Il Capodanno in Asia, Africa e America latina
titoOnz/Alamy
Il Capodanno in Asia, Africa e America latina
Società

Il Capodanno in Asia, Africa e America latina

Dal Giappone al Messico, passando per Kenya e Australia, le tradizioni e i riti per salutare il nuovo anno

Come cambiano riti e tradizioni in Asia, Africa e America latina Anubhab/Roy/Alamy

Se si pensa al Capodanno non vengono subito in mente l'Africa né l'America latina, note piuttosto per tradizioni legate alla religiosità indigena o a festeggiamenti come quelli del carnevale, specie in Sud America e in Brasile. Eppure il Capodanno di Rio è tra i più famosi e colorati al mondo, insieme a quello cinese e australiano, che si distingue per il fatto di arrivare con 12 ore di anticipo rispetto ai brindisi europei. Ecco come si festeggia in paesi e continenti lontani dall'Italia e dall'Europa. 

Capodanno di Rio

Il capodanno a Rio de Janeiro Mario Tama/Getty Images

Rio de Janeiro, in Brasile, è molto nota per il suo Carnevale, ma anche il Capodanno si distingue per i festeggiamenti e per l'atmosfera festosa che caratterizza questo paese. Per salutare il nuovo anno almeno 2 milioni di persone si ritrovano la notte di San Silvestro sulla spiaggia di Copacabana, per assistere ai fuochi d'artificio, magari direttamente dal mare, salendo a bordo delle numerose barche presenti. I brasiliani considerano di buon auspicio vestirsi di giallo, un colore che simboleggia il sole, la vita e il colore dell'oro. Chi festeggia l'anno nuovo in casa con i parenti generalmente segue la tradizione che vuole che il capofamiglia getti alle sue spalle un bicchiere di vino, che dovrebbe allontanare la sfortuna.

Capodanno cinese

Il capodanno in Cina NurPhoto/NurPhoto via Getty Images

E' molto famoso, anche se non coincide con il 31 dicembre. In Cina, infatti, viene seguito il calendario lunisolare che stabilisce che il nuovo anno inizi tra il 21 gennaio e il 18 febbraio. Coincide, infatti, con la seconda luna nuova dopo il solstizio d'inverno. Si festeggia con banchetti che proseguono per due settimane consecutive e con coloratissimi fuochi d'artificio. Quanto al cibo, sono tipici i ravioli a forma di lingotto, specie nelle zone del nord del paese, mentre al sud è più diffuso un dolce a base di farina di riso, farcito con diversi tipi di verdure.

I festeggiamenti terminano con la famosa "festa delle lanterne", diventata festa nazionale per volontà dell’imperatore della dinastia Han dal 180 a.C., eletto il 15 gennaio durante la festa della primavera. Durante il Capodanno cinese ci si veste di rosso, colore propiziatorio: secondo l’antica leggenda cinese, proprio il rosso e i forti rumori dovevano impaurire il mostro mitologico chiamato Nian ,che una volta ogni 12 mesi usciva dalla sua tana per divorare gli esseri umani. Influenzati da questa leggenda, ogni anno i cinesi festeggiano la festa della primavera con fuochi d’artificio, canti e danze rumorose per spaventare Nian. La festa si conclude con il corteo della maschera di Leone che rappresenterebbe il Nian.

Capodanno in Australia

Il capodanno in Australia e in particolare a Sydney Zak Kaczmarek City of Sydney Getty Images

E' il "primo" ad essere festeggiato, per questioni di fuso orario. I fuochi d'artificio non mancano neppure qui, ma sono accompagnati da un'atmosfera tipicamente estiva. Molte sono le crociere che si possono effettuare la notte di San Silvestro a Sydney, per godersi lo spettacolo a bordo di un'imbarcazione nella baia. Moltissimi i party ai quali si può partecipare sia a Sydney che nelle principali città, come Melbourne e Perth.

Capodanno in Guatemala

Il capodanno in Guatemala JOHAN ORDONEZ/AFP/Getty Images

In questo paese dell'America latina, si usa mangiare abbondantemente dopo la mezzanotte, iniziando da 12 chicchi di uva (come in Spagna) nei primi dodici rintocchi dell'anno, esprimendo un desiderio per ciascuno.

Capodanno in Africa

Il capodanno in Africa e in particolare in Egitto KHALED DESOUKI/AFP/Getty Images

Sono molte le tradizioni e dunque anche i festeggiamenti nel grande continente africano. In alcuni paesi, come il Kenya e la Tanzania, sono più simili a quelli europei. E' tipico, però, festeggiare con balli e canti in strada, accendendo falò e mangiando grigliate di carne e verdure.

Scenografici anche i festeggiamenti in Egitto, ai piedi delle Piramidi.

Capodanno in Giappone

Il capodanno in Giappone KHALED DESOUKI/AFP/Getty Images

In Giappone si festeggia il nuovo anno in modo davvero insolito, ovvero facendo le pulizie di casa e proseguendo i festeggiamenti fino al 3 di gennaio. Oltre a decorare la casa con rami di pino, si usa mettere delle canne di bambù all'ingresso, per dare il benvenuto agli spiriti degli antenati. Invece che festeggiare nei primi 12 rintocchi dell'anno, le campane dei templi buddisti risuonano per 108 volte, tanti quanti sono gli elefanti di Bon, per confessare i propri peccati.

Capodanno in Messico

Capodanno in Messico Daniel Cardenas/Anadolu Agency/Getty Images

L'usanza vuole che si gettino tra le fiamme pietre o mestoli di legno, come gesto benaugurante.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti