RETROSCENA - Cassano chiama la Samp: "Voglio tornare"
Getty Images Sport
RETROSCENA - Cassano chiama la Samp: "Voglio tornare"
Sport

RETROSCENA - Cassano chiama la Samp: "Voglio tornare"

A Parma sta bene ma sogna il blucerchiato. Il suo entourage ha parlato con Garrone che è pronto alla rivoluzione in società

Certi amori regalano una emozione per sempre. Le parole di una celebre hit di Eros Ramazzotti fotografano sinotticamente lo stato d'animo di Antonio Cassano. Il fantasista barese sta incantando a Parma e sogna una maglia azzurra per Brasile 2014. Al tempo stesso il Pibe de Bari desiderebbe chiudere la carriera in blucerchiato, dove ha vissuto pagine memorabili della propria carriera e laddove ha incontrato la donna della propria vita. Quella Carolina Marcialis che l'ha reso padre di due figli, Christopher e Lionel, e con la quale non disdegnerebbe il ritorno nella casa di Nervi.

Sottotraccia e mediante telefonate informali Cassano e il suo entourage hanno dapprima riallacciato i rapporti e poi limato alcuni disguidi con l'ambiente e i vertici dirigenziali doriani. Il ritorno al timone in prima persona di Edoardo Garrone potrebbe così far materializzare il ritorno del "Figliol prodigo" nei prossimi mesi. Proprio il presidente sampdoriano è pronto a ristrutturare i quadri societari del club: le posizioni di Sagramola e Osti restano sotto osservazione. Difficile per entrambi una conferma e addirittura potrebbero esserci cambiamenti immediati in vista del mercato di gennaio. La scelta di affidare la guida tecnica della squadra a Sinisa Mihajlovic è stata, infatti, voluta direttamente dal patron.

I primi contatti fra i due risalgono al post Samp-Roma di fine settembre. Autoritario e decisionista nelle scelte sulla falsa riga del modus operandi del padre Riccardo. In attesa di trovare, come accaduto al genitore, un Marotta. Ovvero un plenitotenziario per l'area tecnica in grado di coniugare bilanci attivi e risultati sportivi: Garrone Jr è comunque pronto a ristrutturare la propria compagine, per renderla di nuovo l'outsider del campionato con vista sull'Europa. La tanto paventata austerity del tandem Sagramola-Osti non ha convinto e l'addio di Rossi - fortemente voluto dall'ex ad palermitano e difeso in queste settimane da entrambi - segna un taglio netto col passato. Per giugno circolano e sono suggestivi i nomi di Braida, Corvino e Lo Monaco. Ad interim intanto potrebbe arrivare Magalini (attualmente a Grosseto) o tornare Gasparin. Per ora spazio alla personalità di Mihajlovic che godrà di autonomia anche in ambito di mercato per la sessione di gennaio. Mihajlovic e Cassano: la nuova Samp vuole ripartire da due suoi vecchi amori. Amori che - per dirla alla Ramazzotti - restano così impressi nella mente...

Ti potrebbe piacere anche

I più letti