Ubisoft
Videogiochi

Milan Games Week, le anteprime e le cose da sapere

I titoli internazionali e quelli italiani, gli ospiti e gli eventi collaterali, biglietti e abbonamenti. Guida per vivere al meglio la kermesse

Al suo debutto nel 2011 totalizzò 30 mila spettatori, l’anno scorso furono il quadruplo. Ora tutto è pronto per la sesta edizione, in programma da venerdì 14 a domenica 16 ottobre, dalle 9 alle 19. Torna la Milan Games Week, la fiera di riferimento nel panorama videoludico nostrano. Un evento promosso da Aesvi, l’Associazione editori sviluppatori videogiochi italiani che vivrà su uno spazio di 32 mila metri quadri.

Due i padiglioni coinvolti, il 3 e il 4 di FieraMilanoCity, uno più classico dedicato a una sfilata di titoli, l’altro legato all’intrattenimento con tornei, cosplay, incontri con gli Youtuber più celebri, arte, retrogaming, vasti dintorni. Duecento metri quadri saranno oasi esclusiva dei più piccoli, con postazioni ad hoc per i bambini.

L’interesse sarà naturalmente catalizzato dai titoli mostrati in anteprima, più di 40 tra primizie e fresche uscite. Ma ci sono anche tante chicche tricolore, ospiti, appuntamenti per approfondire tutto quello che ruota all’affollato mondo di pc e console. Ecco le cose da sapere.

Le novità internazionali

Alcune sono appena arrivate nei negozi, altre debutteranno a breve o nei mesi a venire. Partecipare alla Games Week significa dunque mettere occhi e mani su quanto il mondo dei videogiochi si prepara a offrire.

Tutti presenti i principali studi di sviluppo. Da Activision, con Call of Duty:Infinite Warfare, prima del debutto ufficiale del 4 novembre, all’ennesimo capitolo della saga Skylanders. Imaginators esce il 14 ottobre, in contemporanea con la kermesse meneghina.

Sponda Ubisoft, grande interesse per Watch Dogs 2, scorribande di hacker nella baia di San Francisco (foto in apertura), in arrivo il 15 novembre. Ma anche per le battaglie di For Honor, per cui bisognerà attendere il San Valentino del 2017. Ghost Recon Wildlands, sempre atteso per il 2017, è una sfida a un temibile cartello della droga, mentre un nuovo atto targato South Park: Scontri Di-retti, strappa una risata già dal titolo. E non è finita.

Le altre novità internazionali

Electronic Arts schiera l’artiglieria al gran completo: i combattimenti in scenari mozzafiato di Battlefield 1 (21 ottobre) e Titanfall 2 (28 ottobre), ma anche sua maestà Fifa 17, il piacere assoluto per i giocatori italiani, a un tasso sempre maggiore di realismo. A proposito di piaceri e attese febbrili, sponda Koch Media svetta Final Fantasy XV. Nei negozi sbarca il 29 novembre, alla Games Week sarà giocabile.

A esibire le ultime novità anche 2K, con i lottatori di wrestling di WWE 2K17 e con i criminali di Mafia III, entrambi freschi di debutto nei negozi. Anteprime autentiche e prelibate da Bandai Namco Entertainment: Dragon Ball Xenoverse 2 (dal 27 ottobre) e soprattutto i combattimenti di Tekken 7 (foto nella pagina precedente). Obbligatorio provarlo, anche perché non approderà su Pc, PS4 e Xbox One prima dell’inizio del 2017.

Virtuale reale

Negli stessi giorni della manifestazione milanese, si conclude l’attesa per PlayStation VR, il visore per la realtà virtuale di Sony di cui a lungo si è parlato. Per mostrare al pubblico quanto è ben riuscito, ci saranno 18 postazioni per calarselo su occhi naso. Sia con titoli disponibili al lancio, sia con anteprime come Farpoint e Robinson: The Journey.

Ancora allo stand della casa giapponese, un gustosissimo terzetto sarà giocabile: The Last Guardian, Horizon Zero Dawn e Gran Turismo Sport, le gemme della line-up. Se per Microsoft rimandiamo all’approfondimento a parte (cliccate qui), Nintendo non porterà The Legend of Zelda, ma sarà comunque presente nell’area riservata ai tornei con uno stand dedicato a Super Mario e ai Pokémon. Con l’idraulico più famoso del mondo e con Pikachu i visitatori potranno anche scattare una foto ricordo.

Orgoglio indie tricolore

Guai però a fermarsi solo ai titoli dei colossi internazionali. La Milan Games Week riserva uno spazio ai titoli sviluppati dai giovani talenti italiani, sia già disponibili che di prossima uscita. Oltre a giocarli, si potrà incontrare chi li ha creati, magari dare loro qualche consiglio o suggerimento su quali direzioni indirizzare il loro lavoro. Insomma, un’occasione imperdibile per chi ama davvero questo mondo.

I giochi in mostra saranno una trentina, quasi quanto quelli dell’esibizione principale. Da 5 Minutes Rage dello studio mantovano Indomitus Games, una sfida a colpi di cannonate, a All-Star Fruit Racing (foto sopra) dei milanesi 3DClouds, con un cast femminile impegnato in una corsa spericolata sui kart in uno scenario di onnipresente frutta. Colorato e divertente.

Dal nord al sud con Asgard Rift: Battle Arena dello studio salernitano Mangatar. Un card game per dispositivi mobili, da iPhone ad Android fino a Windows Phone. Mentre gli sviluppatori romani di Invader Studios propongono Daymare: 1998, un survival horror per pc.

I grandi ospiti

A proposito di survival horror, la Milan Games Week ne accoglie uno dei capostipiti, quel John Romero artefice di icone della storia videoludica come Doom e Quake. Con lui la moglie Brenda Romero, a sua volta popolare game designer. 

Sono attesi inoltre i principali Youtuber nostrani, a cominciare da Favij, ma anche performer come Fabio Rovazzi, autore del tormentone estivo «Andiamo a comandare», che venerdì 14 sarà allo stand Hp. Mentre la giornata di domenica 16 sarà dedicata alla tradizionale sfilata dei cosplayer.

Ampi dintorni

È cominciata giovedì 6 ottobre e andrà avanti tre giorni dopo la conclusione della manifestazione ufficiale, ovvero fino a mercoledì 19 ottobre, la Fuori Milan Games Week, una galassia di iniziative collaterali che estendono spazi e tempi della fiera e coinvolgono tutta la città con feste, rassegne ed eventi.

Da segnalare in particolare le giornate di mercoledì 12 e giovedì 13 in cui si svolgerà l’Italian Game Developer Summit, appuntamento dedicato a sviluppatori di videogiochi, studenti, accademici. Si svolgerà presso il Museo della Scienza e della Tecnologia, ha un parterre di ospiti di primissimo piano e tocca tutti i temi cruciali dell’industria. Dettagli, relatori e programma si possono leggere qui.

Tutto sui tagliandi

Quanto ai biglietti per la manifestazione principale, sono acquistabili sia on line che presso la fiera, ma vista la folla prevista, soprattutto nel weekend, è opportuno comprarli in anticipo, anche perché il prezzo è lo stesso. Quattordici euro per un ingresso giornaliero, che scendono a otto per i bambini dai sei ai dodici anni, mentre nessun costo per chi ne ha fino a cinque. Gratis anche l’accesso per invalidi e disabili.

Convenienti gli abbonamenti: per chi vuole fare il pieno e godersi i tre giorni, il costo è di 24 euro anziché 42. Un abbondante 40 per cento in meno. Anche i gruppi possono risparmiare. Se si è un minimo di 20 persone si spendono 10 euro a testa anziché 14. Ma attenzione. Bisogna organizzarsi prima, la promozione è attiva soltanto on line. Le agevolazioni coinvolgono anche le famiglie. Trenta euro per due adulti e un bambino fino a 12 anni, 34 euro per due adulti e due bambini.

I biglietti e gli abbonamenti si possono acquistare consultando questa pagina.

Ti potrebbe piacere anche