I giudici di "The Voice of Italy 4". Da sinistra, Emis Killa, Dolcenera, Raffaella Carrà e Max Pezzali
Ufficio Stampa
I giudici di "The Voice of Italy 4". Da sinistra, Emis Killa, Dolcenera, Raffaella Carrà e Max Pezzali
Musica

Torna The Voice of Italy: 5 cose da sapere

Domani sera inizia il talent show di Rai2, con giudici Raffaella Carrà, Max Pezzali, Emis Killa e Dolcenera. Tutte le novità su questa edizione

Inizia la quarta edizione

Amanti della musica, amanti della televisione, state pronti: torna l'appuntamento con The Voice of Italy. Domani, mercoledì 24 febbraio, infatti, avrà inizio la quarta edizione del talent show di Rai2.

Anche quest'anno si cercherà di trovare una voce ("la voce"), pronta per una carriera di successo nel nostro Paese. Ecco cinque cose da sapere sul talent con le famose "poltrone rosse"...

1. I quattro giudici

I giudici di questa quarta edizione sono Raffaella Carrà, Emis Killa, Dolcenera e Max Pezzali. Una rosa molto interessante: si passa dalla regina della televisione italiana ad un rappresentante del rap, da una grandissima cantautrice ad un artista che ha fatto la storia della musica italiana.

I giudici sono già pronti per stupirci con i loro giudizi e, come ci avevano raccontato durante la conferenza stampa di presentazione del talent, stanno vivendo questa esperienza con grande carica. 

2. Le quattro fasi del talent (1)

Le novità riguardano anche lo svolgimento delle serate. Infatti, avremo:

1. Le Blind Audition, la parte caratteristica di The Voice, quando i giudici ascolteranno solamente la voce dei talenti, senza poterli vedere. Queste puntate passeranno da cinque a sei.

2. Le Battle. Vedranno tre talenti della stessa squadra combattersi sul "ring", cantando lo stesso brano. Sarà proprio il giudice di riferimento a decidere chi tra loro continuerà il loro viaggio a The Voice. Ritorna il meccanismo dello Steal, con il quale i giudici potranno ripescare un talento eliminato da un altro coach. In questo modo, dopo le due serate di Battle, ogni giudice conterà otto componenti.

3. Le quattro fasi del talent (2)

3. I Knockout. Sono la fase immediatamente precedente alle serate live. Durante i Knockout, due talenti della stessa squadra si sfideranno con il loro cavallo di battaglia. Sarà anche in questo caso il giudice di riferimento a decidere chi portare ai Live. Terminata la fase dei Knockout, ogni coach avrà 4 talenti nella propria squadra.

4. I Live Show. In questa occasione, la parte musicale di The Voice sarà amplificata (gli stessi giudici si esibiranno con i loro talenti). Con il televoto, sarà il pubblico di casa a decidere chi continuerà il viaggio a The Voice. Alla Finalissima troveremo un talento per ogni squadra. Il vincitore di The Voice porterà a casa un contratto di esclusiva discografica con la Universal Music Italia. 

4. Il cast

Anche quest'anno, il conduttore di The Voice sarà Federico Russo. Invece, al posto di Valentina Correani, vedremo Angelina nei panni della V-Reporter. L'ex concorrente di Pechino Express torna così in televisione con un ruolo tutto nuovo, inedito per lei. La sua ironia tagliente aiuterà a tenere incollati gli spettatori alla tv?

5. Come seguire The Voice dai social

Come ogni programma tv che si rispetti, anche The Voice sta tentando di aumentare la proria presenza social. Così, oltre al contributo di Angelina (che proporrà anche contenuti esclusivi per il web), le pagine social del talent saranno attive durante le puntate (e non solo). In particolare, su Twitter, oltre a seguire l'account ufficiale @THEVOICE_ITALY, si potranno esprimere le proprie preferenze con gli hashtag dedicati alle varie squadre: #teamdolcenera, #teamcarrà, #teampezzali e #teamkilla. 

Un altro modo per seguire il programma è anche la nuova app di The Voice

Ti potrebbe piacere anche

I più letti