Jane Alexander: Sarà per questo che sono ancora sola?

Una delle donne più provocanti della televisione italiana e non solo, smart, simpatica e alla mano. Signori due chiacchiere con Jane Alexander  per i followers di twitter meglio conosciuta come @jinnyminnylinny Intanto sto intervistando una donna che ha una …Leggi tutto

VDC_2779.jpeg

 

Una delle donne più provocanti della televisione italiana e non solo, smart, simpatica e alla mano. Signori due chiacchiere con Jane Alexander  per i followers di twitter meglio conosciuta come @jinnyminnylinny

Intanto sto intervistando una donna che ha una voce su wikipedia, passami il termine, “pienissima”… manca qualcosa dal tuo curriculum o sono stati precisi i tuoi biografi?

Sai che non l’ho mica letto? Ma ti posso dire che hanno sbagliato l’anno di nascita, il che mi fa comodo, perché li dice 1973 invece io sono del 1972…

Io ho un ricordo di te indelebile nel primo Game Show su La7, capelli cortissimi, provocante e provocatoria e, te lo dico senza secondi fini tanto l’intervista te la sto già facendo, meravigliosa. Era un concetto di televisione che a quei tempi rivoluzionavo un po’ il modo di riempire un palinsesto… di chi era l’idea ma soprattutto eri tu o un personaggio adatto a quel programma?

Intanto stra grazie per i complimenti, Zengi è forse in assoluto l’esperienza lavorativa di cui vado più fiera. Si, lo so, può sembrare strano, ma li ero io ,solo io, tutta io. E ha funzionato, e questo mi rende fiera di me.

VDC_2750.jpeg

Sei figlia di doppiatori e doppiatrice a tua volta, un lavoro difficilissimo dal mio punto di vista (mi sono dovuta doppiare una sola volta ed è stata una vera battaglia) il bello e il brutto di questo lavoro?

In realtà mia madre non è doppiatrice, aiutava mio papà nell’organizzazione di tutto. Io adoravo doppiare. Erano ore che passavo con mio padre. Si lavorava, ma si parlava tanto e si rideva pure, e mi mancano da morire (doppiare Mietta nella Piovra è stata il lavoro più duro. Lei bravissima e io terrorizzata di storpiare la sua performance).

Salterei la domanda sulle tue esperienze da modella per chiederti subito cosa ti ha portato e cosa ti ha rapito nel mondo del cinema. Hai interpretato diversi personaggi (anche televisivi) e tutti con grande successo… com’è successo?

Come spesso capitano queste cose, per caso. Passando da dietro alla telecamera a davanti, nonostante io non volessi. Ero felice di fare la dialogue coach, invece mi sono trovata per puro caso, una volta per un provino da modella a fare l’Uomo delle Stelle. Una volta dopo Zengi ad essere chiamata per un provino per Elisa di Ribombrosa e così, eccomi. Destino? Mah…

Sei ora una delle muse di Mistero, programma seguitissimo di Italia1, è risaputo che un tuo coconduttore (Daniele Bossari) crede alle storie che raccogliete in giro e che raccontate, è lo stesso anche per te? C’è qualcosa che ti ha colpito più di altre?

Mi piace da matti condurre Mistero e a volte mi sono trovata a credere o almeno a dubitare di alcune mie certezze. Il servizio che più mi ha colpito ultimamente è stato quello su Roberta Ragusa.Un servizio particolare per Mistero e anche per me. Molto emotivo.

VDC_3070.jpeg

La tua più grande soddisfazione lavorativa e poi la tua più grande soddisfazione nella vita?

Alla prima domanda ho già risposto:)

La seconda è ovvia e scontata: Damiano. L’uomo che amo e amerò sempre più di ogni altro nella vita.

Non sembri una donna che possa avere dei rimpianti quindi ti chiedo solo se ci sono state delle delusioni importanti?

Delusioni? Talmente tante che non si contano più. Non vorrei dire che mi ci sono abituata ma, forse è così. In amore specialmente. Sarà per questo che sono ancora sola?

Progetti futuri?

Uno si, ma non ne voglio parlare, sono diventata scaramantica!

ALEXANDER-SEX-AND-THE-CITY-2-IN-FENDI.jpeg

Consigliaci, dato che sei una TwittStar, 3 profili da seguire su tw?

Sicuramente @Justinemattera perché è favolosa nella vita, con un entusiasmo dal quale bisognerebbe imparare.

@stanzaselvaggia perché fa ridere e fa pensare in modo intelligente.

E poi @stuffstaff perché li adoro.

Sei felice?

Essere felici sempre sarebbe noioso, no? Quindi ringrazio il cielo che in questo momento sono tranquilla,ma non felice, perché pensa che palle sennò.

© Riproduzione Riservata

Commenti