Thinkstock.it
Società

Festa della Mamma: 10 cose da sapere

Storia, curiosità e regali per il giorno dedicato alle mamme

Quest'anno la Festa della Mamma si celebra il 10 maggio Thinkstock.it

Si celebra quest'anno il 10 maggio, in Italia e in molti Paesi del mondo, la Festa della Mamma. Una festività che affonda le sue radici nella storia e del mito greco, ma che nei secoli ha assunto nuovi significati. Non mancano poi alcune curiosità, come quelle che riguardano l'introduzione della festa in Italia, nata in Liguria. Se Kate Middleton festeggerà quest'anno in modo speciale, grazie alla nascita della secondogenita, la royal baby Charlotte Elizabeth Diana, sono molti coloro che faranno veri e propri regali. Non manca, poi, chi preferisce un bigliettino, cioccolatini o un mazzo di fiori. Ecco le 10 cose da sapere sulla Festa della Mamma.

1 - Origini greche

La Festa della Mamma risale, seppure con modalità differenti, all'antica Grecia Thinkstock.it

Fin dall'antichità la mamma è una figura molto celebrata. A Rhea, sposa di Crono e madre dei greci, proprio nell'antica Grecia veniva dedicato un giorno di festeggiamenti ogni anno. Il mito, infatti, vuole che Crono, temendo di essere spodestato un giorno da un suo figlio, ingoiasse tutti i figli che Rhea partoriva. Questa, disperata, si nascose in una grotta nell'isola di Creta dove, dopo aver dato alla luce Zeus, lo nascose, dando invece al marito Crono una pietra avvolta in un fagottino. Crono lo ingoiò e Zeus si salvò. Da qui la venerazione da parte dei Greci.

2 - I Romani e "Floralia"

I Romani festeggiavano con una setitmana di celebrazioni, chiamata "Floralia" Thinkstock.it

Anche i Romani celebravano la Dea Madre (e Madre Terra), chiamandola Cibele e ritenendola madre di Giove, Giunone, Nettuno, Cerere e Plutone. A Cibele veniva dedicata una settimana di festeggiamenti, la cosiddetta "Floralia", nel mese di maggio ovvero il mese dei fiori.

3 - Maria, madre di Gesù e la festa cristiana

Anche la Chiesa cristiana celebra la madre per eccellenza: la Madonna Thinkstock.it

Dal mito romano alla tradizione cristiana, la Madonna sostituì Cibele e diventò oggetto di culto fin dalla nascita della Chiesa, con festeggiamenti nel cosiddetto mese "mariano", ovvero proprio maggio.

4 - In Inghilterra il "Mothering Sunday"

In Inghilterra si festeggia il "Mothering Sunday" Thinkstock.it

Arrivando ai tempi più moderni, in Inghilterra si celebra fin dal 1600 il cosiddetto "Mothering Sunday", che cade sempre in marzo, ma in data variabile. La festa ebbe origine per dare la possibilità a chi lavorava come servitore nelle case di persone ricche e nobili, di tornare a casa per un giorno per trascorrere del tempo con le proprie madri.

5 - La "Giornata nazionale della mamma" negli Usa

Negli Usa si festeggia la "giornata nazionale della mamma" per volontà di Anne Jarvis Thinkstock.it

Negli Stati Uniti la Festa della Mamma risale ad una iniziativa di Anne M. Jarvis (1864-1948) nel 1914. La donna, rimasta orfana con la sorella cieca Elsinore, chiese con insistenza al Congresso che venisse istituita una giornata dedicata alle madri, in modo che tutti i figli potessero dimostrare attenzione e amore alla madre, finché questa era in vita. Anne Jarvis scelse come simbolo il garofano, fiore preferito dalla madre: rosso per le mamme in vita, bianco per quelle scomparse.

6 - In Italia le origini della Festa in Liguria

In Italia la Festa della Mamma "nacque" in Liguria Thinkstock.it

In Italia la Festa della Mamma nasce in Liguria e precisamente nel 1956 a Bordighera, in provincia di Imperia. Fu l'allora sindaco (e deputato), Raul Zaccari, a decidere di istituire una giornata per ricordare quanto importante fosse la figura della mamma. L'idea venne accolta con calore e l'anno dopo anche il parroco Tordibetto di di Assisi, in Umbria, don Otello Migliosi, sostenne la festa, sottolineando il valore religioso della festività. Lo stesso Zaccari propose l'introduzione della Festa della Mamma in Senato, non senza incontrare qualche "resistenza": alcuni parlamentari, infatti, temevano "inopportuno che sentimenti così intimi siano oggetto di norma di legge" e temevano che la celebrazione della festa potesse "risolversi in una fiera di vanità", come riportato sul sito stesso del Senato.

La Festa venne poi istituita e tuttora si celebra, anche se in una data "mobile".

7 - Data fissa o data "mobile"?

Data fissa o data "mobile"? Thinkstock.it

Fino al 2000 la Festa della Mamma in Italia veniva celebrata in una data fissa, l'8 maggio. Dal momento che poteva capitare che cadesse in un giorno infrasettimanale, si è poi pensato di fissare la giornata delle mamme in data "mobile", come la Pasqua, e precisamente la seconda domenica di maggio, per dare a tutti la possibilità di trascorrere la giornata con i propri affetti.

8 - Quando si festeggia nel resto del mondo

Quando si festeggia nel resto del mondo Thinkstock.it

In Italia e negli Stati Uniti la Festa della Mamma si celebra la seconda domenica di maggio, così come in Danimarca, Finlandia, Turchia, Australia e Belgio. In Norvegia, invece, si festeggia la seconda domenica di febbraio, in Argentina la seconda di ottobre, in Francia nell'ultima domenica di maggio e viene celebrata come "compleanno della famiglia". In Russia, infine, la Festa della Mamma cade il 28 di novembre, a San Marino il 15 marzo, in Slovenia il 25 marzo e in Albania l'8 marzo.

9 - I simboli

I simboli della Festa della Mamma Thinkstock.it

I simboli della Festa della Mamma sono solitamente cuori, fiori (rose in Italia, garofani negli Usa e tulipani in altri Paesi) rigorosamente rossi, come il colore dell'amore. Oltre a bigliettini e mazzi di fiori, sono in molti a regalare cioccolati o dolci in genere.

10 - I regali

I regali più "gettonati" Thinkstock.it

Non mancano coloro che scelgono profumi, mentre per i più moderni (e "spendaccioni") si tratta di un'occasione per regali importanti o tecnologici, come tablet o smartphone di ultima generazione. Un bigliettino o un disegno fatto con amore, però, rimangono dei regali forse ancora più graditi.

 

 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti