C'è la voglia di mettersi in gioco, l'amore per la propria terra, la lotta contro la mafia e la volontà di riscattarsi in Questo è il mio paese, la nuova fiction di Rai 1 in sei puntate - le prime due andranno in onda questa sera e domani, lunedì 9 e martedì 10 novembre - con Violante Placido nei panni di un'eroina civile. La protagonista è infatti Anna, una donna normale che scopre in sé una forza inaspettata: dopo essere tornata a vivere in un piccolo paesino del sud, comincia a lottare contro le mafie per difendere l’integrità delle istituzioni e la popolazione che rappresenta.  

Anna, un'eroina civile

Anna torna a vivere a Calura assieme al marito Lorenzo e figli Chiara (17 anni), Nino (14) e Caterina (7), che non sono entusiasti di lasciare Roma per ritrovarsi a vivere in questo angolo sperduto di Italia. Qui incontra la sua storica amica Emilia, appena eletta Sindaco: la donna chiede ad Anna di diventare assessore al bilancio e quando il primo cittadino scopre di essere malata di tumore, sarà lei a reggere le sorti del paese. Nonostante la poca esperienza politica, Anna saprà destreggiarsi grazie alla sua incrollabile fiducia nella giustizia e alla sua contagiosa capacità di parlare alle persone: un percorso ad ostacoli che la vedrà scontrarsi contro i boss locali dai quali non si farà mai intimidire, andando dritta per la sua strada, anche a costo di prendere decisioni scomode.

Un tuffo nel passato

Quando Anna torna a Calura deve fare i conti con il passato. A cominciare da un episodio della sua giovinezza, ovvero la scomparsa di Lucia, una delle sue più care amiche: da un giorno all'altro di lei non si hanno più notizie e si ipotizza che possa essere vittima della criminalità organizzata che, da sempre, controlla tutto nel paese. Qui poi incontra l'ex fidanzato Corrado, (Francesco Montanari), ora diventato un ricco imprenditore. L'uomo non ha dimenticato i propri sentimenti per Anna, nonostante sia stato lui a lasciarla venti anni prima: il neo sindaco scoprirà che lui nasconde delle notizie sulla misteriosa sparizione di Lucia, qualcosa che non ha mai detto a nessuno.

La prima puntata e il cast

Anna lascia Roma per seguire il marito Lorenzo (Fausto Maria Sciarappa), un ingegnere che si è trasferito a lavorare al cantiere di costruzione di un nuovo terminal portuale. Nella cittadina dov'è nata e cresciuta, Anna incontra Emilia (Gioia Spaziani) che le chiede di diventare assessore al bilancio: la donna capisce subito che le elezioni sono state perse volutamente dall’ex Sindaco Cardi (Ninni Bruschetta) per evitare di affrontare le responsabilità di una gestione fallimentare. Quando Emilia scopre di avere un tumore, chiede ad Anna di amministrare fino a nuove elezioni: Corrado la sconsiglia, ma il nuovo sindaco può contare sull'aiuto di Gina (Loredana Cannata), una vecchia amica del Liceo che ora lavora nei Ros, i gruppi speciali che indagano sulla criminalità organizzata. E' proprio lei ad informarla sulla guerra di mafia tra i Malorni, una vecchia famiglia contadina, e i Cafuero, un ricco clan che ha investimenti anche nell'alta finanza. Lo scontro con i boss locali – tra questi c’è Giannino Cafuero (Michele Placido) - divampa in fretta quando Anna mette in discussione gli appalti dell'acqua pubblica. 



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti