Microsoft
Tecnologia

Xbox One S o Xbox One? Come scegliere tra le due console Microsoft

Il 2 agosto debutta nei negozi la slim 2016: costa 399 euro e ha un rinnovato gamepad Bluetooth. E se scegliessimo la “vecchia” next-gen?

Un anticipo del genere non si era mai visto nel mondo della tecnologia. Inizialmente prevista per il 31 agosto, l’uscita della Xbox One S è stata invece fissata per il 2 agosto, insomma tra due settimane esatte. C’è molto interesse intorno alla console di Microsoft, non tanto per gli aggiornamenti hardware quanto per il nuovo corso dato all’aspetto esteriore e ad alcune funzionalità interne: un rinnovato gamepad Bluetooth che si collega anche a computer con Windows 10, il sensore infrarossi, lo streaming di contenuti in 4K e un prezzo decisamente interessante.

La versione da 2 TB costa infatti 399 euro, 130 euro in meno dei 529 necessari alla Xbox One da 500 GB al momento del lancio (dicembre 2013); e qui inoltre ci sono altre due varianti: una One S da 500 GB e una da 1 TB, che costano rispettivamente 299 e 349 euro.

In occasione dell’arrivo della Xbox One S è lecito aspettarsi una riduzione del prezzo della “vecchia” next-gen, la classica Xbox One. Su Amazon la si trova anche a 275 euro (originale, italiana, chiusa con scontrino), priva di Kinect, per quello che può servirvi.

Quale scegliere tra le due? Cerchiamo di capirlo sfogliando con la freccia a destra.

Il design migliore

Il fattore design è decisamente a favore della nuova S. Si tratta del cambiamento più evidente e sostanziale introdotto da Microsoft con la console in uscita il 2 agosto. Nei fatti, l’azienda americana dice di aver ridotto del 40% l’ingombro totale, anche grazie all’eliminazione del fastidioso caricatore esterno, che adesso è integrato nello chassis. Più leggera vuol dire anche possibilità di metterla in verticale, come la Xbox 360, così da adattarla ad ambienti, camere e salotti differenti.

In autunno uscirà una versione speciale in bundle con Gears of War 4, al prezzo di 449 euro. Probabilmente in futuro vedremo strategie simili per il lancio dei titoli più attesi, peraltro come successo già con la One e i vari Destiny, Halo e compagnia bella.

Qual è più potente

Alla fine dei conti, la Xbox One S ha la stessa potenza della One del 2013. Non avrete giochi più veloci, scattanti o migliori solo perché avete comprato una console più giovane. C’è un piccolo salto qualitativo verso una CPU e una GPU più performanti, ma solo per abilitare il supporto alla modalità HDR.

Il controller più ergonomico

Un altro bel salto in avanti e non solo per il colore bianco. Il prossimo gamepad della Xbox One S non è una rivoluzione estetica ma funzionale. Ha il supporto al Bluetooth di Windows 10, smartphone e tablet, dunque sarà possibile utilizzarlo anche per i giochi sul PC e in mobilità. Copre inoltre un raggio di azione doppio di quello della One classica e ha una presa ergonomica che evita scivolamenti improvvisi (e dolorosi per le tasche).

Funzioni e video

Se oltre a giocare siete amanti dei film, sappiate che sulla “S” è possibile godere di contenuti video in 4K. Questo vuol dire non solo leggere dischi Blu-ray Ultra HD ma anche fare streaming direttamente da Netflix e altre piattaforme simili in una qualità mai vista (sulla console Microsoft almeno). Il 4K è accostato anche ai contenuti 4K HDR, con un ventaglio di colori più ampio e un range dinamico migliore. Certo c’è bisogno di una TV che lo supporti, ma ne vale la pena. 

Niente Kinect

C’è un però: sulla One S non avrete un Kinect né una porta di connessione ad esso dedicato. Ciò vuol dire che per fare due salti a Zumba oppure scorrazzare sulle onde dei Kinect Sport, ci sarà bisogno di un adattatore da comprare a parte e della telecamera di Microsoft, ovviamente.

Quanto costano

Come detto, al lancio nel dicembre del 2013 la Xbox One con 500 GB e Kinect costava ben 529 euro. La Xbox One S da 2 TB costerà 399 euro. Vi sarà anche una versione da 500 GB a 299 euro e una da 1 TB a 349 euro.

Considerato che oggi la Xbox One “next-gen” da 1 TB costa in rete 275 euro senza Kinect, c’è un sostanziale equilibrio visti i 70 euro di differenza tra i due modelli da 1 TB, l’assenza del sensore Kinect e la medesima esperienza di gioco offerta. Certo, la S abilita la visione di filmati in 4K e l’HDR ed è più piccola, ma se volete giocare con la telecamera dovete considerare l’acquisto dell’adattatore e del Kinect stesso.

Conclusioni

Il concetto è: volete semplicemente una Xbox One che sostituisca la 360 o la PS3? Prendete tranquillamente la Xbox One che, un giorno, vi permetterà anche di divertirvi con il Kinect.

Avete necessità di occupare poco spazio, passate ore su Netflix e non giocherete mai con la webcam 3D di Microsoft? Optate per la One S ma sbrigatevi, pare che le scorte stiano già andando a ruba.

Ti potrebbe piacere anche