Calcio

Antonio Conte, tutte le frasi da allenatore dell'Inter

Scatenato in panchina e senza filtri (o quasi) davanti alle telecamere. Ecco la raccolta di citazioni famose del suo periodo nerazzurro

antonio conte inter

Giovanni Capuano

-

Antonio Conte è diventato ufficialmente allenatore dell'Inter il 31 maggio 2019. Lo ha voluto Beppe Marotta, che con lui ha lavorato con profitto alla Juventus, mettendo fine così al regno di Spalletti durato due stagioni. Conte si è calato in fretta nella nuova avventura, con la stessa forza fisica e dialettica che lo hanno sempre contraddistinto nelle sue precedenti esperienze professionali.

Il suo è un approccio totale alla panchina, che vive in maniera intensa partendo dalle conferenze stampa e dalla preparazione maniacale dell'approccio ad ambiente e impagni sportivi. Ecco una collezione delle sue citazioni o frasi da non cancellare nel periodo interista:

31 maggio 2019 (nel video in cui l'Inter annuncia il suo arrivo): "Finalmente si ricomincia. Di motivi ne ho tanti, anche troppi. E di sfide davanti a me altrettante, ma non vedo l'ora. Perché proprio io? Perché condividiamo la stessa ambizione, il coraggio, la fame e la determinazione. Ora tocca a me. Ci sono, Inter".

31 maggio 2019 (a Steven Zhang in un video ufficiale Inter): "Mister sei pronto per la pazza Inter? No, niente pazzie. Basta pazza Inter".

7 luglio 2019 (conferenza stampa di presentazione): "Devo avere la percezione di avere anche solo l'1% di possibilità di poter vincere. A me piace lavorare su quell'1%, anche se l'altro 99% significa aver perso".

7 luglio 2019 (alla conferenza di presentazione rispondendo a Marotta seduto al suo fianco): "Io il top player dell'Inter? Ringrazio il direttore Marotta, ma i veri top player dobbiamo averli in campo".

19 luglio 2019 (a Singapore prima del debutto amichevole contro il Manchester United): "Mercato? Siamo in ritardo, diamoci una mossa e come dico sempre 'Chi ha tempo non aspetti tempo'"

23 luglio 2019 (a Nanchino prima di Inter-Juventus amichevole): "Io all'Inter? Non sono mai stato vicino alla Juventus, non ho mai ricevuto una telefonata"

25 agosto 2019 (vigilia di Inter-Lecce, prima di campionato): "Quello che posso dire è che la rincorsa è iniziata".

26 agosto 2019 (dopo Inter-Lecce 4-0): "Non dobbiamo essere scintilla, dobbiamo diventare dinamite".

14 settembre 2019 (Inter prima in classifica): "Sono contento, ma conosco il vostro giochino: so che ci state sollevando perché volete dare la mazzata quando qualcosa andrà storto".

16 settembre 2019 (vigilia di Inter-Slavia Praga, debutto in Champions): "Io non sono un allenatore da Champions? Io ho sempre partecipato con creature appena nate, gli altri con creature già belle solide. Questa è la differenza ai sapientoni".

© Riproduzione Riservata

Commenti