Al Museo di Roma in Trastevere inaugura il 26 marzo, alle ore 18.00, la mostra fotografica Ici-bas. Le fogne di Parigi: un insolito itinerario negli abissi oscuri della Ville Lumière attraverso gli scatti che la fotografa franco-palermitana Sélène de Condat ha realizzato nel corso di sei mesi vissuti esplorando gli oltre 2.500 chilometri di cunicoli sotterranei che costituiscono la rete fognaria parigina, muovendosi al fianco dei fognaioli che si occupano della sua manutenzione. 

Dalla loro organizzazione alla fine del 1700, les égouts di Parigi non erano mai state esplorate da alcun fotografo. Sélène de Condat lo ha fatto lavorando su chiaroscuri e sfumature, esercitando l'arte complessa del mostrare e del celare, con uno sguardo teatrale acquisito dall'autrice nel suo passato professionale da produttrice di teatro, musica e balletto classico. Già esposto a Parigi e in Francia, questo lavoro mostra un lato poco conosciuto della capitale francese, "fatto di ombre, di luci, di stalattiti di chiffons, sculture di rifiuti, acque e luoghi scuri, donne e uomini che – come Ulisse – scoprono ogni giorno una nuova meta".

Gli scatti in esposizione propongono un viaggio immaginario in "un universo nascosto. Segreto. Perso nelle chimeriche e arcaiche cattedrali di tessuto celate sotto i piedi frettolosi dei cittadini". 
Come un esoterico aldilà urbano, "negativo" della città delle luci, le fogne metaforicamente "fungono da scena ideale della rappresentazione della nostra società con le sue preoccupazioni post-industriali e filosofiche. Una straordinaria fucina di esperienze, che non solo si pone come riflesso della società del tempo, ma permette anche di scorgere i cambiamenti della società e della memoria collettiva".

Ici-bas Le fogne di Parigi
Fotografie di Sélène de Condat
a cura di Jean Yves Quierry e Pierre Higonnet
27 marzo – 27 aprile 2015
Museo di Roma in Trastevere
Piazza S. Egidio 1B


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti