Innovatore scanzonato e avanguardista che ha ridefinito lo stile stesso dell’Art Nouveau, al noto architetto Giuseppe Sommaruga, nel centocinquantesimo della nascita, Varese e Milano dedicano un interessante percorso artistico che si snoda fra tre suggestive location: il Grand Hotel Campo dei Fiori e l'Archivio di Stato a Varese, Palazzo Lombardia a Milano

Le date

La mostra "Giuseppe Sommaruga. Un protagonista del liberty" sarà visitabile dal 22 giugno al 25 luglio a Milano e dal 28 maggio al 31 luglio a Varese

Dove

Il percorso espositivo si snoda in 3 location.

  • Grand Hotel Campo dei Fiori a Varese: Sabato e Domenica con visite a cura dei ciceroni FAI giovani Lombardia e con penotazione obbligatoria sul sito del FAI
  • Archivio di Stato di Varese - Via Col di Lana: dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 16.00
  • Palazzo Lombardia a Milano - Piazza Città di Lombardia: dal Lunedì al Venerdì dalle 13.00 alle 19:00


Perchè è interessante

Partendo dai lavori di Giuseppe Sommaruga, la mostra - curata da Vittorio Sgarbi e Andrea Speziali - è l'occasione per riscoprire e assaporare il fascino dello stile Liberty in luoghi assolutamente unici, suggestivi e normalmente non fruibili dal pubblico. Primo fra tutti, il Grand Hotel Campo dei Fiori, capolavoro ingiustamente dimenticato del Liberty italiano a firma di Sommaruga, chiuso da cinque decenni e utilizzato da Dario Argento per girare il remake di "Suspiria"

L'esposizione, inoltre, permette di ammirare dal vivo documenti d’archivio e centinaia di immagini scattate da prestigiosi fotografi, tra i quali spiccano: Sergio Ramari (vincitore della terza edizione del premio fotografico internazionale Italian Liberty); Davide Niglia (fotografo internazionale di paesaggi presente anche al MIA - Milan Image Art Fair); Alessandro Angelo Carlo Raineri (vincitore della seconda edizione del premiofotografico internazionale Italian Liberty, nonché architetto allestitore delle mostre).

Giuseppe Sommaruga

Milanese, classe 1867, allievo all'Accademia di Belle Arti di Brera, Giuseppe Sommaruga si mise in luce vincendo il primo premio al concorso internazionale di architettura di Torino nel 1890. Profesionista affermato, con la realizzazione di palazzo Castiglioni (1901-1903) divenne la personalità di maggior spicco del liberty milanese, anche se il suo capolavoro resta il Grand Hotel Campo dei Fiori di Varese, "summa" dello stile vigorosamente plastico - ma interessato anche a criteri di funzionalità - che hanno fatto la celebrità di Sommaruga. Spentosi a Milano nel 1917, Sommaruga riposa al Cimitero Monumentale


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti