Yara Gambirasio
Cronaca

Omicidio Yara: la ragazza e Bossetti si conoscevano

Una testimone li vide insieme tre mesi prima del delitto: lo scrivono gli inquirenti negli atti a chiusura dell'inchiesta. Con altri elementi: le fibbre dei sedili, il reggiseno, la scarpa slacciata

Yara Gambirasio e Massimo Bossetti si conoscevano e una testimone li vide insieme tre mesi prima della scomparsa della tredicenne di Brembate. Quella che era un’ipotesi sussurrata nella fase delle indagini è diventata una realtà investigativa, scritta nera su bianco negli atti a chiusura dell’inchiesta avviata dalla Procura di Bergamo. È quanto rivela il settimanale Panorama, in un articolo che verrà pubblicato sul numero in edicola da domani, giovedì 5 marzo. 

 


Alla base della convinzione degli inquirenti c’è la testimonianza di Alma Azzolin, madre di una ragazza che come Yara frequentava il Centro sportivo di Brembate sopra. La donna ha raccontato di aver visto Bossetti e Yara insieme in un’automobile parcheggiata accanto alla palestra agli inizi di settembre del 2010, tre mesi prima della scomparsa della ragazza. 

Gli inquirenti, rivela ancora Panorama, hanno interrogato due volte la signora Azzolin, il 24  e il 27 novembre 2014. Nel secondo interrogatorio le hanno mostrato una particolare foto di Yara, davanti alla quale la donna non ha avuto alcun dubbio: è lei la ragazza vista in macchina con Bossetti. 

Ma a supporto della tesi di "frequentazioni pregresse" ci sono le tracce dei sedili del furgone trovate in parti specifiche del corpo di Yara che fanno pensare che sia salita di sua spontanea volontà. Poi la tempistica dell’uscita dalla palestra, che fa pensare a un appuntamento, il reggiseno intatto e la scarpa slacciata e ricalzata. Per finire con un particolare che suona come la controprova: Bossetti è stato accusato di omicidio volontario aggravato e calunnia. Non gli è stato contestato il sequestro di persona, perché la procura ritiene che non sia stata costretta con la forza a salire su quel furgone.

© Riproduzione Riservata

Commenti