra Ziniti ha voluto avvicinarsi a loro per restituirci i loro pensieri, i desideri, i valori, gli affetti, il prima e il dopo le vicende che le hanno rese protagoniste loro malgrado. Cinque ritratti di donne forti, vere, da cui prendere esempio.

Il coraggio delle donne. Storie al femminile storie di moderno eroismo
di Alessandra Ziniti
Imprimatur, 2014
Compra il libroScarica l’ebook

Felinia: Bulle e Pupi di Simona Zulian, Andrea Ribaudo
Felinia e Ribosio, alter ego dei due autori Simona Zulian e Andrea Ribaudo, tornano a farci ridere con le loro scaramucce, improbabili scontri ed esilaranti scleri, oscillando di continuo tra l’idillio amoroso e la guerra aperta. Gli stereotipi sulla battaglia tra i sessi, vengono riproposti in modo magistrale, esagerandoli con ironia, talvolta capovolti.
E così, i due si lasciano andare con nostalgia ai ricordi dei “bei tempi” fra loro: flashback incrociati nei quali è ben difficile capire chi sia il bullo e chi la pupa… pardon: chi la bulla e chi il pupo! Tavola dopo tavola, il lettore si ritroverà a “mettere il dito” fra un lui e una lei, cercando di scoprire chi fra i due “porti i pantaloni”.
In Bulle & Pupi gli autori si sono divertiti con ironia a stravolgere e talvolta invertire i consueti ruoli uomo-donna, il tutto verso un liberatorio finale, nel quale ancora una volta le catene dei luoghi comuni vengono spezzate per trovare finalmente la strada di una coppia “vera” e, tutto sommato, poi non così inedita.

Felinia: Bulle e Pupi 
di Simona Zulian, Andrea Ribaudo
Dentiblù, 2015
Compra il libro

Madri di Myrta Merlino
Madri parla di noi. Noi mamme italiane, fortissime e ostinate, fragilissime e imperfette. Ogni storia ci interroga su come siamo, come vorremmo diventare e come non dovremmo essere. La maternità unisce tante donne (forse tutte), ma ognuna pensa che sia solo sua. Se solo riuscissimo a usare tutto il nostro amore “per sempre”, potremmo cambiare i nostri figli, il loro futuro e dunque il nostro Paese.

Madri. Perché saranno loro a cambiare il nostro Paese
di Myrta Merlino
Rizzoli, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Le donne corrono da sole di Giulia Bongiorno
In questo viaggio duro tra norme inadeguate e pregiudizi – degli uomini ma non solo –, esperienze personali e storie di altre donne, Giulia Bongiorno ricorda a tutte l’urgenza di agire per passare dalla libertà virtuale a quella reale: battendosi quotidianamente per la distribuzione dei doveri famigliari nonché per l’approvazione di leggi sacrosante per una parità concreta, con l’ambizione di ottenere anche di più degli uomini. Perché soltanto con la disparità a nostro favore è possibile uscire dalla discriminazione. Sono storie di donne che si trovano ancora a combattere contro ingiustizie e abitudini che le relegano in vecchi ruoli e a dover “correre da sole”, scegliendo tra i diversi aspetti di una vita piena, maternità o carriera, indipendenza o affetti famigliari.

Le donne corrono da sole. Storie di emancipazione interrotta
di Giulia Bongiorno
Rizzoli, 2015
Compra il libroScarica l’ebook

Ti potrebbe piacere anche

I più letti